Chi ci amministra > Consiglio comunale > Interrogazioni Consiliari > Archivio legislatura 2013-2018 > 2014

n. 11 17.02.2014

BERLINO GIUSEPPE

…abbiamo visto una determina di Giunta dove è stato assolutamente celere e velocissimo il contributo che l’Amministrazione dà al Consorzio Bibliotecario Nord – Ovest. La richiesta è fatta il 20 gennaio 2014 e la determina è del 24 gennaio, praticamente quattro giorni sono serviti al sistema bibliotecario Nord – Ovest per ottenere i 96.000 euro che spettano annualmente come quota dell’Amministrazione Comunale. Mi sta assolutamente bene questa velocità nell’elargire queste somme e tenere in piedi il carrozzone, però caro Assessore noi siamo ancora in attesa di sapere ad esempio cosa è avvenuto nella riunione di cui lei aveva parlato in Commissione allorquando rispetto alle perplessità, alle preoccupazioni da parte degli utenti di doversi vedere accollato il costo di un abbonamento, seppur forfetario, seppure di modifica entità, lei ci aveva detto che sarebbe stato oggetto di valutazione nel primo consiglio d’amministrazione che da lì a poco sarebbe avvenuto. Non abbiamo saputo più nulla di questo, quindi vorremmo capire qual è la soluzione, la scelta adottata dal consiglio d’amministrazione per dirimere la questione legata ai mancati finanziamenti da parte della Provincia.

Risponde l’Assessore Catania:

Per quanto riguarda il Consorzio Bibliotecario, si è riunita l’assemblea consortile un paio di settimane fa, non è stata l’assemblea che ha approvato il bilancio – verrà convocata prossimamente – ma ha dato una serie di indicazioni. Quando abbiamo chiesto la convocazione della Commissione Servizi a titolo informativo eravamo in una situazione più rosea di quella di oggi perché all’epoca la situazione era una situazione in cui c’era una difficoltà di bilancio dovuta al venir meno da una parte di alcuni contributi che già erano venuti meno l’anno prima ma in più anche del venir meno di una serie di entrate eccezionali che avevano permesso per il 2013 di far fronte a queste entrate. C’era un dibattito su come far fronte a un buco di bilancio per il 2014 con tutto il dibattito che abbiamo visto essere andato sui giornali su tessera sì e tessera no. A questo tipo di situazione si è aggiunto un ulteriore problema, che è quello che dibatteremo quando discuteremo l’ordine del giorno che è stato presentato spero nel prossimo Consiglio comunale, dell’ulteriore taglio dei trasferimenti da parte della Provincia dei fondi che le provengono dalla Regione non solo in realtà al nostro consorzio ma anche agli altri consorzi bibliotecari della nostra provincia. Questo ha portato a un peggioramento ulteriore della situazione, l’assemblea consortile si è riunita e per dimostrare che i Comuni sono disponibili a farsi carico di una parte di questo impegno ha comunque dato un indirizzo favorevole a un parziale adeguamento dei contributi dei Comuni nell’ordine del 3,5 per cento, che comunque è un primo adeguamento del contributo. Prima però di assumere altre strade chiede che venga verificata l’efficacia della battaglia politica che vede il centrodestra e il centrosinistra uniti all’interno del consorzio per richiedere un ripristino, almeno parziale, di questi fondi, e al Cda di portare avanti la strada di ulteriori risparmi ed economie all’interno del consorzio. La maggioranza dei Comuni ha espresso parere negativo all’introduzione di una tessera base sul prestito base a pagamento, si è espressa anche contrarietà al fatto che politicamente possano essere da soli i Comuni a farsi carico dei mancati trasferimenti della Provincia. Politicamente non regge che io come Comune con le difficoltà di bilancio che ci sono riesco a sostituirmi alla Provincia perché la Provincia è vero che non può dare i fondi perché ha difficoltà ma è altrettanto vero che i Comuni da soli non possono prendere questo impegno significativo. È stato dato parere positivo a una tessera sostenitori non legata però al tema del prestito bibliotecario e ovviamente si è lasciato aperto il dibattito per i mesi successivi nel caso in cui la battaglia politica e le richieste fatte alla Provincia non portino a esito positivo o comunque portino a esito parzialmente positivo, ma di questo parleremo quando discuteremo comunque dell’ordine del giorno.

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022