Servizi > Pagine giovani > Eurodesk - Opportunità di Mobilità Europea > Volontariato all’estero > I Volontari Raccontano > SVE in Danimarca - Damiano

SVE in Daniamrca - Damiano Ferrari a Nykøbing. Parte 2.

Damiano Ferrari è tornato da pochi giorni da Nykøbing, dove ha trascorso 6 mesi come volontario all’interno del centro culturale della città.

Ecco come racconta la sua esperienza:

"Un’esperienza forte, sicuramente di cambiamento, davvero molto accessibile e che consiglio vivamente se siete interessati a uno sguardo più ampio all’Europa e all’internazionalità. Per quanto mi riguarda sono rimasto molto soddisfatto, ho lavorato in un ambito per me totalmente nuovo, cercando di inserire le mie capacità e i miei interessi nelle necessità del centro culturale ospitante.

L’obiettivo è stato creare e supportare eventi culturali per la comunità locale, attraverso la piattaforma di Culthus. Il mio ruolo è stato rivolto soprattutto alla creazione di elaborati grafici-digitali, come locandine, poster, flyers, per promuovere i nostri eventi all’interno della città e attirare maggiormente l’attenzione dei giovani.

Molto interessante è stato anche il lavoro svolto alla "Fabrikken", una fabbrica recuperata e riadatta alle esigenze e desideri giovanili, quindi dotata di skatepark, parete per l’arrampicata, zona concerti; un luogo molto potente a livello potenziale ma poco sfruttato, che attraverso una migliore gestione e un’operazione di rinnovamento sta diventato sempre più un luogo importante all’interno della vita cittadina.

Il nostro obiettivo, a livello generale, si basava infatti su questo: rivitalizzare la regione intorno a Nykobing, chiamata Lolland-Falster, cercando di trattenere le potenzialità giovanili locali, che sempre più si stanno dirigendo verso la capitale, Copenhagen, lasciando questa vuota di energia.

Gli eventi organizzati sono stati tra i più vari e, in senso buono, “assurdi” che potevo pensare: a partire da serate “speed daiting” a concerti, esposizioni artistiche, tornei di “DogdeBall”, Workshop artistici e sportivi, sfilate di moda; tutte le idee erano ben accolte e il centro culturale era sempre disponibile a creare eventi importanti per la cittadinanza. Un’atmosfera molto bella dove lavorare e soprattutto una grande apertura alle tue idee.

Ho partecipato a un paio di training formativi, dove è stato possibile conoscere gli altri volontari EVS sparsi sul territorio danese e condividere esperienze e pensieri sulla propria attività. Il progetto è stato integrato anche con due scambi internazionali, partecipando attivamente alla preparazione e alla buona riuscita di questi.

Sicuramente è una buona opportunità per migliorare l’uso della lingua inglese, attraverso l’uso quotidiano, e anche di imparare la lingua danese per comprendere discorsi e testi a un livello base, per un miglior rapporto con la cittadinanza.

Ma le competenze che ho sviluppato maggiormente sono quelle sociali e civili, rivolte a una tipologia lavorativa basata sul team-working, quindi lavori collettivi, sia con le altre organizzazioni sul territorio, sia con gli studenti dell’università della città, BLM University, sia con i volontari provenienti dalla città. Quindi gli eventi sviluppati spesso erano il risultato di un lavoro svolto dalla collaborazione di più organizzazioni, di più idee; una sintesi quindi di un lavoro collettivo molto partecipato.

I rapporti personali con la gente locale sono stati, sinceramente, abbastanza difficili da stabilire, ma una volta entrato a far parte della loro vita, questi si rivelano delle esperienze davvero molto sentite. Dall’università della città ho conosciuto davvero un sacco di ragazzi, soprattutto provenienti dal Nord-Est Europa , quindi per me un contatto con una cultura nuova, ovviamente molto formativo a livello personale.

Molto importante è stato il rispetto delle tradizioni e delle differenze culturali, che per quanto possano sembrare strane e alle volte anche in disaccordo con le mie idee, sono parte della società e quindi mantenersi comprensivi è stato ed è, secondo me, essenziale. Ricordarsi di giudicare persone ed esperienze attraverso, non solo il tuo punto di vista, ma con una nuova prospettiva di pensiero.

Obiettivo molto ricercato e anche realizzato è stato voler diventare parte della vita civica della città, avere un ruolo attivo, sentirsi partecipe e utile; quando la gente ti cerca per avere un aiuto nei loro progetti, un po’ ce l’hai fatta.
In ogni caso, straconsigliato a tutti."

Per vedere le foto della sua esperienza cliccate sul profilo facebook delle pagine giovani!

Data ultima modifica: 10 gennaio 2014
21919
21920
21921
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022