Chi ci amministra > Consiglio comunale > Interrogazioni Consiliari > 2021

n. 113 18.10.2021

CATANIA

riguarda l’evento della Ghirlanda di Libri, che si è svolto il 25 e il 26 settembre in Villa Casati. La mia interrogazione riprende il senso di una comunicazione che ho effettuato qualche seduta fa, in cui lodavo l’importanza di questa iniziativa e il suo buon esito. Tuttavia in quella mia comunicazione avevo posto dei dubbi rispetto ad alcune scelte che erano state effettuate, che quantomeno mostrano una difficoltà da parte dell’Amministrazione nel coordinare gli eventi e le attività sul territorio, oltre che a valorizzare un’iniziativa di questo tipo. In questa sede, trovandoci di fronte a una seduta di interrogazioni, voglio fare delle domande più specifiche.
Le domande le rivolgo all’Assessore Maggi, perché immagino che, visto il valore culturale dell’iniziativa, le risposte siano di sua competenza, però anticipo già che queste domande toccano vari punti. Assessore, mi risponda a microfono per quello che sa ed eventualmente le chiedo di integrare per via scritta i temi che non sono di sua competenza diretta.
La mia domanda innanzitutto riguarda il fatto che l’iniziativa si è svolta il 25 e 26 settembre, data, da quanto mi risulta, che era stata comunicata pubblicamente molti mesi dell’iniziativa (addirittura, se non sbaglio, già alla fine del 2020), soprattutto visto il buon esito del primo appuntamento. Quello che mi ha stupito è ravvisare che, nonostante il largo anticipo con cui la data fosse stata fissata, gli interventi su Piazza Soncino sono partiti non uno o due mesi prima, ma addirittura pochi giorni prima (mi pare di ricordare una settimana prima). La mia domanda è se non sia stata fatta una condivisione con gli organizzatori per capire se era possibile pianificare i lavori in modo tale che non ci fosse una sovrapposizione proprio in quel week-end, oppure se non era possibile condividere la data di inizio lavori prima con gli organizzatori in modo tale da condividere con gli stessi una possibile data differente che non portasse alla sovrapposizione con l’intervento di piazza Soncino, che è un intervento che ha reso l’accesso alla piazza, e quindi alla villa, più complicato.
Sempre su questo tema della data volevo capire da questo punto di vista se era stata condivisa con gli organizzatori la programmazione in loco e in altre zone della città durante quel week-end e se erano state valutate anche modalità per creare sinergie con altri appuntamenti che si svolgevano nel medesimo periodo.
Un’altra domanda riguarda invece la modalità con cui sono state effettuate le affissioni dei manifesti di questa iniziativa in città. Evidentemente è un intervento che spetta all’ufficio, ma volevo capire le posizioni in cui erano stati affissi questi manifesti, quindi su questo immagino che lei, Assessore, non mi potrà rispondere direttamente, ma dovrà fare una richiesta agli uffici, perché, andando in giro per la città, l’informativa rispetto a questa iniziativa non l’ho vista.
L’ultima domanda riguarda invece le modalità con cui si è intervenuto per coinvolgere le scuole del territorio per il concorso che è stato lanciato all’interno della Ghirlanda di Libri. Volevo capire quali erano state le modalità; questo forse è il pezzo a cui mi può rispondere l’Assessore Fumagalli. Volevo capire se, oltre al semplice invio della comunicazione che ovviamente gli uffici fanno alle scuole in ottica di collaborazione quando c’è un evento di questo tipo, era stato anche effettuato qualche intervento ulteriore, come la convocazione di un tavolo, la presentazione diretta dei contenuti del concorso e dell’oggetto della manifestazione. È ovvio che la semplice comunicazione via mail forse adempie all’obbligo formale di informare le scuole, ma in realtà rischia di essere inefficace.

RISPOSTA ASSESSORE FUMAGALLI

Ne approfitto e rispondo anche alla questione sollevata dal consigliere Catania per quanto riguarda il coinvolgimento delle scuole nel progetto Una Ghirlanda di Libri. Il coinvolgimento delle scuole – preciso delle scuole superiori – è stato fatto come abbiamo fatto due anni fa, quindi noi abbiamo mandato comunque una mail e sono state contattate le referenti di progetto, che noi conosciamo anche perché non è il primo progetto che giriamo alle scuole, quindi siamo sempre in contatto. Due anni fa hanno risposto molto bene, è stato fatto un concorso per quanto riguarda il logo, che è stato utilizzato anche quest’anno, e invece l’obiettivo era quello di una mostra fotografica. Le scuole non hanno dato una risposta, però tengo anche a sottolineare il periodo in cui è stata proposta questa manifestazione o questo progetto, un periodo particolare perché era il periodo di piena pandemia, dove le scuole partecipavano in presenza con una percentuale molto bassa, quindi presumo sia anche per questo. Le referenti di Una Ghirlanda di Libri hanno pensato di andare personalmente da una dirigente che loro conoscevano e l’hanno coinvolta nella realizzazione di questa mostra.
Il nostro coinvolgimento è stato quello che utilizziamo sempre, dove le scuole comunque rispondono sempre molto bene. Presumo che questa carenza sia dovuta anche alla poca presenza e alla pandemia in corso. Grazie.

