Newsletter

Grande successo della Cena di Gala in villa Ghirlanda, presto altre iniziative di raccolta fondi per il restauro

E’ arrivata a 28.500 euro la cifra donata dai cittadini in occasione della Cena di Gala in villa Ghirlanda, primo evento della campagna di raccolta fondi “Riveliamo il passato per dargli un futuro”, lanciata dall’Amministrazione comunale per contribuire al restauro di affreschi e altri apparati decorativi di quello che è considerato un luogo simbolo della città, prezioso esempio del patrimonio storico-artistico.
Un’iniziativa di grande successo che ha visto la presenza di 70 ospiti tra imprenditori, commercianti e rappresentanti del mondo associativo a cui si sono aggiunti in seguito altri donatori. Una rievocazione storica della vita ai tempi dei conti Silva con menù, musiche e personaggi in costume dell’800, realizzata anche grazie al contributo di due sponsor: La Trave, che ha curato il catering, e Streghe e Fate che ha fornito gli abiti d’epoca per i figuranti, oltre che della Civica Scuola di Musica. Ora la campagna “Riveliamo il passato per dargli un futuro” proseguirà nei prossimi mesi con altre iniziative che coinvolgeranno l’intera cittadinanza, vista l’opportunità offerta anche per il 2015 dal Decreto Art Bonus (Legge 106/2014) di detrarre il 65% della cifra donata. In ogni caso, già da ora, chi lo desidera può contribuire con una erogazione liberale che va effettuata tramite bonifico sul conto corrente del comune di Cinisello Balsamo: IBAN IT26 U030 6932 9341 0000 0300 001, Causale: "Riveliamo il passato per dargli un futuro". Tute le informazioni sull’andamento della campagna si trovano sulla pagina dedicata del sito istituzionale.

Data ultima modifica: 8 gennaio 2015
27283
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Per informazioni: info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022