Chi ci amministra > Consiglio comunale > Interrogazioni Consiliari > 2019

N. 130 08.07.2019

CATANIA ANDREA

Un’altra interrogazione, sempre per l’Assessore Berlino, riguarda invece il tema degli eventi in piazza, sui quali – lo voglio dire a scanso di equivoci – faccio i complimenti rispetto a quello che si sta facendo. Questa è un’iniziativa positiva e ben vengano iniziative di questo tipo di animazione della piazza. Io non ho potuto partecipare alle ultime, ma so che hanno avuto un buon esito, quindi è positivo e si vada avanti da questo punto di vista, perché quello che anima la piazza e la città, indipendentemente da chi lo fa, è comunque qualcosa di positivo, soprattutto quando lo si crea e lo si costruisce con il territorio.
Volevo però chiedere un chiarimento che si ricollega a una mia vecchia interrogazione, che è la n. 106/2018, nella quale io chiedevo, rispetto all’allora notte bianca del 29 settembre dell’anno scorso, qual era stato il costo totale dell’iniziativa, gli oneri diretti a carico dell’Amministrazione, quindi in questo caso quali erano questi oneri, i costi eventuali a carico di altri soggetti, quindi in questo caso il dettaglio delle attività svolte dagli altri soggetti e quali erano gli altri soggetti, e anche eventuali sponsorizzazioni, chiedendo anche i nomi e che cosa avevano messo per sostenere l’evento. Nel rinnovare questa interrogazione, ne pongo una nuova, porgendo le stesse domande anche rispetto agli ultimi eventi organizzati, dal concorso Fatti sentire alla festa del 7 luglio, fino alla Cena in Bianco, che sono eventi positivi e andati bene, quindi è un bene che vengano fatti e possono essere fatti di nuovo. Rinnovo ovviamente anche la domanda rispetto al 29 settembre 2018 e alla precedente edizione della notte bianca. Visto che mi rendo conto che la domanda richiede una risposta dettagliata, anticipo già che per questa interrogazione chiedo una risposta per iscritto, quindi nessun problema non ricevere oggi risposta e riceverla per iscritto.

Risponde il Vicesindaco Berlino:
arrivo anche alla seconda interrogazione che lei ha fatto, cioè quanto ci costano gli eventi che facciamo in piazza. Tenga conto, Consigliere, che a Cinisello non facciamo solo eventi in Piazza Gramsci, ma cerchiamo di organizzare eventi anche in altre parti della città, anche perché queste sono le sollecitazioni che ci arrivano. Ad esempio un paio di settimane fa si è svolta la notte bianca nel quartiere Borgo Misto e la settimana prossima ad esempio ci sarà una festa analoga su due giorni in Piazza Costa. Questo per non limitare alla sola Piazza Gramsci la realizzazione di eventi.
È evidente che Piazza Gramsci resta la piazza principale, per cui lì è possibile fare eventi anche di maggior spessore, più che altro per quanto riguarda il numero di cittadini che possono intervenire e partecipare a questi eventi.
Le posso dire che, rispetto alle domande che faceva, l’Amministrazione comunale sta cercando, e credo di poterlo dire con soddisfazione, di far pesare quanto meno possibile nelle casse dell’Amministrazione comunale il costo di questi eventi. Questo perché riusciamo, attraverso collaborazioni, a fare in modo che l’Amministrazione comunale nella gran parte dei casi si limiti a intervenire per esempio sui costi relativi alla relazione sulla sicurezza, quelli sul pagamento dei diritti SIAE o la stampa dei manifesti. Se vorrà la risposta per iscritto, gliela darò, però so che è molto attento e sa come funziona la macchina comunale. Sa molto bene che per ogni tipo di manifestazione esistono delle delibere di Giunta laddove viene elencato per filo e per segno quali sono i costi reali sostenuti dall’Amministrazione. È evidente che l’Amministrazione comunale non può e non vuole entrare, almeno negli atti ufficiali, nel conoscere quali sono i costi ad esempio che sostengono le associazioni che collaborano con noi. Le faccio un esempio: con la Milleunoeventi, nel momento in cui porta quel famoso camion palco, che abbiamo già visto su due manifestazioni, è evidente che c’è una sponsorizzazione, che però non tocca l’Amministrazione comunale. Sono rapporti tra l’associazione che crea l’evento e l’eventuale sponsor che interviene a sostegno dell’iniziativa.
L’evento di ieri è organizzato con la BFC, la quale si è adoperata nell’organizzazione e nel fare arrivare tutti gli street food. Sono rapporti che intervengono tra di loro e nei quali l’Amministrazione non ha nessuna intenzione di entrare. A noi interessa la riuscita della manifestazione e cerchiamo di intervenire, come già detto, con costi davvero minimali, che non sono nient’altro che quelli della stampa dei manifesti, della SIAE o della relazione sulla sicurezza, che è necessaria ogni qualvolta si fanno eventi dove si presume arrivino diverse centinaia di persone.
Può tranquillamente andare a vedere tutte le delibere di Giunta che vengono fatte antecedentemente all’iniziativa e potrà verificare personalmente quali sono gli effettivi costi che sostiene l’Amministrazione per questi eventi.

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it
    .

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022