Chi ci amministra > Consiglio comunale > Interrogazioni Consiliari > Archivio legislatura 2013-2018 > 2015

n. 142 28.09.2015

DALLA COSTA GIANCARLO

Non so quanti di voi hanno avuto la possibilità di andare in Villa Ghirlanda e passeggiare sul retro del giardino per osservare lo scempio che è avvenuto all’interno di un parco che è vincolato dalle belle arti, sono ancora presenti oggi, ho visto, le strade lasciate dai camion che hanno realizzato quel megapalco per una festa privata che si è tenuta la settimana scorsa, rovinando quello che è il gioiello della nostra città, quindi chi vuole domani mattina potrà andare sul retro dove c’è la pista da ballo, per intenderci e vedrà che ci sono due nuove strade all’interno che portano al Cedro del Libano che è al centro, con dei bei solchi che sono stati realizzati proprio da camion, ruspe, mezzi in movimento, transpallet, ho visto di tutto, che sono serviti appunto a realizzare questa festa, un capannone da cinquanta metri per quindici che è stato realizzato e che ha fatto sì che il nostro parco, piuttosto che essere salvaguardato come una reliquia, come richiederebbe in maniera che sopravviva altri 3 – 400 anni almeno, l’Amministrazione Comunale invece ha permesso questo scempio.
Vorrei sapere chi pagherà le spese per il ripristino della condizione allo stato di fatto di questa porzione di parco.

Risponde l’ASSESSORE CATANIA:

(…) Io ho un’interrogazione del Movimento 5 Stelle e il Consigliere Della Costa che riguarda il tema di Villa Ghirlanda e della concessione che è stata fatta. Preciso che tale concessione è stata effettuata a favore della ditta Malvestiti che compiva settant’anni, era il 70º della ditta Malvestiti, ditta storica di questa nostra città. La scelta è stata effettuata con tutte le cautele del caso. La ditta Malvestiti ha effettuato tutti i pagamenti del caso e ha aderito in particolar modo – ci tengo a precisarlo visto che siamo in questa sala consiliare – alla campagna per l’Art Bonus che è la campagna con cui l’Amministrazione comunale ha lanciato una raccolta fondi a favore della conservazione della villa. Eventuali danni o necessità di interventi di sistemazione del prato saranno ovviamente coperti non dall’Amministrazione comunale, ma dalla ditta che – se non ricordo male – o ha fatto un’assicurazione o un deposito cauzionale nel momento in cui ha fatto la domanda, era tra i vincoli anche se non ricordo quale tra le due formule. Da questo punto di vista non ci saranno costi o aggravi a carico dell’Amministrazione comunale. Aggiungo che si è trattato di una scelta di natura eccezionale nella misura in cui quella parte del parco della Villa non è in questo momento tariffata, cioè non è una parte del parco della Villa che normalmente può essere richiesta.

PDF - 191.7 Kb
Risposta interr. n.142/2015 DALLA COSTA
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022