Chi ci amministra > Consiglio comunale > Interrogazioni Consiliari > Archivio legislatura 2013-2018 > 2015

n. 48 29.01.2015

DI LAURO ANTONIO

Continuando laddove ha lasciato il collega Berlino voglio dire anch’io due cose su quello che è successo con questo protocollo d’intesa. Va anche detto che i genitori sono una risorsa all’interno della scuola. Dico questo perché, facendo vita attiva all’interno di un comitato delle nostre scuole di Cinisello, so cosa vuol dire spendersi per le scuole. Però, al di là di tutto quello che è stato detto dal collega Berlino, quello che mi ha meravigliato è stato addirittura il commento che è venuto fuori dal presidente della consulta (che purtroppo questa sera non c’è, so che aveva un’operazione e quindi sarà a casa in convalescenza), cioè aver saputo, attraverso una sua comunicazione, che il 26 gennaio ci sarebbe stata la consulta della scuola. All’interno di quest’Aula è dal mese di ottobre che io e lui parliamo, insieme anche all’Assessore, per cercare di capire come far lavorare meglio la consulta e soprattutto per fare in modo che la consulta faccia quello che dovrebbe fare, allora mi chiedo come mai lui, che è un collega di questo Consiglio, non mi ha mai detto le sue intenzioni su quello che vuole fare sulla consulta, o meglio, ha anticipato quelle che sono le sue idee su come variare la consulta per quanto riguarda i partecipanti e questa sicuramente non mi sembra una buona operazione. Anche perché il presidente, anche nella lettera che ha scritto a tutti i genitori che sono collegati alla mail list, ha scritto che lui è solo un anno che è all’interno del Consiglio, però, visto che ricopre un ruolo importante, potrebbe benissimo leggere i verbali per vedere come è nata la consulta, quali erano le priorità e cosa si prefiggeva e soprattutto perché si è arrivati ad avere quel numero di partecipanti alla consulta. Lui oggi addirittura vuole far diventare la consulta quello che fin dall’inizio noi abbiamo cercato di non farla diventare, cioè una riunione di condominio; purtroppo nella sua risposta mette proprio questo, cioè che ogni singola scuola deve avere un componente genitore e un componente insegnante. Quando abbiamo deciso di fare l’elenco di chi doveva partecipare ci siamo detti che era corretta questa rappresentanza, però per essere operativi forse bisogna snellire un po’, quindi mi dispiace che lui abbia avuto questa défaillance nell’andare a dire e addirittura nell’anticipare cose che poi non sono avvenute, tipo una convocazione della consulta per il 26 gennaio. Come non riesco a capire – perché neanche lui lo sa e questo mi dispiace molto – perché lui dice che il protocollo d’intesa che tutti i dirigenti hanno cercato di far firmare ai rappresentanti dei coordinamenti dei genitori perché ne avevano bisogno è un’idea partita da qualche dirigente e dall’Assessore competente. Questo mi lascia ancora l’amaro in bocca perché un presidente della consulta della scuola che non sente l’Assessore o che almeno fa capire che gli sono passati sopra mi sembra una cosa assolutamente sbagliata, anche perché, come ha detto il collega Berlino, c’è stata una delibera di Giunta con tanto di protocollo che è stata presentata agli atti. Adesso, per non dilungarmi più del dovuto, mi piacerebbe capire dall’Assessore ad oggi quanti di questi protocolli d’intesa sono stati firmati dai rispettivi comitati dei genitori delle singole scuole di Cinisello. E mi fermo qui per quanto riguarda la scuola.

PDF - 40.1 Kb
Risposta interr. n. 48/2015 DI LAURO
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022