Chi ci amministra > Consiglio comunale > Interrogazioni Consiliari > Archivio legislatura 2013-2018 > 2017

n. 20 30.01.2017

BERLINO GIUSEPPE

La prima interrogazione riguarda una segnalazione relativamente all’area posta in via Cadorna, adiacente i giardini che l’anno scorso sono stati intitolati alle vittime delle foibe, quell’area dove insisteva anni fa un distributore di carburante e che da qualche giorno è stata completamente recintata. I cittadini lamentano il fatto che questa recinzione, al di là di aver evidentemente eliminato diversi posti auto perché tale era ultimamente l’utilizzo di quell’area, preclude il passaggio pedonale all’interno del giardino, passaggio pedonale che collegava la via Cadorna con la via Martinelli, tanto è vero che se andiamo a vedere oggi la situazione, lo stato di fatto, notiamo che il percorso pedonale arriva contro la recinzione che è stata appena posta e finisce lì. Credo anche che questo abbia peraltro causato un abbattimento che è avvenuto nei giorni successivi proprio di questa recinzione, quasi proprio a testimoniare, non giustamente chiaramente, il disagio che è stavo provocato ai cittadini. Volevo capire - come presumo - se l’area è privata e se evidentemente è giusto che sia stata in qualche modo recintata che intenzioni si hanno su quell’area e soprattutto se è possibile predisporre un percorso pedonabile giusto attorno al perimetro della recinzione che è stata posta per facilitare questo attraversamento di tutta l’area.

Risponde l’Assessore Ruffa:

Mi collego all’interrogazione del parcheggio che invece è stato recintato, quel parcheggio è in gran parte un’area di un ex distributore di benzina che era presente sul territorio che è stato dismesso, gran parte di quell’area rimane comunque ancora di proprietà di ENI e loro solo oggi direi che si sono accorti del fatto che avendo quell’area non recintata, non mantenuta e non protetta erano comunque responsabili di tutto ciò che accadeva lì, dal fatto che venisse impropriamente utilizzata come parcheggio, al fatto che potesse diventare oggetto di discarica o deposito di rifiuti anche inquinanti, e quindi hanno in via del tutto autonomia deciso di metterla in sicurezza recintandola completamente. Dovremmo incontrare i responsabili di ENI per capire con loro se esiste una modalità per poterla prendere, nonostante loro siano proprietari, in gestione come Amministrazione e poter dal punto di vista urbanistico poi configurarla come un parcheggio, insomma o comunque darne un utilizzo che sia a servizio dei cittadini come è stato fino ad ora quando era aperto.

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Per informazioni: info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022