Chi ci amministra > Consiglio comunale > Interrogazioni Consiliari > Archivio legislatura 2013-2018 > 2014

n. 6 17.02.2014

BERLINO GIUSEPPE

La volta scorsa abbiamo ricevuto tutti quanti in quest’Aula una lettera di protesta di un’associazione presente all’interno della nostra città, l’Associazione Vox populi, io voglio ufficialmente esprimere il mio rammarico per questa scelta che ritengo antidemocratica da parte del Sindaco, da parte dell’Assessore, che hanno negato l’utilizzo delle sale per un evento che doveva parlare di problematiche legate all’Euro, alla figura del banche europee rispetto a quanto sta avvenendo nell’economia dell’Europa. Le motivazioni che vengono addotte è che questa associazione abbia rigurgiti neofascisti. Io credo che sia il Sindaco sia l’Assessore conoscono molto bene il Presidente di questa Associazione, così come conoscono molto bene i rappresentanti, che non sono numericamente elevati, li conosciamo praticamente tutti, anche perché spesso e volentieri li abbiamo visti in città, in piazza con il loro gazebo, sempre con proposte culturali e mai con atteggiamenti violenti, faziosi o quant’altro. Un Presidente di un’associazione che tra l’altro si è democraticamente anche presentato alle elezioni come candidato Sindaco, credo non questa ma nell’altra legislatura, e che non hanno mai dimostrato davvero nessun atteggiamento violento, psedo-fascista così come è stato ricordato. A me dispiace, a me dispiace che quando qualcuno la pensa diversamente viene tacciato per essere fascista, e con questa motivazione venga negata la possibilità di esprimere le sue opinioni. Probabilmente aveva ragione qualcuno quando diceva che questa Giunta utilizza metodi stalinisti, e non lo diceva certo qualcuno lontano da questa Amministrazione, ma lo dicevano ex Consiglieri Comunali candidati nelle liste civiche di chi sosteneva l’attuale Sindaco, probabilmente questa deriva oppressiva evidentemente non trova freni. Tutto questo per dare, tra l’altro, risposte a delle associazioni presenti sul territorio molto vicine anche elettoralmente parlando a questa Giunta, che hanno subito pensato di gridare al lupo al lupo nel momento in cui qualcuno chiede legittimamente l’utilizzo di una sala per poter esprimere le proprie opinioni sull’economia europea e sulla moneta europea. Ripeto, esprimo il mio rammarico e mi auguro che l’Associazione presente sul nostro territorio abbia la possibilità in futuro invece di poter riproporre queste iniziative, che a mio parere invece arricchiscono anche la conoscenza di certi temi in città.

Risponde l’Assessore Catania:

Per quanto riguarda Vox Populi, sottolineo e confermiamo che la scelta che l’amministrazione ha assunto non è una scelta assunta in maniera straordinaria ma avviene a seguito di un percorso che conosciamo tutti e che è avvenuto anche negli scorsi anni. Non è una decisione presa a cuor leggero, quello che è accaduto a Cinisello è parallelo a quanto accaduto anche in altri contesti quando le associazioni che promuovono iniziative politiche e culturali in realtà fanno intervenire soggetti e personaggi legati in maniera ufficiale ad associazioni di stampo neofascista – questo è accaduto a Cinisello come accade in altri contesti e sappiamo essere un tema spinoso che divide – e vorrei ricordare che nell’ultima manifestazione avvenuta durante la passata legislatura l’allora assessore Fasano aveva richiesto all’associazione di non fare intervenire un relatore per i motivi che dicevo prima, l’associazione non ha fatto intervenire il relatore al tavolo ma ha messo un fantoccio che mimava le fattezze del relatore e poi il relatore è intervenuto comunque dal pubblico. Direi che già questo tipo di reazione era stata poco rispettoso non solo nei confronti dell’amministrazione in generale ma anche nei confronti della figura stessa del mio predecessore. Sono una serie di fatti che ci hanno portato quindi ad assumere una decisione non semplice ma comunque riteniamo coerente con quanto dichiarato in più occasioni.

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022