Chi ci amministra > Consiglio comunale > Interrogazioni Consiliari > 2020

N. 147 28.07.2020

CATANIA ANDREA

L’interrogazione la rivolgo all’ Assessore Berlino durante il dibattito in Aula intorno al Bilancio, so che ne è stato informato, è stato votato all’unanimità un ordine del giorno, al di là dei dettagli che non vado a riprendere perché è stato anche oggetto di modifica, però la richiesta che era stata fatta era quella di uscire con una programmazione delle risorse entro quest’anno, con la consapevolezza comune rispetto al fatto che l’utilizzo delle risorse del PII “Bettola” è urgente e che sia, in qualche modo, impiegato in questo momento, perché la crisi che colpisce l’artigianato e i negozi di vicinato è una crisi che c’è oggi, quindi se non aiutiamo oggi i negozi a restare aperti il rischio è che domani gli stessi chiudano e poi sappiamo quando sia difficile far riaprire un negozio dopo che l’attività d’impresa ha chiuso. A riguardo, ad esempio, abbiamo visto com’è uscito il bando di sostegno ad alcune spese d’investimento con un rimborso pari al 50 per cento, per un importo massimo di 10 mila euro, questo è un bando, se non erro, finanziato dalla Regione Lombardia e ci siamo chiesti per quale motivo, ad esempio, non si fosse pensato, visto l’importo esiguo, per quanto importante, dei fondi regionali, d’integrare questo fondo con quanto a disposizione da parte dell’Amministrazione con le risorse del PII “Bettola”. Ci saremmo aspettati una condivisione a livello di distretto prima che uscisse il bando per poter integrare queste risorse e quindi dare un sostegno maggiore ai commercianti, sia in termini di copertura, magari, dal 50 ad una percentuale più alta, ma anche per aumentarne la platea.

RISPONDE L’ASSESSORE BERLINO
Consigliere Catania, oneri di compensazione PII Bettola. Sì, lo so che è stato votato quest’ordine del giorno presentato dal suo Partito. L’utilizzo di questi fondi del PII Bettola, devo ricordarle, e mi spiace doverlo fare a lei che tra l’altro è stato Assessore al Commercio negli anni precedenti, però devo ricordarle che questioni di compensazione che oggi richiedete di utilizzare quanto prima, perché mi è arrivata voce che avete il timore che noi potessimo utilizzare questi fondi a fine legislatura, in piena campagna elettorale. Insomma, potremmo imparare da voi, visto quanto successo a fine della Legislatura precedente rispetto alla pubblicità in pompa magna degli interventi su Bettola, ce li ricordiamo, anche al Pertini, certi spazi allestiti per pubblicizzare il PII Bettola. Questi oneri verranno utilizzati quando sarà giusto utilizzarli. A Bilancio sono stati suddivisi nelle quattro annualità che ci restavano davanti, ma soprattutto questi fondi potevano essere utilizzati solo e dopo esclusivamente la creazione di quel famoso Comitato di gestione che era previsto a partire dal 2011 e che dal 2011 al 2020 nessuno si era preoccupato di porre in essere. Lei dice di no, ma è così. Lei conosce gli atti che ha fatto, ma nel 2011 era previsto il Comitato di gestione di quei fondi, mai messo in piedi.
A luglio del 2020, poco prima che partissi per le vacanze, così agognate dal consigliere Ghezzi, è stato finalmente costituito questo famoso Comitato di gestione che, peraltro, abbiamo dovuto attendere per poterlo costituire perché nel frattempo avevamo richiesto, anzi, avevate richiesto l’allargamento del perimetro per cui era inutile fare un Comitato di gestione in attesa di una risposta di Regione Lombardia sulla richiesta di allargamento del perimetro del distretto. Appena arrivata la risposta positiva, rispetto alla nuova perimetrazione, abbiamo dato vita al Comitato di gestione. Abbiamo già fatto diversi incontri con questo Comitato di gestione, consigliere Catania, e abbiamo anche già deciso cosa fare in breve tempo di questi fondi.
Lei ha chiesto: come mai non avete collegato alcuni di questi fondi al bando che avete appena emesso dei 100 mila euro? Non l’abbiamo fatto perché non era possibile farlo, non era possibile unire in uno stesso bando fondi che arrivano dalla Regione e fondi che sono destinati sicuramente al commercio, ma che hanno tutta un’altra modalità di spesa. Tanto più, e glielo posso anticipare, che una delle ipotesi che abbiamo fatto, di utilizzo di questi fondi, è sicuramente la possibilità di mettere un nuovo bando con ulteriori fondi, che non poteva essere collegato allo stesso, ma deve essere un bando distinto dal precedente. È un’ipotesi, un’altra ipotesi, e stiamo lavorando su questo, è cercare di capire se in qualche modo era possibile andare a ristornare le attività di quanto pagato ai fini della Tari in uno o due mesi di chiusura del lockdown. Sono dei conteggi che stanno facendo gli uffici in queste settimane, per cui le assicuro che quei fondi non li vogliamo tenere in saccoccia per periodi migliori, per farci la campagna elettorale. Condivido con lei, su questo sì, quei fondi vanno utilizzati in un periodo in cui le attività sicuramente hanno avuto grosse problematiche e, se possiamo venire incontro alle stesse, lo faremo sicuramente. Non le nascondo che nel frattempo, prima di pensare se queste strade che vogliamo intraprendere sono possibili, stiamo chiedendo alla Regione se questi fondi possono essere utilizzati a questi scopi. Per cui, siamo in attesa delle risposte che in Regione ci stanno danno, devo dire anche in maniera positiva rispetto alla possibilità di utilizzare questi fondi, ad esempio, per andare a restituire parte di quanto pagato a titolo di Tari, piuttosto che di Tosap, dagli esercizi commerciali, dalle attività commerciali in quei mesi di chiusura forzata, dovuta al Covid. Grazie.

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022