Chi ci amministra > Consiglio comunale > Interrogazioni Consiliari > 2017

N. 83 18.07.2017

BERLINO GIUSEPPE

Sempre parlando di spazzatura e di rifiuti, da circa un mese sono cambiate le modalità di conferimento dei rifiuti urbani presso la piattaforma ecologica di via Petrella. Chi ha provato a recarsi in discarica avrà notato che è necessario munirsi di tessera sanitaria per registrarsi all’accesso con la propria autovettura, essere pesato prima di poter conferire qualunque tipo di rifiuto, successivamente, finito il giro e quindi finito il rilascio dei rifiuti, ripassare su una sorta di pesa, ripesarsi e registrarsi nuovamente con il tesserino. Questo consente di verificare il quantitativo in chilogrammi di rifiuti lasciati in discarica.
A tal proposito, Assessore, se ha la gentilezza di ascoltarmi e poi magari col Sindaco vi vedete fuori per un caffè se dovete continuare a discutere di altre cose, le chiedevo, visto che molti cittadini sono preoccupati del fatto che non vi è un rilascio cartaceo che attesti il quantitativo che è stato lasciato – è vero che la macchinetta indica la differenza di peso, però quando si è in macchina con la fila dietro deve prendere appunti – se non fosse il caso di rilasciare uno scontrino con il peso o fare una comunicazione ai cittadini magari anche ogni tot tempo (ogni tre mesi o sei mesi) per dire loro quanto è stato conferito in quel tal periodo. Soprattutto mi chiedevo se vi era un tetto oltre il quale vi era una tariffa aggiuntiva rispetto a quella normale che i cittadini pagano.

Risponde l’Assessore Ruffa:

Sempre Nord Milano Ambiente, è stata introdotta nella piattaforma di Via Petrella il controllo degli accessi con la Carta Regionale dei Servizi, è un controllo che non ha un’influenza diretta sull’importo che viene poi calcolato in TARI rispetto alla tassazione al cittadino, serve però per evitare tutti quei fenomeni di accesso incontrollato alla piattaforma, sia per portar fuori materiale che può essere invece rivenduto e che può produrre degli introiti per la società di gestione comunale e sia anche per evitare che persone che si presentano come privati cittadini conferiscano in piattaforma dei rifiuti che non sono poi di privati cittadini e che quindi invece dovrebbero essere trattati diversamente perché ci sono poi delle tariffe rispetto per esempio all’accesso delle aziende o delle imprese sullo smaltimento dei rifiuti. In passato avveniva spesso che soprattutto i rifiuti edili venissero portati quasi giornalmente dalle stesse persone che evidentemente svolgevano questa tipologia di lavoro, e per controllare anche questi fenomeni viene gestito e controllato l’accesso. C’è anche il sistema di pesa per una questione di conteggio del quantitativo di rifiuto che viene rilasciato in piattaforma, anche per tenere sotto controllo tutto il ciclo dei rifiuti e capire che all’interno della piattaforma si sappia esattamente qual è il peso dei quantitativi, di tipologie di rifiuti che entrano, quelli che escono, che vengono smaltiti e ci sia un controllo il più fedele possibile al tracciamento di questi rifiuti per evitare anche qualsiasi possibile inconveniente rispetto a tutte le persone che accedono e utilizzano la piattaforma. È semplicemente una forma ulteriore di controllo che abbiamo introdotto e che va negli interessi di un migliore servizio e di un risparmio anche nella gestione dell’azienda e della piattaforma.

Sempre parlando di spazzatura e di rifiuti, da circa un mese sono cambiate le modalità di conferimento dei rifiuti urbani presso la piattaforma ecologica di via Petrella. Chi ha provato a recarsi in discarica avrà notato che è necessario munirsi di tessera sanitaria per registrarsi all’accesso con la propria autovettura, essere pesato prima di poter conferire qualunque tipo di rifiuto, successivamente, finito il giro e quindi finito il rilascio dei rifiuti, ripassare su una sorta di pesa, ripesarsi e registrarsi nuovamente con il tesserino. Questo consente di verificare il quantitativo in chilogrammi di rifiuti lasciati in discarica.
A tal proposito, Assessore, se ha la gentilezza di ascoltarmi e poi magari col Sindaco vi vedete fuori per un caffè se dovete continuare a discutere di altre cose, le chiedevo, visto che molti cittadini sono preoccupati del fatto che non vi è un rilascio cartaceo che attesti il quantitativo che è stato lasciato – è vero che la macchinetta indica la differenza di peso, però quando si è in macchina con la fila dietro deve prendere appunti – se non fosse il caso di rilasciare uno scontrino con il peso o fare una comunicazione ai cittadini magari anche ogni tot tempo (ogni tre mesi o sei mesi) per dire loro quanto è stato conferito in quel tal periodo. Soprattutto mi chiedevo se vi era un tetto oltre il quale vi era una tariffa aggiuntiva rispetto a quella normale che i cittadini pagano.

Risponde l’Assessore Ruffa:

Sempre Nord Milano Ambiente, è stata introdotta nella piattaforma di Via Petrella il controllo degli accessi con la Carta Regionale dei Servizi, è un controllo che non ha un’influenza diretta sull’importo che viene poi calcolato in TARI rispetto alla tassazione al cittadino, serve però per evitare tutti quei fenomeni di accesso incontrollato alla piattaforma, sia per portar fuori materiale che può essere invece rivenduto e che può produrre degli introiti per la società di gestione comunale e sia anche per evitare che persone che si presentano come privati cittadini conferiscano in piattaforma dei rifiuti che non sono poi di privati cittadini e che quindi invece dovrebbero essere trattati diversamente perché ci sono poi delle tariffe rispetto per esempio all’accesso delle aziende o delle imprese sullo smaltimento dei rifiuti. In passato avveniva spesso che soprattutto i rifiuti edili venissero portati quasi giornalmente dalle stesse persone che evidentemente svolgevano questa tipologia di lavoro, e per controllare anche questi fenomeni viene gestito e controllato l’accesso. C’è anche il sistema di pesa per una questione di conteggio del quantitativo di rifiuto che viene rilasciato in piattaforma, anche per tenere sotto controllo tutto il ciclo dei rifiuti e capire che all’interno della piattaforma si sappia esattamente qual è il peso dei quantitativi, di tipologie di rifiuti che entrano, quelli che escono, che vengono smaltiti e ci sia un controllo il più fedele possibile al tracciamento di questi rifiuti per evitare anche qualsiasi possibile inconveniente rispetto a tutte le persone che accedono e utilizzano la piattaforma. È semplicemente una forma ulteriore di controllo che abbiamo introdotto e che va negli interessi di un migliore servizio e di un risparmio anche nella gestione dell’azienda e della piattaforma.

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Per informazioni: info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022