Chi ci amministra > Consiglio comunale > Interrogazioni Consiliari > Archivio legislatura 2013-2018 > 2015

n. 153 28.09.2015

VISENTIN RICCARDO

La prima interrogazione ha come oggetto una segnalazione che avevo già fatto la settimana scorsa all’Assessore Ruffa, fatto in modo informale, però ho ricevuto già una risposta, però i cittadini a cui avevo dato già questa risposta, mi hanno riproposto ancora il tema, si tratta appunto della segnaletica orizzontale e della zona di Balsamo, Via Deledda, piuttosto che Via Oggioni, Via Guazzoni e via dicendo.
A parte un piccolo inciso, alcune segnalazioni orizzontali che in città lasciano veramente a desiderare, passaggi pedonali troncati, a metà e questo verrà visto anche sui social network alcune segnalazioni.
Ritornando però a bomba su questa zona, avevamo fatto una riunione con alcuni cittadini, con presente l’Amministrazione, in cui ci era stata spiegata la opportunità di questa nuova segnalazione orizzontale che avesse come obiettivo quella di mantenere un certo numero di parcheggi nella zona e allo stesso tempo di creare un passaggio pedonale, laddove non vi fosse il marciapiede e questo passaggio pedonale venisse caratterizzato da una striscia appunto pedonale.
Capita purtroppo che molto sovente, dopo che queste strisce pedonali siano state poste sulla pavimentazione, la striscia continua che delimita il passaggio pedonale si trovi il più delle volte e stranamente in alcuni casi è stato risolto, in altri casi no, davanti all’uscita dei passaggi pedonali dei condomini.
Mi è stato già risposto che il metro circa gli spazi è quello che corrisponde più o meno ad un marciapiede, però sfido a questo punto l’Assessore e i tecnici a fare dei sopralluoghi e in ogni caso a rivedere questa decisione, perché vi sono alcuni condomini, nella fattispecie mi viene in mente un condominio in Via Deledda, piuttosto che uno in Via Oggioni, dove è quasi impossibile uscire dall’abitazione e per quanto riguarda i pedoni, in qualche modo uno si arrabatta allungando il percorso, ma qualora vi fosse la necessità di un intervento di un ambulanza, di Vigili del Fuoco o solamente il passaggio di una carrozzina, devo dire che veramente il percorso è altamente disagiato e disagevole e la cosa che stupisce un po’ è che in alcune uscite è stata fatta, intanto neanche in corrispondenza dell’uscita, ma spostata di un metro o due metri più in là, una zona che delimita in qualche modo il divieto di sosta.
Non è stato usato a mio giudizio, al di là di un mero calcolo probabilmente iniziale di numero di posteggi, non è stata fatta una valutazione di caso per caso, ma si è passati con la macchina per fare le strisce, sicuramente dietro un disegno tecnico e non si è valutato caso per caso.
Ecco, oltre alla risposta che ho già detto quale sia stata, quindi se me lo vuole ripetere me la ripete, però io credo che a questo punto serva un sopralluogo ed una decisione diversa. Posso anche dire che, avendo fatto un piccolo sondaggio, la maggioranza dei cittadini sono anche contenti della nuova segnaletica, nonostante dovevano capire qual era la nuova segnaletica e soprattutto per un paio di sensi unici.
L’obiettivo è stato raggiunto, quello di dare maggiore viabilità ai pedoni, però allo stesso tempo vi è un disagio che va rivalutato, questa è la prima interrogazione.

Risponde l’ASSESSORE RUFFA:

La questione di Robecco, (…) e tutto il quartiere Balsamo: noi avevamo fatto il 16 giugno un’iniziativa pubblica con tutti gli Uffici, il Sindaco, noi Assessori, le forze della Polizia Locale e tutti i cittadini per spiegare quello che saremmo andati a realizzare. Chiaramente tutto quello che è stato realizzato con la segnaletica orizzontale è stato fatto con l’obiettivo di garantire una maggiore sicurezza ai pedoni, agli abitanti di quel quartiere perché sono quartieri storici nati in un tempo passato con scarse zone di parcheggio, pochissimi box e un grande centro abitato dove i marciapiedi non sussistono. Questa forma è una formula che era stata adottata anche in via Cadore e ha avuto anche abbastanza successo la possibilità di creare un camminamento pedonale in protezione con il parcheggio delle autovetture. Mercoledì verso l’una faremo in quartiere un sopralluogo con i cittadini per verificare puntualmente le diverse problematiche che eventualmente sono state segnalate o se dovessero esserci delle questioni puntuali in cui ci sono state delle esecuzioni di lavori scorrette, andremo e provvederemo dove sono stati lasciati gli stalli con la segnaletica zebrata orizzontale e in prossimità dei pali dell’Enel in cemento – quelli grossi – proprio perché in quel caso si andava a restringere la parte del camminamento pedonale. Comunque dovessero esserci delle questioni puntuali le affrontiamo, ma il concetto di fondo è che questa è una miglioria per il quartiere perché finalmente c’è la possibilità di non invadere con passeggini, carrozzine e anche a piedi – i pedoni – la carreggiata lungo cui sfrecciano le auto, anche perché così si rallenta la velocità di percorrenza delle auto perché la carreggiata è un po’ più stretta e quindi l’automobilista è anche invogliato a rallentare la velocità di marcia per evitare rischi a se stesso.

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022