Servizi > Tributi > CANONE UNICO PATRIMONIALE (DAL 2021)

CANONE UNICO PATRIMONIALE

INTRODUZIONE
La nuova tipologia di entrata è stata introdotta dall’articolo 1, commi 816-847, della Legge 160/2019 e persegue l’obiettivo di unificare il regime del prelievo fiscale previgente in materia di Tassa o del Canone Occupazione Spazi ed aree pubbliche, Imposta Comunale sulla pubblicità e Diritti sulle pubbliche affissioni.

A decorrere dal 1° gennaio 2021 è pertanto istituito il Canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria, comunemente denominato "Canone unico", e sostituisce: la Tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche, il Canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche, l’Imposta comunale sulla pubblicità ed il Diritto sulle pubbliche affissioni, il Canone per l’installazione dei mezzi pubblicitari ed il Canone di cui all’articolo 27, commi 7 e 8, del Codice della strada, di cui al Decreto Legislativo 30 aprile 1992, n. 285.
Il canone è comunque comprensivo di qualunque canone ricognitorio o concessorio previsto da norme di legge e dai regolamenti comunali, fatti salvi quelli connessi a prestazioni di servizi.

ABROGAZIONI
Sono abrogati i capi I e II del Decreto Legislativo n. 507/1993, gli articoli 62 e 63 del Decreto Legislativo n. 446/1997 e ogni altra disposizione in contrasto con le presenti norme.

Restano ferme le norme che disciplinano la propaganda elettorale.

PRESUPPOSTO DEL CANONE
a. l’occupazione, anche abusiva, delle aree appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile degli enti e degli spazi soprastanti o sottostanti il suolo pubblico;
b. la diffusione di messaggi pubblicitari, anche abusiva, mediante impianti installati su aree appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile degli enti, su beni privati laddove siano visibili da luogo pubblico o aperto al pubblico del territorio comunale, ovvero all’esterno di veicoli adibiti a uso pubblico o a uso privato.

Il Canone è dovuto dal titolare dell’autorizzazione o della concessione ovvero, in mancanza, dal soggetto che effettua l’occupazione o la diffusione dei messaggi pubblicitari in maniera abusiva; per la diffusione di messaggi pubblicitari, è obbligato in solido il soggetto pubblicizzato.

Il Canone è determinato in base alla classificazione delle strade, alla durata, alla superficie espressa in metri quadrati o lineari, alla tipologia ed alle finalità della zona occupata del territorio comunale in cui è effettuata l’occupazione o diffusione di messaggi pubblicitari.

Si considerano temporanee le occupazioni o le esposizioni di messaggi pubblicitari di durata non superiore all’anno solare, con l’applicazione di apposite tariffe.
Si considerano permanenti le occupazioni o le esposizioni di messaggi pubblicitari di durata superiore a detto periodo, qualora effettuate a mezzo di impianti o manufatti di carattere stabile ed autorizzate con atti di valenza pluriennale, con applicazione della tariffa annuale per il calcolo del canone.

Il versamento del Canone è effettuato, direttamente al Comune, contestualmente al rilascio della concessione o dell’autorizzazione all’occupazione o alla diffusione dei messaggi pubblicitari. La richiesta di rilascio della concessione o dell’autorizzazione all’occupazione equivale alla presentazione della dichiarazione da parte del soggetto passivo.

I versamenti vanno effettuati presso la tesoreria comunale di Via Libertà 89

- con C/C bancario 100000300001 intestato a: Comune di Cinisello Balsamo
oppure:
- con bonifico Codice Iban IT 26U 03069 3293 41 00000 300001

indicando una delle seguenti causali :

CANONE UNICO OSP - PUBBLICITA’ 3010625

CANONI AFFISSIONI DIRETTE 3010620

TERMINI E SCADENZE DEL VERSAMENTO

  • Per le occupazioni e per le esposizioni pubblicitarie temporanee, il versamento del Canone deve essere effettuato in unica soluzione, contestualmente al rilascio della concessione o dell’autorizzazione.
  • Per le occupazioni e per le esposizioni pubblicitarie permanenti, il versamento del Canone relativo al primo anno di concessione od autorizzazione deve essere effettuato in unica soluzione, contestualmente al rilascio della concessione o dell’autorizzazione.
    Per gli anni successivi, il Canone deve essere corrisposto in unica soluzione entro il 31 MARZO di ciascun anno solare. Per importi superiori ad Euro 1.500,00 (millecinquento/00), è ammessa la possibilità del versamento in tre rate trimestrali aventi scadenza 31 marzo, 30 giugno e 30 settembre. Qualora la presentazione della domanda avvenisse dopo il 31 marzo è comunque possibile il pagamento rateale a condizione che il primo versamento sia contestuale alla concessione mentre il pagamento dell’ultima rata avvenga entro la fine dell’anno solare.

Limitatamente all’esercizio 2021, e solo per il primo anno di applicazione, con Deliberazione C.C. n. 18 del 15/04/2021 ad oggetto: "Approvazione del regolamento per l’applicazione del canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria e per la disciplina del canone mercatale, approvazione delle tariffe 2021 e modificazione al vigente piano generale degli impianti pubblicitari", sono state stabilite le seguenti scadenze:
- 16 settembre prima rata o unica rata;
- 16 ottobre seconda rata;
- 16 novembre terza rata.

Il Canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria è disciplinato dal Regolamento approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 18 del 15/04/2021.

ESONERO DAL VERSAMENTO DEL CANONE, PARTE OCCUPAZIONE, FINO AL 31 DICEMBRE 2021
L’articolo 30 del Decreto Sostegni ha prorogato fino al 31 dicembre 2021, in favore delle imprese di pubblico esercizio di somministrazione di alimenti e bevande e di quelle del commercio su aree pubbliche, ovvero gli operatori di mercati e fiere, l’esonero dal pagamento del Canone patrimoniale in argomento.

Attenzione, il materiale informativo pubblicato nella sezione non è esaustivo di tutta la normativa e non rappresenta una fonte ufficiale, per la quale bisogna far riferimento ai testi di legge pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale italiana.

Data ultima modifica: 3 agosto 2021
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022