Chi ci amministra > Consiglio comunale > Interrogazioni Consiliari > Archivio legislatura 2013-2018 > 2014

n. 51 17.02.2014

SCALZOTTO FABIO

La seconda interrogazione riguarda che questo Comune è pressoché l’unico in Provincia di Milano che obbliga i responsabili degli impianti termici di potenza inferiore a trentacinque kilowatt a presentare la dichiarazione di avvenuta manutenzione con modalità scomode come recarsi personalmente presso gli uffici comunali o via raccomandata, usando un pec.
Vorremmo sapere perché non si fa come per tutti gli altri Comuni, incluso Milano, dove queste pratiche sono svolte dal manutentore stesso che appone direttamente sul libretto dell’impianto il bollino di avvenuta manutenzione e consegna lui la documentazione al Comune.

Risponde l’Assessore Ruffa:

Per quanto riguarda la situazione delle caldaie, il consigliere Scalzotto chiedeva come mai – mi sembra di aver capito – il Comune di Cinisello richieda ai cittadini la presentazione presso gli uffici delle certificazioni delle caldaie. Non credo sia solo il Comune di Cinisello a farlo, nel senso che è una normativa di legge che prevedeva la comunicazione presso il Comune che oltre a essere un obbligo è anche un vantaggio per l’amministrazione perché tramite questa modalità ha l’opportunità di verificare la correttezza degli impianti nell’interesse di tutti i cittadini e infatti spesso anche in questi ultimi mesi sono emersi in alcuni condomini tramite alcuni singoli condomini che presentavano la loro domanda per le loro caldaie alcune scorrettezze effettuate da alcuni amministratori di condominio e quindi si è potuto intervenire con delle sanzioni o comunque con delle richieste sia ai condomini sia alle ASL per ripristinare al rispetto di tutte le norme di sicurezza le situazioni delle singole caldaie. C’è anche da dire che dal mese di giugno, per una normativa regionale – non ricordo esattamente la legge nello specifico – viene tolto l’obbligo di dover presentare ai Comuni la certificazione e quindi questa sarà fatta direttamente dai manutentori o dalle società che comunque presso i singoli privati o i vari condomini si presentano per fare le certificazioni annualmente o ogni due anni e poi ci sarà un ente che si preoccuperà di fornire o comunque archiviare i dati al quale il Comune potrà accedere per le opportune verifiche. Secondo me è una questione un po’ più macchinosa che aiuta magari leggermente il cittadino nel non doversi di presentare presso gli sportelli comunali ma rende un po’ più difficile l’operazione di controllo e verifica da parte del Comune rispetto al proprio territorio.

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it
    .

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022