Chi ci amministra > Consiglio comunale > Interrogazioni Consiliari > Archivio legislatura 2013-2018 > 2013

n. 53 14.10.2013

RICCARDI ALESSANDRA

La nostra prima interrogazione riguarda l’amianto. A seguito di una richiesta di accesso agli atti riguardanti l’affidamento del servizio di censimento e mappatura dei siti di proprietà comunale contenenti amianto effettuati ci è stata fornita la documentazione con le lettere del tecnico che ha effettuato i sopralluoghi in cui vengono identificati gli edifici con presenza di amianto e relazione su come intervenire per mettere in sicurezza gli stessi. I siti in cui è presente l’amianto sono la scuola elementare “Buscaglia” di via Paisiello, la scuola materna “Gran Sasso” in via Gran Sasso, la scuola superiore “Falco” in via Gran Sasso, il Municipio di via XXV aprile e la sede dell’associazione Area Valmonte in viale Matteotti. Vorremo sapere quindi se tali edifici sono stati messi in sicurezza sulla base delle indicazioni che sono state fornite dal tecnico e se visto l’elenco dei siti ci sia stato qualche mutamento nella composizione dell’elenco fornito. Inoltre vorremmo sapere se nei terreni comunali è presente l’amianto. ….. intervento fuori microfono…..Alcuni sono datati 19 luglio 2011 e 28 aprile 2011.

Risponde l’Assessore Ruffa:

Daremo una risposta tecnica più precisa, nelle scuole abbiamo già investito nello scorso anno – i lavori sono stati eseguiti quest’anno nei mesi di luglio e settembre – più di 1 milione di euro per la riqualificazione di gran parte degli edifici scolastici, abbiamo a breve a settembre partecipato a un bando regionale per quindici scuole per poter avere dei finanziamenti per ristrutturare parte degli edifici pubblici e mettere in sicurezza parte degli edifici pubblici scolastici che ancora necessitavano delle migliorie. Dal punto di vista dell’amianto i nostri edifici sono esenti dalla presenza di questo inquinante. Solo in due casi – sarò più puntuale nella risposta scritta – c’è una percentuale di amianto inferiore all’1 per cento che non è legata a elementi strutturali dell’edificio ma al fatto che negli anni passati in cui sono stati realizzati questi edifici alcune tipologie di colle che erano utilizzate per posare la pavimentazione erano in percentuali bassissime (inferiori all’1 per cento) costituite da componente di fibre di amianto. Queste non provocano alcun pericolo se non nel momento in cui un operatore interviene per esempio facendo dei lavori, trapanando la superficie o comunque andando a creare degli interventi ad hoc che vanno a lesionare la pavimentazione della struttura. L’unica scuola che presenza solo in una parte di un’aula questa tipologia di colla è la scuola “Buscaglia”, ma sarò più preciso nella risposta scritta, ed è già in previsione il fatto che l’anno prossimo verrà risistemato e i lavori nelle scuole possono essere fatti nel periodo di chiusura delle scuole. In percentuale c’è lo stesso problema anche in una parte dell’edificio in cui siamo, quello del Comune, nell’area dove si trovano gli uffici tributi dove c’è una parte della pavimentazione che presentava queste caratteristiche nei collanti usati allora nella realizzazione. Qui probabilmente si ricorrerà nella fase di sistemazione dell’edificio a una posa della pavimentazione al di sopra di questa già presente perché per poter rimuovere quel tipo di colla bisognerebbe tenere per parecchio tempo l’ufficio chiuso e agire con tutti i crismi per la rimozione corretta dell’amianto, e mentre nella scuola si può fare durante il periodo di chiusura estivo per l’edificio pubblico comporterebbe una chiusura per parecchio tempo della struttura stessa.

PDF - 445.1 Kb
Risp. 2013 n. 53 RICCARDI
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022