RISPOSTA ASSESSORE MAGGI

Venendo al consigliere Catania, per quanto riguarda la Ghirlanda di Libri, tutte le scelte che sono state fatte nella stesura di questo progetto, che è stato sempre ben accolto dall’Amministrazione fin dalla sua prima edizione, sono state condivise con gli organizzatori, nel senso che nulla è stato fatto senza che gli organizzatori non fossero a conoscenza, al di là dei lavori che sono partiti in Piazza Soncino, che comunque non hanno precluso l’accesso alla fiera in nessuno dei giorni, perché sono andata più volte durante i due giorni, ho sempre trovato parcheggio e ho visto che nessuno ha avuto difficoltà a raggiungere la fiera. Sicuramente non è stato un punto a sfavore. Anche la notte bianca è stato un evento concordato, nel senso che quello su cui si è ragionato, anche in sinergia con le organizzatrici, è stato quello di andare a creare un evento nell’evento. La notte bianca comunque era un evento prettamente serale, mentre la Ghirlanda di Libri si svolgeva durante il giorno, quindi i due eventi potevano lavorare insieme per poter portare un maggior numero di persone non solo ai due eventi, ma in generale alla città da tutti i punti di vista. Sono state fatte queste valutazioni con le organizzatrici e con un’idea.
Per quanto riguarda la questione delle affissioni, io i manifesti personalmente li ho visti. Certo, magari non c’erano le tabellonate, perché dei tabelloni erano già prenotati per altre manifestazioni oppure da privati per auto-commerciale. Sicuramente non è mancata la comunicazione, questo anche grazie al coinvolgimento di Regione Lombardia, che l’anno scorso non c’era, il coinvolgimento di ReGis, che l’anno scorso non c’era, e l’inserimento nel circuito di Ville Aperte, che è stato fatto appositamente (tutte le tre ville di delizia quest’anno sono state inserite all’interno del circuito). Abbiamo chiesto che anche Villa Casati, pur essendo di proprietà privata, fosse inserita all’interno del circuito per poter dare una maggiore promozione a questo evento.
È stato fatto anche uno strappo alla regola da parte di Ville Aperte perché, trattandosi di una villa privata, la sezione della promozione degli eventi andava in una sezione privata, ma è stata comunque messa in homepage. C’è stato anche il coinvolgimento degli altri comuni, quindi anche gli altri comuni hanno dato il patrocinio e promozione sul loro territorio, ovviamente anche loro compatibilmente con gli spazi presenti sul territorio. Oltretutto quest’anno, a differenza dell’altro anno, è stato affisso anche il manifesto 6x3, quindi la promozione sicuramente non è mancata, l’accesso non è mancato e non riesco a comprendere quale potesse essere la differenza rispetto all’anno scorso.

RISPOSTA ASSESSORE VISENTIN
Faccio una piccola chiosa rispetto a Piazza Soncino. Non me ne voglia il Capogruppo del PD, ma vedo che ultimamente Piazza Soncino è oggetto di comunicati molto impropri da parte del suo gruppo.
Lei ha detto che ci sono state delle difficoltà rispetto all’utilizzo dei parcheggi durante i lavori, ma rispondo in questi termini, aggiungendo una cosa rispetto a quello che ha detto molto bene la mia collega Maggi: i lavori non stanno incidendo e non hanno inciso nel modo più assoluto sulla disponibilità di parcheggi, che non sono stati mai riservati a nessuno. Oltretutto l’accesso alla villa da via San Paolo è sempre stato libero, quindi mi sembra un fatto pretestuoso. Sul resto vuole polemizzare, l’ho già capito. Fate i comunicati su Piazza Soncino capendo quello che dite, soprattutto sulla cementificazione e sull’asfaltatura nera, che non sarà nera.

CONSIGLIERE CATANIA
rispetto alla risposta dell’assessore Maggi sull’iniziativa “Una Ghirlanda di Libri” prendo atto delle risposte, non credo che i lavori di Piazza Soncino determinino da soli il buon esito o meno di un’iniziativa, credo, però, che nell’organizzazione dell’iniziativa che viene programmata con largo preavviso ci si possa coordinare meglio per evitare che certi interventi e certe sovrapposizioni sicuramente non facilitino la realizzazione di un appuntamento di questo tipo e soprattutto tenendo conto del largo preavviso com’è stata programmata quest’iniziativa mi stupisce che non si sia riusciti a ragionare sullo spostare, non dico i lavori se non era possibile, ma l’appuntamento, di una settimana o dieci giorni, perché non è che parliamo di 8 mesi o di 3 mesi.
Aggiungo, poi, che rispetto alla parte che riguarda l’affissione dei manifesti, chiedo, comunque, su questo punto specifico, all’assessore Maggi, di fornirmi per iscritto, nella risposta a quest’interrogazione, l’indicazione – immagino debba verificare con gli uffici – puntuale rispetto a quanti manifesti sono stati affissi e in quale posizione in città. Grazie.

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022