Chi ci amministra > Consiglio comunale > Interrogazioni Consiliari > 2020

N. 56 18.05.2020

MALAVOLTA RICCARDO

Chiedo alla nostra Amministrazione cosa si sta facendo per i più giovani, anche in vista della prossima estate, quindi dei centri estivi, anche per supportare le famiglie nell’affrontare questo periodo di ripresa, dove i genitori riprendono ad andare a lavorare. Volevo capire, almeno da quel punto di vista, cosa stiamo facendo noi, anche perché la riapertura della scuola – ahimè – non dipende da noi, non possiamo muoverci in autonomia, quindi quantomeno come stiamo sostenendo questi invisibili che sono i nostri ragazzi e le famiglie?

Risponde l’Assessore Fumagalli

Rispondo al consigliere Malavolta che ha accennato alla socialità dei bambini in questo periodo, rispetto anche ai centri estivi. Vediamo bambini assenti, bambini invisibili in questo decreto, in modo particolare quelli piccoli, infatti se vediamo nelle linee guida non viene considerata la fascia 0-3 anni, qua dobbiamo anche valutare un attimino le cose. Per quanto una programmazione verso una socialità, verso l’estate, verso l’area aperta, verso l’apertura dei parchi abbiamo anticipato i tempi, anche in previsione di una ripresa in base anche alle indicazioni date da questo Governo, che continuavano ad essere frammentarie e continuano tuttora, appunto, anche con delle norme in continua evoluzione. La cosa che abbiamo fatto subito è stato sbloccare il bando delle associazioni che poi diventeranno i gestori dei nostri centri estivi, infatti si è concluso, in questo momento sono 4 i gestori che hanno presentato la domanda, generalmente venivano prese 3, adesso confermeremo i 4 gestori proprio per il bisogno che abbiamo di più spazi e di più persone, perché, comunque, visti i numeri e i rapporti tra educatori e bambini sicuramente ci saranno grandi bisogni. La cooperativa Fides continuerà nella gestione dei centri estivi e della scuola dell’infanzia. Oltre all’aspetto organizzativo di questi centri estivi c’è anche da tener conto dell’aspetto economico che non è da sottovalutare, tenendo conto anche del periodo in cui ci troviamo, in un grosso debito, ma sicuramente l’aspetto educativo prevarrà su tutto. L’auspicio di quest’Amministrazione è di offrire ai nostri ragazzi proprio la possibilità di tornare ad avere un percorso educativo, sociale e di gioco con un servizio adeguato. Questo è chiaro.
Nelle linee guida risulta assente la fascia 0-3 dove non si accenna assolutamente a dei programmi. Questi bambini hanno già sacrificato una parte importante del loro sviluppo psicofisico. Avevamo già ipotizzato, da parte nostra, un mini inserimento con un minigruppo in via sperimentale, ma, chiaramente, questo ci è stato bocciato, perché se andiamo a leggere le linee guida il rapporto è uno a uno. Vedremo di valutare bene anche quest’aspetto da tradurre in proposte concrete. Abbiamo già avuto, nel frattempo, anche degli incontri interlocutori con altre realtà del territorio e stiamo lavorando, soprattutto, anche in funzione degli spazi, perché il problema fondamentale sono gli spazi, quindi se prima ci servivano, magari, due o tre scuole, adesso dovremmo, magari, mettere a disposizione tutte le scuole del territorio e anche altri spazi, quindi questo lo stiamo valutando, anche perché le linee guida sono appena arrivate, però, pur avendo fatto un pensiero in precedenza, bisogna mettersi veramente a tavolino. Valuteremo tutti questi spazi, come dicevo, naturalmente, perché il tutto avvenga in piena sicurezza.
È già stata fatta una mappatura degli edifici scolastici e soprattutto dei giardini. Da questo punto di vista è quello che stiamo facendo, stiamo lavorando.

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022