Chi ci amministra > Consiglio comunale > Interrogazioni Consiliari > Archivio legislatura 2013-2018 > 2014

n. 128 10.07.2014

GHILARDI GIACOMO

Un’altra interrogazione mi è giunta dagli abitanti di via Cadore. Gli abitanti di via Cadore hanno presentato nel 2012 una richiesta per la problematica relativa al marciapiede. Vado a leggere la richiesta, vorrei capire a che punto sono le loro istanze: "la presente per informare e per richiedere quanto segue: la costruzione di un marciapiede per la protezione e la sicurezza dei pedoni che passano e dei residenti che escono dalle loro abitazioni"; questo riguarda il lato pari di via Cadore. Loro richiedono anche, qualora non fosse possibile avere il marciapiede, "la sostituzione della riga bianca con un cordolo salvavita alto e robusto quanto basta per proteggere le persone dalle auto che entrano a forte velocità nella via". Sappiamo che vi è un dosso, ma evidentemente questo dosso non basta per la sicurezza degli abitanti del laro pari di via Cadore.

Nella seduta consiliare dell’11.09 il Consigliere Ghilardi sollecita la risposta:

Un’altra interrogazione riguarda una vecchia interrogazione che non ha ricevuto risposta, in merito a Via Cadore. Avevo fatto precedentemente un’interrogazione, dopo una segnalazione dei cittadini e dopo che questi cittadini già da tempo avevano mandato una richiesta al Comune, si tratta di problemi di sicurezza relativi alla mancanza di un marciapiede, di qualcosa che quando una persona esce dalla propria casa non si debba preoccupare di guardare chi arriva da destra o da sinistra per paura di essere investito. Erano stati già fatti interventi, erano stati già messi dei dossi, il problema che mi dicevano che questi dossi non arrivando a fine strada le macchine e i motorini passano di fianco, oltrepassando la linea bianca che separa la strada dalle case, quindi, anche lì ci sarebbe il rischio che un motorino, per evitare il dosso - visto che non vengono rispettate le regole - piombi addosso ad una persona che può uscire anche dalla propria casa e si ritrova investita. Chiedo, dopo la scorsa interrogazione, se almeno questa volta può essere data risposta.

Nel corso della stessa seduta, l’Assessore Ruffa risponde:

Sul marciapiede di Via Cadore era un’interrogazione che era già arrivata ai nostri Uffici con una lettera scritta dai cittadini, da alcuni residenti di quella via. È una via a senso unico, sul lato destro in direzione verso nord della città e con delimitazione a raso con striscia bianca continua sul lato sinistro. Realizzare un marciapiede in quell’area richiede un investimento importante, il traffico in quella via è stato rallentato già da tempo ormai con la presenza di due dossi, è evidente, capisco che può succedere che qualche ragazzo in motorino faccia magari il furbo scavalcando il dosso in quegli ottanta centimetri di spazio tra la riga bianca e il muro delimitante i condomini privati, però questa dinamica è ad oggi difficilmente controllabile e gestibile. L’investimento per fare un marciapiede lì è un investimento importante, che comunque deve essere previsto e inserito nel Piano delle opere e che ad oggi non è ancora stato previsto. Mi sembra di ricordare che ai cittadini era comunque arrivata la risposta, lo verifico ed eventualmente anche all’interrogazione risponderemo per iscritto.

PDF - 169.5 Kb
Risp. 2014 n. 128 GHILARDI
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022