Servizi > Villa Ghirlanda Silva > News

Cinisello Balsamo si racconta: testimonianza di vita nelle corti

Ha inizio dal 30 giugno “Cinisello Balsamo si racconta: testimonianze di vita nelle corti”: una proposta culturale che indaga la storia, le tradizioni e l’identità locale della nostra città. Protagonisti dell’iniziativa saranno i volontari dell’associazione Amici del Pertini e di Villa Ghirlanda, nel doppio ruolo di testimoni diretti ed interpreti. Saranno proprio i volontari a condividere i ricordi della loro infanzia, le tradizioni e le memorie della vita nelle corti di Balsamo e Cinisello, in particolare i riti quotidiani e le occasioni di socialità di un tempo non troppo lontano, ma ormai quasi dimenticato. Le testimonianze orali, riferite ad un periodo che spazia tra il 1940 e il 1970, toccheranno diversi temi e argomenti: dal cibo, al vestiario, dal gioco dei bambini, fino alle festività e ai ricordi di scuola. Una giornata sarà dedicata ai ricordi dell’epidemia dell’Influenza asiatica, un periodo che richiama il nostro presente e quello che ciascuno di noi ha vissuto in questi mesi.
Il calendario dell’iniziativa prevede sei appuntamenti così suddivisi: 30 giugno -La vita nelle corti, 7 luglio -Come giocavano i bambini nelle corti, 14 luglio -Il cibo di una volta, 21 luglio -Le festività nelle corti, 28 luglio - Infanzia a S.Eusebio, 4 agosto -La vita prima e dopo l’Asiatica.

“Come giocavano i bambini nelle corti” è il tema del secondo episodio della proposta culturale che indaga la storia, le tradizioni e l’identità locale della nostra città. Ruggero Labianca, Riccardo Luconi e Stefano Polenghi, volontari dell’associazione “Amici del Pertini e di villa Ghirlanda”, sulla base di una testimonianza scritta da Luigia Centurelli, ci riportano all’infanzia degli anni ’50/’60 dove bastavano pochi materiali, un gruppo di amici e tanta fantasia per giocare e divertirsi insieme.

Per il terzo episodio della proposta culturale che indaga la storia, le tradizioni e l’identità locale della nostra città ritornano protagonisti i volontari dell’associazione “Amici del Pertini e di villa Ghirlanda” Gianni Pacchetti, che racconterà il lavoro di squadra nei campi per raccogliere e sgranare il granoturco, e Fulvio Villa che, rievocando i profumi del cibo che si propagavano dalle cucine di un tempo, farà affiorare alla mente infiniti ricordi d’infanzia.

Prosegue con il quarto episodio dedicato alle festività nelle corti la proposta culturale che indaga la storia, le tradizioni e l’identità locale della nostra città, raccontata dai volontari dell’associazione “Amici del Pertini e di villa Ghirlanda”. Stefano Polenghi e Beatrice Motisi, interpretando una testimonianza di Angelo Borgonovo, rievocano alcuni aneddoti religiosi della “còrt della Madona Sunta” di Cinisello e delle festività che erano vissute in maniera molto sentita, soprattutto sotto il profilo liturgico. Tiziana Banfi invece ci porterà nel clima festoso della sagra dell’ “Uffizi de Cinisell” ai tempi in cui era bambina, nella metà degli anni ’60 .

Grazia De Vizzi, volontaria dell’associazione “Amici del Pertini e di villa Ghirlanda”, è la protagonista del quinto episodio della proposta culturale che indaga la storia, le tradizioni e l’identità locale della nostra città. I suoi ricordi riportano all’antico borgo di S.Eusebio, quando era una bambina, intorno agli anni ’50 e ’60, e ad alcuni particolari riguardanti la scuola elementare che sono rimasti impressi indelebilmente nella sua memoria.

Il ciclo di episodi della proposta culturale che indaga la storia, le tradizioni e l’identità locale della nostra città termina con la testimonianza di Angelo Borgonovo, volontario dell’associazione “Amici del Pertini e di villa Ghirlanda”, riguardante la vita prima e dopo l’Asiatica.
Un ricordo di un’epidemia che si propagò nel 1957 e che per alcuni aspetti potrebbe essere paragonata a quella che abbiamo vissuto e stiamo ancora vivendo ai giorni nostri a causa del Covid-19.
Nonostante le sofferenze provocate da questa influenza il racconto ci spinge comunque ad intravedere un lato positivo anche nelle avversità.

Data ultima modifica: 2 dicembre 2020
54096
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it
    .

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022