Servizi > Ambiente > Animali > " >Gli animali "indesiderati": zanzare e afidi

Il pipistrello: un prezioso alleato

I pipistrelli sono efficienti e innocui alleati nella lotta biologica alle zanzare e ad altri insetti dannosi per le colture; infatti, questi straordinari mammiferi arrivano a mangiare da 1000 a 2000 zanzare per notte. In virtù del riconoscimento di tale ruolo da parte delle istituzioni nazionali e comunitarie, essi sono tutelati da specifiche normative. In Italia vivono ben 34 diverse specie di pipistrelli, rappresentano circa il 30% di tutte le specie di mammiferi selvatici presenti nel nostro Paese. Ogni specie ha le proprie preferenze nella scelta degli ambienti da frequentare, delle prede da cacciare e dei rifugi che occuperà. I pipistrelli hanno caratteristiche davvero singolare: sono gli unici mammiferi che sanno volare e grazie a un sofisticato sistema “radar” a ultrasuoni riescono a “vedere” anche nell’oscurità. Inoltre sono capaci di andare in letargo e sopravvivere senza cibo ai lunghi mesi invernali. Possiamo senza dubbio considerarli tra i vertebrati più specializzati della nostra fauna.

In questi ultimi anni, in numerosi paesi del mondo industrializzato, si è assistito a un drastica diminuzione numerica di questi mammiferi volanti che risentono in modo significativo di qualsiasi alterazione ambientale a causa dell’uso massiccio di pesticidi, un’errata gestione forestale, l’urbanizzazione e l’inquinamento delle campagne; tutte adulterazioni che mettono a rischio la sopravvivenza di questo gruppo animale. Inoltre negli ambienti urbani si sono ridotte notevolmente le possibilità di trovare rifugi in vecchie abitazioni, muri e ponti; il modo di costruire moderno non lascia pertugi, fessure e buchi che possano essere utilizzate dai pipistrelli come riparo o come sito di nidificazione. Per contribuire alla salvaguardia dei chirotteri gli zoologi del Museo di Storia Naturale di Firenze, con la collaborazione di Unicoop Firenze, hanno messo a punto un progetto per la diffusione delle bat box: piccole casette di legno, da collocare in luoghi appositamente individuati, che fungono da rifugio per questi efficienti predatori di insetti. Si tratta di un intervento che contribuirà alla ripopolazione dei chirotteri offrendo a questi mammiferi volanti (che a differenza degli altri uccelli, non si costruiscono un nido ma sfruttano rifugi già esistenti) un riparo dove dormire, ripararsi dalle intemperie e riprodursi.

  • Scarica la guida: Un pipistrello per amico – Breve guida ai pipistrelli e alle bat box (2007), a cura del Museo di Storia Naturale di Firenze e Unicoop di Firenze.
  • Per realizzare la propria bat box: http://www.msn.unifi.it/CMpro-v-p-466.html
Data ultima modifica: 6 maggio 2010
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it
    .

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022