Chi ci amministra > Consiglio comunale > Interrogazioni Consiliari > 2019

N. 199 11.11.2019

CATANIA ANDREA

Ho già raccolto alcune informazioni, ma volevo chiedere formalmente in sede di interrogazione che cosa ci può dire rispetto alle informazioni che possono essere rese pubbliche, ovviamente, in relazione alla manifestazione di interesse, quindi se si può dire quanti hanno partecipato e se, nel caso, l’università Bicocca ha partecipato alla manifestazione di interesse e quali sono le intenzioni e l’iter che la Giunta ha in mente rispetto a Villa Forno, anche e soprattutto alla luce delle proposte presentate. Immagino che la Giunta avrà avuto modo di vederle e di valutare la conformità rispetto ai criteri che erano stati inseriti all’interno della manifestazione d’interesse.

RISPONDE L’ASSESSORE ZONCA

Consigliere Catania, rispetto alla manifestazione d’interesse su Villa Forno – lo ricordo , Villa Forno è stata assegnata con un contratto gratuito nel 2008, per otto anni, a Università Bicocca, quindi il contratto è scaduto nel 2016 e l’Università Bicocca a tutt’oggi sta occupando in modo gratuito, ma senza contratto. Abbiamo tentato nello scorso anno – visto che è stata una cosa che ci è stata segnalata appena insediati che c’era questa anomalia contrattuale – in tutti i modi, non solo noi parte politica, ma anche la parte tecnica, di interloquire con la direzione di Bicocca, io stesso con il Rettore di Bicocca almeno due volte, per andare a rinnovare questo contratto e stabilire oneri e onori. Purtroppo non è stato possibile. Dopo l’ennesimo tentativo andato a vuoto, abbiamo mandato una PEC a Università Bicocca e abbiamo pubblicato una manifestazione di interesse non vincolante per capire se ci fossero dei soggetti, compresa Università Bicocca, interessati a gestire questa villa che comunque ha un certo valore. Abbiamo stabilito – l’avrete letto perché era pubblico – delle regole, cioè non è che abbiamo detto: chi vuole prendere Villa Forno poi ci può fare un ristorante, oppure può farci i matrimoni. Abbiamo stabilito le tipologie di attività, che erano attività universitarie, di biblioteca, culturali in generale. Hanno risposto due soggetti. Presumo che abbiamo fatto anche una delibera di Giunta, forse mi ricordo male, ma credo che abbiamo fatto una delibera di Giunta che faceva un po’ il riassunto di questa storia. Nonostante avessimo avvertito via PEC anche Bicocca, Bicocca non ha nemmeno partecipato alla manifestazione d’interesse, quindi è come se non fossero interessati a proporre un progetto per i prossimi anni. La manifestazione d’interesse prevedeva un’assegnazione per i successivi sei anni. Si sono presentati due soggetti: uno è un consorzio bibliotecario, l’altro è un’associazione esterna a Cinisello Balsamo. A questo punto siamo intenzioni a pubblicare un vero e proprio bando perché la manifestazione d’interesse ci serviva per capire quali fossero i soggetti interessati a questa gestione e visto che hanno partecipato solo due soggetti, a questo punto comunque non possiamo lasciare ancora per molto tempo la situazione così perché è una situazione irregolare a tutti gli effetti, lo è ormai da quasi tre anni, quindi pubblicheremo un bando. Adesso stiamo stabilendo i criteri perché un conto è pubblicare una manifestazione d’interesse che è abbastanza generica, non vincolante, un conto è un vero e proprio bando perché a quel punto dovremo avere delle regole molto più stringenti.
Non so se mi sono dimenticato qualcos’altro, però mi pare che ci sia tutto. Eventualmente poi risponderò per iscritto. Grazie.

PDF - 810.3 Kb
Risposta interr. n. 199 2019 CATANIA
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022