Chi ci amministra > Consiglio comunale > Interrogazioni Consiliari > Archivio legislatura 2013-2018 > 2014

n. 164 10.07.2014

RICCARDI ALESSANDRA

L’altra interrogazione riguarda la colonia di Pietra Ligure; Cinisello Balsamo è proprietaria della colonia sita in Pietra Ligure, nel bilancio di previsione del 2014 l’Amministrazione comunale ha stimato di ricavare dalla vendita della colonia la somma di 1 milione 370 mila euro. Durante la discussione relativa all’approvazione del bilancio il dirigente di area ha affermato che il valore era basato su una perizia effettuata sul finire del 2010 e pervenuta al Comune agli inizi del 2011. Si era tenuto un bando di gara per la vendita andato deserto, ma basato su un importo ribassato in quanto all’epoca la colonia era condotta in locazione da un’associazione di Genova. Siccome queste affermazioni erano differenti a quanto contenuto nella relazione dei revisori, cioè che la perizia era del 2009 e che nel 2012 si era tenuta una gara basata sul valore di un milione e 370 mila euro andata deserta, abbiamo chiesto la documentazione. Dalla documentazione fornita abbiamo appreso che la perizia è datata 2010 e che si sono tenute due gare, a luglio e a settembre 2011, e una trattativa privata a novembre 2011. Dalla perizia risulta che il complesso, che all’epoca era in locazione ad un’associazione di Genova, risulta composto da una villa ad un piano, che all’epoca della costruzione veniva utilizzata come alloggio del direttore. Attualmente è stata oggetto di una ristrutturazione per adeguamento igienico sanitario, abbattimento delle barriere architettoniche. Nella perizia viene precisato che le planimetrie in possesso dell’Agenzia del Territorio di Savona non sono conformi allo stato dei luoghi. Poi c’è una porcilaia che è un fabbricato di recente ristrutturazione e ampliamento che attualmente è adibito a cucina per comunità. C’è il padiglione isolamento, ossia un edificio a un piano risalente al 1947 – 1949, in buono stato di manutenzione, anch’esso oggetto di recente di ristrutturazione, dotando ogni stanza di nuovi servizi igienici. Nella perizia viene precisato che le planimetrie in possesso dell’Agenzia del Territorio, Ufficio Provinciale di Savona, non sono conformi allo stato dei luoghi. C’è poi un box interrato, i terreni circostanzi a terrazzamenti, con la presenza di ulivi e alberi a frutto. La perizia precisa che per i lavori degli impianti la committenza non ha fornito la certificazione relativa alla legge 46/90.
Ci sono poi una serie di dati e in particolare sia dalla perizia sia dalla documentazione relativa ai bandi si evince che per l’edificio isolamento non è consentita la trasformazione in edificio residenziale e a una ristretta fascia di vendibilità, in quanto le attività di tipo ricettivo in questi anni hanno subito un forte calo. Per quanto riguarda i testi dei bandi d’asta della trattativa privata si evince che la parte principale della colonia è stata venduta a una società a fine luglio 2003 e che l’odierno acquirente avrà l’obbligo di sottoscrivere uno strumento urbanistico attuativo da presentare al Comune di Pietra Ligure.
Alla luce di questo vorremmo sapere se le informazioni sono corrette e ancora attuali; perché esiste una difformità da tra la documentazione in possesso degli uffici comunali e i dati riportati nella relazione dei revisori dei conti; se le difformità tra lo stato dei luoghi e le schede catastali sono state sanate; di chi è la responsabilità e se la situazione è stata sanata e ha comportato quindi dei costi per il Comune e se esiste la certificazione relativa alla legge 46/90; quali sono gli obblighi previsti (incomprensibile), che è l’acquirente del complesso, doveva presentare al Comune di Pietra Ligure; se nel 2011 anche la trattativa privata è andata deserta e nemmeno la società che ha acquistato la parte principale della colonia ha manifestato interesse con un prezzo ribassato, vorremmo sapere quali sono le possibilità di vendita odierna tenuto conto che l’acquirente sarà costretto a sottoscrivere il (incomprensibile).

Risponde l’Assessore Ruffa:

In merito alla Colonna di Pietra Ligure entriamo anche in questo caso nel dettaglio; ne abbiamo discusso molto, valuteremo la documentazione e risponderemo per iscritto, resta comunque inteso quanto da noi riferito più volte, ovvero che quelle entrate in bilancio sono vincolate e non certe, per cui le spese relative a quelle entrate sono comunque attuabili solo nel caso in cui l’entrata fosse realmente realizzata; quindi, da questo punto di vista non esiste alcuna criticità sul bilancio dell’amministrazione.

PDF - 883.2 Kb
Risp. 2014 n. 164 RICCARDI
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it
    .

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022