Chi ci amministra > Consiglio comunale > Interrogazioni Consiliari > 2018

N. 76 18.09.2018

DUCA GIANFRANCA

Mi rendo conto che potrebbe avere una risposta nella prossima sessione, però chiedo di sapere, se ritenete di potermelo dire, che tipo di suddivisione esiste all’interno di quella che era la delega alle politiche sociali, e in particolare rispetto alle due figure assessorili che in questo momento hanno in qualche modo segmentato il perimetro dentro il quale le politiche sociali nella Giunta precedente erano contenute. Chiedo di sapere che tipo di progetti e di settori ciascuno seguirà. È semplicemente una modalità che potrebbe avere una risposta nel momento in cui il Sindaco presenterà le linee programmatiche. Non ha una vena polemica, ma volevo farmi un quadro preciso.

Risponde l’Assessore Visentin:
siccome sono stato chiamato in causa direttamente dal consigliere Duca, devo dare rapidamente una risposta, se ho capito bene lei si poneva una questione sulle deleghe relative all’Assessore De Cicco, lei ha menzionato sia l’Assessore De Cicco sia il sottoscritto, immagino che risponderà anche l’Assessore De Cicco. Come ha già anticipato lei, perché sa come funzionano le cose, nel prossimo Consiglio ci sarà il Sindaco che esporrà qual è il programma di mandato. L’Assessore De Cicco, che poi risponderà anche per sé ha anche la delega al Bilancio. Lei ha usato anche la parola “spacchettamento”, sembra un po’ negativa. Ci mancherebbe, lo so che lei non è negativo, abbiamo avuto modo di lavorare e di collaborare. Abbiamo una visione che potrebbe essere innovativa sui Servizi sociali, poi se ci riusciremo non lo so, noi ci metteremo tutte le nostre forze, ecco perché abbiamo anche istituito l’Assessorato alla centralità della persona, che è una cosa abbastanza nuova. Cercheremo di distinguere, da qui la nascita delle deleghe, quelli che sono i bisogni dalle opportunità. Il bisogno necessita delle risposte, le opportunità necessitano di progetti. L’Assessore De Cicco si occuperà della parte su gestionale, legata anche al Bilancio, ricordo ai cittadini che i Servizi sociali della nostra città, che devo dire che hanno sempre funzionato bene, continueremo su questo solco cercando di migliorare quello che dal nostro punto di vista può essere migliorato. La questione della gestione è legata anche alla parte Bilancio, quindi un maggior controllo della spesa che non vuole dire tagliare, anzi, vuol dire efficienza, piuttosto che una parte progettuale.

Risponde l’Assessore De Cicco:
Riprendo quanto chiesto dal consigliere Duca in merito alla suddivisione della delega o delle deleghe del settore dei Servizi sociali. Premetto che sicuramente si chiarirà meglio e ha ragione ad indicarlo con l’esposizione delle linee programmatiche perché non ci dimentichiamo che comunque le deleghe le attribuisce il Sindaco e pertanto sarà premura rispondere per iscritto, anche da parte sua, in breve tempo in merito al quesito. In ogni caso rispondo sottolineando che l’unione del bilancio dei servizi sociali è fondamentale perché il settore dei servizi sociali è uno dei settori che maggiormente grava sul Bilancio del Comune. L’associazione di questi due ambiti che apparentemente sembrano così distanti, in realtà permette di rispondere – a nostro avviso – in modo efficace alle nuove e sempre più difficili sfide, e diciamo – per ricondurmi a quanto accennato dall’assessore Visentin – opportunità che la realtà, con la sua complessità, ci pone via via, quindi si agisce in modo oculato e attento in questo modo per dedicare tutte le risorse necessarie affinché venga sempre garantita una qualità del servizio. Inoltre, sappiamo che l’area del sociale è particolarmente dedicata e richiede attenzione poiché ha a che fare con le fragilità e le criticità delle persone. Da parte nostra, con quest’unione, che è una novità di questa Legislatura, mai accaduto prima, abbiamo voluto sottolineare il massimo impegno e dedizione che meritano. Più che gestionale e progettuale, sottolineerei che si è voluta circoscrivere la centralità della persona con questa delega e affiancarla a quella che si occupa, più specificatamente, della famiglia, di welfare e terzo settore, così da valorizzare al meglio sia il singolo soggetto, il suo ambito di appartenenza, e la rete a suo sostegno, nell’ottica di una sussidiarietà.

In attesa di risposta scritta del Sindaco

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Per informazioni: info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022