Chi ci amministra > Consiglio comunale > Interrogazioni Consiliari > 2019

N. 193 11.11.2019

BARTOLOMEO PATRIZIA

Tra qualche giorno ricorrerà la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, è il 25 novembre. A questo proposito sicuramente per quell’occasione la città vivrà un calendario di iniziative per ricordare questa giornata che è importante che esista, benché sappiamo benissimo che il problema si protrae 365 giorni all’anno. A questo proposito volevo rivolgermi direttamente all’Assessore Maggi, che non c’è, ma sicuramente le verrà riportato. Indico lei come punto di riferimento, ben sapendo che il tema è ampio e complesso e concorrono più assessorati. Volevo sapere quali progetti sono in atto da parte dell’Amministrazione per avere un’attenzione circa la prevenzione a questo drammatico fenomeno. Abbiamo evidenziato nel precedente Consiglio come il problema, qualunque esso sia, richieda un importante percorso di prevenzione, tanto più la violenza contro le donne, un programma di prevenzione che deve riguardare le scuole, le famiglie e non solo. Intergenerazionale. Sappiamo, infatti, che la violenza avviene in tutte le fasce d’età.
A questo proposito, richiamando l’attenzione rivolta la volta scorsa circa i programmi di educazione sessuale e di affettività, se c’è una prospettiva da parte dell’Amministrazione di inserire questi percorsi, qualora non ci fossero, non mi sembra che ci siano, se non in maniera mirata in alcune realtà, e in che modo il tema abbia una rilevanza che non sia concentrata solo per quella giornata in maniera specifica.
Abbiamo letto che c’è stato un bando circa la nuova gestione del Centro antiviolenza. Mi farebbe piacere, come Consigliere, ma a tutto il Consiglio, che potesse essere invitata la referente o il referente di questa nuova gestione per conoscere il Centro antiviolenza a ripetere sempre i servizi che questa città offre. In questo caso non è solo di una città, ma di un sistema del Nord Milano, quindi ha ancora più valore il lavoro che viene svolto. Mi rivolgo a lei perché, magari, è sbagliata la mia indicazione e lei saprà sicuramente correggermi. Questi momenti di informazione, così come sono utili a noi Consiglieri, tanto più devono avere una rilevanza e una conoscenza della cittadinanza per tutti noi.

RISPONDE L’ASSESSORE VISENTIN

Cerco di dare una risposta per quanto più organica possibile sia alla Consigliera Bartolomeo che alla Consigliera Trezzi rispetto al Centro antiviolenza e al tema della violenza sulle donne più in generale. Il nuovo gestore del Centro Venus, come sapete, inizierà le nuove attività dall’1 gennaio, quindi direi che poi potremo tranquillamente organizzare anche un incontro di conoscenza, non so, possiamo pensare a una Commissione auditiva oppure a un incontro anche un po’ meno formale nei nostri uffici, troviamo il modo. Visto che l’ha chiesto lei, consigliera Bartolomeo, ci mettiamo d’accordo su quello. Poi se c’è qualcun altro che vuole aderire a questo invito, comunque organizziamo un incontro. Potrebbe essere una Commissione auditiva, magari abbinata a qualche altro argomento. Potrebbe essere anche quella l’occasione per farci spiegare un po’ più nei dettagli quali sono i loro progetti, che sono, tra l’altro, dei progetti che gli hanno permesso di vincere la manifestazione di interesse.
Per quanto riguarda sempre il Centro antiviolenza e i dati, proprio la scorsa settimana abbiamo fatto un po’ il punto, abbiamo visto che il numero di accessi è in aumento, ma questo non è un dato di per sé negativo perché l’aumento degli accessi potrebbe anche voler dire, anzi, spero che voglia dire, maggiore sensibilità, maggiore presa di coscienza di donne che subiscono le violenze e quindi si recano o al Centro oppure vanno al Centro passando anche attraverso le forze dell’ordine. Devo dire che riuscire a incrociare questi due dati, che sarebbero sicuramente due dati importanti, non è semplice, però stiamo lavorando in quella direzione per vedere il numero delle denunce e se il numero delle denunce collima o si avvicina agli accessi. Comunque a breve questi dati, appena li abbiamo un po’ rielaborati, al di là di dire 200 accessi tanto per dare un numero, li possiamo tranquillamente fornire anche in occasione del 25 novembre, magari alla presentazione di uno spettacolo. Ad esempio il 23 abbiamo uno spettacolo al Pertini, come ci sono anche altri spettacoli. Poi tutta la rassegna la potrete leggere sul sito e qualche cosa magari la teniamo anche come sorpresa rispetto ad identificare attraverso qualche mezzo in città oppure sottolineare la necessità di avere un maggiore rispetto e un innovativo modo di affrontare il tema della violenza sulle donne.
Ci sarà tutta una serie di eventi, principalmente destinati a fare in modo che ci sia maggiore divulgazione. Rispetto alla divulgazione e alla prevenzione, già nel quaderno di quest’anno sono previsti degli incontri e delle attività. È chiaro che poi questi incontri e queste attività dovranno avere anche un numero di persone, di studenti che vogliono aderire. Come forse ho già detto in precedenza, stiamo cercando, e siamo già in una fase concreta, di far dialogare maggiormente i tre assessorati coinvolti su questo tema, vale a dire le Pari Opportunità, la mia delega sull’Assemblea dei Sindaci rispetto al Centro antiviolenza e la delega dell’Assessore Fumagalli sull’educazione. Riuscendo a mettere insieme queste tre forze in modo sinergico, possiamo essere anche, forse, speriamo, più incisivi, soprattutto dal punto di vista della scuola. Iniziative per il 25 novembre ce ne sono e ce ne saranno sicuramente, le vedrete sul sito, sarete informati e sarete anche invitati. Il numero degli accessi possiamo darvelo, organizzeremo un incontro con i nuovi gestori, troviamo la modalità. Credo che non ci sia nient’altro, su questo tema direi di no.

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022