Chi ci amministra > Consiglio comunale > Interrogazioni Consiliari > Archivio legislatura 2013-2018 > 2014

n. 208 11.09.2014

DI LAURO ANTONIO

La prima interrogazione è sull’amministratore unico AMF. Come citavo non ho ancora avuto risposta in merito alla consulenza dell’ingegner Ambrosini dove richiedevo delucidazioni e informazioni sulla formulazione del concorso interno che era stato attivato, ciò lo deducevo dalla risposta avuta alla mia interrogazione di aprile 2014: “Per la verifica delle conoscenze e competenze su raccolta delle competenze di ogni risorsa”. Organizzare, di unione tra i vari livelli gerarchici nel personale, per individuare competenze necessarie al miglioramento organizzativo con particolare attenzione alle performance di redditività aziendale. Nella risposta del 23 maggio all’interrogazione 86 mi si enunciava che la consulenza dell’ingegnere veniva attribuita perché all’interno non vi erano presenti risorse tali da avere il profilo delineato. È per questo motivo che avevo chiesto la possibilità di avere la formulazione del concorso interno dove è stato valutato, prima di dare la consulenza, che all’interno dell’ente non vi fossero le persone adeguate per tale mandato.
All’interrogazione del 10 luglio, in attesa di risposta, dichiaravo che l’elenco fornito alla mia interrogazione sembrava essere la mission dell’amministratore unico eletto dall’assemblea dei soci, in gennaio 2014, dopo decreto sindacale di dicembre 2013. Avendo verificato che quanto scritto non era la mission dell’amministratore unico chiedevo che mi fosse fornita la sua missione aziendale e quale fosse il problema che intendeva intraprendere per aumentare la performance e la redditività aziendale; come intendeva muoversi sull’eventualità che l’Amministrazione Comunale volesse nuovamente intraprendere la strada della vendita del 40 per cento della società tenendo presente che è in dibattito, a Roma, una legge che invita le Amministrazioni a vendere tale bene e non avere più la possibilità di controllo delle aziende farmacia a nessun titolo. Mi interessa conoscere quali sono le sue linee guida di mandato, perché dopo l’ingegner Ambrosini ha assunto un nuovo consulente (si sentirà solo senza consulenti), quale mandato ha il nuovo consulente e quanto costa alla società.
Come già richiesto nell’interrogazione del 10 luglio chiedo, sia per la prima consulenza (dell’ingegnere Ambrosini) sia per la seconda che è stata attivata, se tali consulenze abbiano fatto riferimento alla legge 244 del 24/12/2007 in merito alle disposizioni in tema di collaborazioni esterne. Chiedo che mi vengano forniti i contratti stipulati delle due consulenze. Dato che la consulenza dell’ingegner Ambrosini è terminata, chiedo che mi venga fornito il risultato della sua missione in azienda e il costo totale della sua consulenza. Ho voluto precisare meglio, quando si ha la sintassi scritta è più chiaro, in modo che nel giro dei 30 giorni canonici, come cita l’articolo 22 del nostro Statuto, è possibile avere una risposta.

PDF - 39.1 Kb
Risp. 2014 nn. 166 e 208 DI LAURO
PDF - 60 Kb
Risp. 2014 nn. 166 e 208 DI LAURO all. 1/4
PDF - 2.4 Mb
Risp. 2014 nn. 166 e 208 DI LAURO all. 2/4
PDF - 1.9 Mb
Risp. 2014 nn. 166 e 208 DI LAURO all. 3/4
PDF - 3.4 Mb
Risp. 2014 nn. 166 e 208 DI LAURO all. 4/4
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it
    .

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022