Chi ci amministra > Consiglio comunale > Interrogazioni Consiliari > 2018

N. 119 15.11.2018

CATANIA ANDREA

Un’altra interrogazione riguarda le opere connesse al PII Bettola. Abbiamo appreso con un comunicato stampa molto scarno dell’avvio dei lavori del PII Bettola. Nulla viene detto su tutte le opere di compensazione connesse a questo PII e che ne fanno un progetto di trasformazione urbanistica che ha anche ricadute molto più ampie. Penso alle opere di compensazione che riguardano il sistema della ciclabilità perché a quel PII è connesso l’obbligo di realizzare alcune piste ciclabili, penso al progetto di Piazza Italia, all’acquisizione delle aree del Parco del Grugnotorto e al progetto di Piazza Gramsci che ricordo che nei passati mesi fu oggetto di fortissimi attacchi dell’allora Minoranza, oggi Maggioranza.
Chiedo quali sono le intenzioni rispetto a questi progetti, anche perché, per esempio, su Piazza Gramsci o Piazza Italia, anche se non furono presentate perché il periodo era quello della campagna elettorale, già la passata Giunta aveva avviato delle opere di modifica dopo la fase di ascolto dei cittadini. Chiedo anche se il progetto del PII Bettola stesso ha subito delle variazioni di qualche tipo, perché ricordo dichiarazioni che facevano riferimento all’inizio della consiliatura anche sui social rispetto al fatto che questo progetto, probabilmente, sarebbe stato ridimensionato e rivisto. Non è stato detto nulla di ciò all’interno del comunicato stampa.

Risponde il Vicesindaco Berlino:
Per il PII Bettola, le risponderà l’Assessore Zonca, io le posso dire che ho letto che tra le altre cose lei chiede di conoscere gli oneri di compensazione per il commercio, a che punto sono gli oneri previsti a compensazione del commercio di vicinato. Come sicuramente ricorderà questi oneri dovevano essere versati in quattro tranche entro il 14 di dicembre, posso dirle che già il 50 per cento di questi oneri sono a disposizione dell’Amministrazione comunale e stanno arrivando evidentemente il resto degli oneri che con l’anno nuovo dovremo sicuramente capire come investire queste somme e cosa fare per rivitalizzare il commercio di vicinato, che subirà evidentemente un impatto dall’arrivo dell’apertura del nuovo Auchan.

Risponde l’Assessore Zonca:
Ne approfitto per annunciare, mi riferisco anche poi alle interrogazioni del Consigliere Catania, annuncio che il 30 novembre, vi verrà poi mandata una comunicazione ufficiale, stiamo organizzando un incontro pubblico per l’avvio delle procedure del nuovo PGT, del nuovo Piano di Governo del Territorio che scadrà a marzo 2019 e quindi noi avvieremo la procedura per, non si può chiamare aggiornamento perché formalmente in Regione mi dicono non è un aggiornamento del PGT ma è un nuovo PGT e quindi con tutte le azioni conseguenti che prevedono tutta una serie di iniziative. Una delle quali, che mi sento di portare a conoscenza, e quindi in quella serata poi verranno anche presentate ufficialmente alcune informazioni che già il Vicesindaco ha anticipato, come ad esempio la presentazione del tracciato definitivo di M5, quindi stiamo parlando del 30 novembre che è un venerdì sera. L’avvio della procedura per il nuovo Piano di Governo del Territorio prevede in una prima fase la raccolta di istanze da parte dei cittadini. Siccome la legge è abbastanza rigida, nel senso che prevede l’invio attraverso il protocollo piuttosto che la PEC, abbiamo pensato di sviluppare, attraverso il sito internet del Comune, visto che abbiamo un po’ di tecnologia a nostro vantaggio, creeremo un form sul sito internet ufficiale del Comune in modo da dare la possibilità a tutti i cittadini di presentare le proprie istanze non solo per trenta giorni ma per sessanta giorni, perché partendo il 30 novembre con trenta giorni a disposizione sarebbe scaduto il 30 dicembre, quindi sotto le feste di Natale non ci sembrava il caso di far concludere la raccolta delle istanze.
Abbiamo deciso ieri in una riunione di aumentare il tempo a disposizione dei cittadini per presentare le loro proposte, le loro osservazioni, le loro critiche all’attuale situazione per sessanta giorni. D’altronde è noto a tutti che il PGT vigente, approvato fine 2013 – inizi 2014 è stato realizzato solo per l’1 per cento, il 99 per cento è rimasto sulla carta, e quindi in sostanza noi abbiamo una città che è ferma da cinque anni. Poi qualcuno dà la colpa alla crisi dell’edilizia, qualcun altro dà la colpa all’estrema rigidità del nostro PGT, tant’è che le costruzioni sono ferme anche a causa di una serie di cose che noi avevamo fortemente criticato quando eravamo all’opposizione, una delle quali, che è clamorosa, è che cozza proprio con quanto ha detto il Vicesindaco prima, che in questa città si è sbandierato per anni il fatto di incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici al posto delle auto, dopodiché abbiamo scoperto che in realtà vengono tolte due linee di autobus a Cinisello Balsamo, ma non solo, il nostro PGT prevede che tutte le nuove costruzioni abbiano due posti auto per ogni unità abitativa. È esattamente il contrario di quello che avremmo dovuto fare quindi, tant’è che nuove costruzioni a Cinisello Balsamo non se ne sono più fatte, ma non perché i costruttori erano in crisi, per il fatto che c’erano delle regole talmente contraddittorie rispetto a quello che si diceva che alla fine si è bloccata la città. Il tracciato di M5 e non solo, l’ennesima trattativa sull’acquisto delle aree del Parco del Grugnotorto, che durano da venticinque anni, verranno trattate il 30 novembre con delle soluzioni definitive, d’altronde noi siamo qui da quattro mesi, nel giro di pochi mesi abbiamo risolto, ad esempio, il contenzioso con SMEC che durava da sei anni, mi pare che stiamo cercando di portare a casa dei risultati che per anni e anni abbiamo aspettato, come ad esempio l’acquisizione delle aree del Parco del Grugnotorto, e questo lo faremo. Poi qualcuno dirà era un progetto nostro ma noi lo abbiamo realizzato.

PDF - 668.5 Kb
Risposta interr. n. 119 2018 CATANIA
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Per informazioni: info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022