Area Stampa > Comunicati Stampa > 2016 > Giugno 2016

Nidi gratis anche per le famiglie cinisellesi in possesso dei requisiti

Anche Cinisello Balsamo ha aderito alla misura “nidi gratis” ed è nel primo gruppo dei Comuni idonei selezionati da Regione Lombardia.

Dal documento regionale si scopre che sono ben 211 le amministrazioni locali che in queste settimane hanno richiesto di aderire all’iniziativa e, di queste, 158 quelle valutate in possesso dei requisiti previsti dal programma che mira ad azzerare le rette pagate dalle famiglie per iscrivere i figli agli asili nido. “Apprendiamo con soddisfazione che Cinisello Balsamo è tra i primi Comuni selezionati dalla Regione e che potremo quindi offrire un’ulteriore opportunità alle famiglie sul nostro territorio” dichiara Letizia Villa, assessore alle Politiche educative.

I cittadini di questi Comuni, quindi anche i cinisellesi, che rispondono ai requisiti previsti dal bando potranno beneficiare del contributo, che si applica retroattivamente per chi risulta iscritto a partire dalla data del 1 maggio 2016.

Tre i requisiti necessari: avere un Isee inferiore o uguale a 20.000 euro; entrambi i genitori devono essere occupati, residenti in regione Lombardia e almeno uno dei due residente da 5 anni continui all’atto di presentazione della domanda. Nel caso di nuclei monogenitoriali i requisiti devono essere posseduti dal solo genitore presente.

Una volta ricevuto il contributo dalla Regione, l’ufficio Nidi provvederà a rimborsare alle famiglie beneficiarie le rette già versate e relative alle mensilità di maggio, giugno, luglio e agosto 2016.

Dal 1 settembre 2016 possono presentare domanda anche le famiglie i cui bambini frequenteranno il servizio nel prossimo anno scolastico.

Data ultima modifica: 15 giugno 2016
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it
    .

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022