Area Stampa > Comunicati Stampa > 2021 > Gennaio 2021

Piscina Paganelli: “Strumentale il metodo scelto da Asa per comunicare la possibile chiusura”

Comunicato stampa del 20 gennaio 2021

È per bocca dell’assessore allo Sport e Cultura Daniela Maggi che l’Amministrazione comunale interviene sulla notizia della possibile chiusura della Piscina Paganelli relativamente all’attività agonistica.

“Abbiamo appreso solo dalle famiglie degli iscritti e dai giornali della possibile chiusura dell’impianto per l’attività agonistica, unica attività consentita in questo periodo. Rimaniamo sconcertati dal metodo e dall’atteggiamento della Società Asa che è l’opposto di quello da noi sempre dimostrato nei loro confronti”, ha dichiarato l’assessore.

“La nostra amministrazione si è sempre dimostrata attenta e a favore dell’inclusione e della partecipazione. In questi mesi siamo stati accanto a tutti coloro che ci hanno presentato le loro difficoltà e le nostre porte sono sempre state aperte. Se Asa fosse venuta a confrontarsi con l’Amministrazione avrebbe trovato ascolto – ha proseguito Daniela Maggi – La scelta è stata invece quella di far leva sugli atleti e sulle loro famiglie.
Risulta dunque chiaro che si tratta di un atteggiamento strumentale che va contro tutti i principi dello Sport.

“Ricordiamo che l’impianto è di proprietà comunale e per la gestione Asa versa un canone annuo di 1.240 euro, a dimostrazione del fatto che per le Amministrazioni la priorità è la pratica dello sport e il benessere dai ragazzi, al di là di ogni interesse economico” - spiega la Maggi - Inoltre già dai primi mesi del lockdown abbiamo sospeso gli affitti delle palestre e prolungato le concessioni delle gestioni degli Impianti sportivi, misure che si aggiungono ai contributi erogati da Regione Lombardia e dal Governo.

E ancora “Purtroppo gli atteggiamenti della Società sono sotto gli occhi di tutti, l’ultimo esempio riguarda il ricorso presentato al Tar contro l’Amministrazione comunale, dopo che il Comune ha deciso di revocare la gestione della pista di pattinaggio ad Asa per il rifiuto della stessa di far accedere un’altra Società di pattinaggio, atteggiamento che è contro ogni valore che è proprio dello Sport. È di questi giorni il pronunciamento del Tar a favore del Comune”.

“Sicuramente la situazione scoraggia ogni tipo di sforzo organizzativo da parte delle diverse attività che purtroppo viene vanificato dalle continue e improvvise restrizioni. Altre Società sportive infatti non sono nemmeno partite con le attività agonistiche”, ha concluso l’assessore Maggi.

In questi giorni gli uffici stanno esaminando la situazione e a breve l’Amministrazione comunale incontrerà una delegazione di famiglie dei nuotatori per ascoltare le loro istanze.

Data ultima modifica: 20 gennaio 2021
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022