Servizi > Centro Documentazione Storica > Anniversari e Ricorrenze > Aprile 2021

In memoria del Beato Carino da Balsamo

"La nostra città conserva pagine di storia e fede locale che meritano di essere approfondite e valorizzate.

Quella che viene raccontata attraverso i due contributi vede come protagonista Beato Carino e il miracolo della sua conversione, un fatto che ha generato e continua a generare unità e comunione.

Avremo il piacere di visitare, seppur virtualmente, i luoghi della memoria locale con le reliquie del Beato Carino, presso la Chiesa Parrocchiale di San Martino e leggere una sintesi sulla vita del Beato, immergendoci nel più ampio contesto storico-culturale del suo tempo.

Lo scorso anno, all’inizio della pandemia, abbiamo affidato al Beato Carino la nostra città, certi del suo sostegno e della sua protezione".

Il Sindaco
Giacomo Ghilardi

Il 28 Aprile ricorre la memoria della traslazione della prima parte delle Sacre Reliquie del Beato Carino da Balsamo che, nel 1934, dal Duomo di Forlì furono portate alla vecchia Chiesa di Balsamo.

Dopo una esistenza caratterizzata da malefatte, culminate nel crimine più grave dell’assassinio del Domenicano fra’ Pietro da Verona, Carino da Balsamo pentendosi, si convertì al bene. Entrato nell’ordine dei Domenicani di Forlì, spese la sua nuova esistenza terrena al servizio dei suoi confratelli e del prossimo sempre testimone dell’amore di Dio.

Divenne un luminoso esempio di perfezione religiosa, custode dell’osservanza della regola dei Domenicani, della Santa Povertà e della carità cristiana, rendendosi disponibile a tutti i lavori più umili e più pesanti.

Così, frà Carino, giorno dopo giorno, testimone della divina Misericordia, sino alla morte sopravvenuta nel 1293, percorse silenziosamente quel cammino di amore e umiltà che lo rese meritevole della Beatificazione.

Le sue Sacre spoglie mortali, ora custodite nel Simulacro in ceroplastica all’interno nella nuova Parrocchia di San Martino in Balsamo, riscuotono una sempre più crescente venerazione.
Non essendo certa ne la data di nascita ne quella di morte, segnalata il 1 Aprile 1293, da 87 anni, la Memoria liturgica del Beato Carino viene festeggiata ogni 28 Aprile, data che convenzionalmente coincide con quella della prima traslazione delle sacre reliquie, con una celebrazione solenne preceduta da sette giorni di predicazione e catechesi. Questa «Settimana Cariniana» è incentrata prevalentemente sul tema del perdono e della misericordia di Dio, quella stessa che mutò il cuore di Carino, che ormai pentito del proprio errore, testimoniò fino al termine dei suoi giorni l’amore Divino.

Quest’anno, il 28 Aprile, verranno celebrate tre messe con benedizione con la reliquia del Beato Carino; alle ore 9:00 alle ore 18:30 e quella Solenne alle ore 21:00

Ricordiamo il Beato Carino attraverso le parole di Don Enrico Marelli
e il contributo scritto dal cittadino di Cinisello Balsamo, Vittorio Giuseppe Rossin, appassionato di antichità e storia locale.

Intervista a Don Enrico Marelli Parroco della Chiesa Parrocchiale San Martino in Balsamo.

contributo di Vittorio Giuseppe Rossin

PDF - 2 Mb
In memoria del Beato Carino da Balsamo storia del Beato Carino da Balsamo - contributo di Vittorio Giuseppe Rossin - versione scaricabile

per ulteriori approfondimenti si segnala :

Libro " il Santo assassino" di Marco Bulgarelli, edizioni San Paolo

libro "Storia della chiesa cattolica" vol 10

libro "Storia della città e della diocesi di Como- di Cesare Cantù , Tip. Editrice Ostinelli, 1899 -pagg 423-424

Sacro Diario Domenicano pag 190- 191 ( si allegano le immagini)

GALLERIA

Aprile 1934 - foto ricordo della traslazione della prima parte delle reliquie del Beato Carino dal Duomo di Forlì alla Vecchia Chiesta di San Martino in Balsamo


Luogo dedicato al Beato Carino con teca contenente il simulacro


Simulacro del Beato Carino da Balsamo- Particolare del viso in ceroplastica

Incisione all’acquaforte rappresentante il martirio di San Pietro martire da Verona per mano di Pietro (Carino) da Balsamo- custodito all’interno della Chiesa Di San Martino in Balsamo

particolare dell’ incisione all’acquaforte


dipinto rappresentante il Beato Carino da Balsamo, custodito all’interno della Chiesa Di San Martino in Balsamo

Sacro Diario Domenicano pag 190-
Sacro Diario Domenicano pag 191

Progetto del Comune di Cinisello Balsamo- centro di documentazione storica con i contributi di Don Emilio Marelli e del signor Vittorio Giuseppe Rossin .

coordinamento progetto:
Caterina Testa

testo articolo di:

Caterina Testa

fotografie, grafica, impaginazione libretto e loghi:
Alessandro Vecchiet

video:
regia di Marco Trevisan
operatori Alessandro Vecchiet e Stefano Repossi

Data ultima modifica: 28 maggio 2021
57473
57497
57528
57530
57531
57532
57536
57537
57538
57539
57633
57634
57635
57877
57878
57879
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022