Politiche Sociali ed Educative > Welfare Generativo > Progetti Attivi > Re.I. Reddito di Inclusione Sociale

Re.I. - Cos’è e come funziona

Il Reddito di Inclusione (Re.I.) è una misura nazionale di contrasto alla povertà.
Il Re.I. si compone di due parti:
1. un beneficio economico, erogato mensilmente attraverso una Carta di pagamento elettronica (Carta Re.I)
2. un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa volto al superamento della condizione di povertà.

Il beneficio è concesso per un periodo massimo di 18 mesi, trascorsi i quali non può essere rinnovato se non sono trascorsi almeno 6 mesi.
Si precisa che dalla predetta durata massima del Re.I. devono essere, comunque, sottratte le mensilità di Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA), eventualmente già erogate al nucleo familiare.
Il progetto viene predisposto in collaborazione con i servizi sociali del Comune, che operano in rete con gli altri servizi territoriali (es. centri per l’impiego, ASST/ATS, scuole, etc.), nonché con soggetti privati attivi nell’ambito degli interventi di contrasto alla povertà, con particolare riferimento agli enti no profit. Il progetto coinvolge tutti i componenti del nucleo familiare e prevede l’identificazione degli obiettivi che si intendono raggiungere, dei sostegni di cui il nucleo necessita, degli impegni da parte dei componenti il nucleo a svolgere specifiche attività (es. attivazione lavorativa, frequenza scolastica, tutela della salute, etc.). Il progetto è definito sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni da parte dei servizi, insieme al nucleo.

Iter della domanda
→ La domanda va presentata da un componente del nucleo familiare all’ufficio Protocollo presso il Sportello Polifunzionale "Punto in Comune".
→ Il Comune raccoglie la domanda, verifica i requisiti di cittadinanza e residenza e la invia all’Inps entro 10 giorni lavorativi dalla ricezione e nel rispetto dell’ordine cronologico di presentazione.
→ L’Inps, entro i successivi 5 giorni verifica il possesso dei requisiti e, in caso di esito positivo, riconosce il beneficio.
Il versamento del beneficio è condizionato all’avvenuta sottoscrizione del Progetto Personalizzato e decorre dal mese successivo alla richiesta. Il beneficio economico viene erogato mensilmente attraverso una Carta di pagamento elettronica (Carta Re.I);

Carta Re.I.
La Carta Re.I., completamente gratuita, funziona come una normale carta di pagamento elettronica:
→ deve essere usata solo dal titolare
→ dà diritto a uno sconto del 5% sugli acquisti nei negozi e nelle farmacie convenzionate, con l’eccezione degli acquisti di farmaci e del pagamento di ticket
→ può essere utilizzata negli ATM Postamat per controllare il saldo e la lista movimenti
→ può essere usata per prelevare contante entro un limite mensile non superiore alla metà del beneficio massimo attribuibile. Permette inoltre:

  • gli acquisti in tutti i supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie abilitati al circuito Mastercard
  • il pagamento delle bollette elettriche e del gas presso gli uffici postali

Progetto di attivazione sociale e lavorativa
→ I Comuni devono avviare i Progetti personalizzati di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa, che vengono costruiti insieme al nucleo familiare sulla base di una valutazione multidimensionale finalizzata a identificarne i bisogni, tenuto conto delle risorse e dei fattori di vulnerabilità, nonché dell’eventuale presenza di fattori ambientali e di sostegno.
→ La valutazione è organizzata in un’analisi preliminare (da svolgere entro 1 mese dalla richiesta del Re.I.), rivolta a tutti i beneficiari.
→ Se in fase di analisi preliminare emerge che la situazione di povertà è prioritariamente connessa alla mancanza di lavoro, il Progetto Personalizzato è sostituito dal Patto di servizio o dal programma di ricerca intensiva di occupazione (previsti dal Dlgs. 150/2015, art. 20)
→ il Progetto deve essere sottoscritto da tutti i componenti del nucleo familiare.
Disposizione transitoria
Il Re.I. può essere richiesto nelle modalità di cui all’art. 9 del decreto legislativo 147/2017 dal 1 Dicembre 2017. Per coloro che presentano la domanda del Re.I. nel mese di dicembre 2017, l’ISEE dovrà essere ripresentato entro il 30 marzo 2018.

Data ultima modifica: 11 dicembre 2017

Il Reddito di Inclusione (Re.I.) è una misura nazionale di contrasto alla povertà.
Il Re.I. si compone di due parti:
1. un beneficio economico, erogato mensilmente attraverso una Carta di pagamento elettronica (Carta Re.I)
2. un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa volto al superamento della condizione di povertà.

Il beneficio è concesso per un periodo massimo di 18 mesi, trascorsi i quali non può essere rinnovato se non sono trascorsi almeno 6 mesi.
Si precisa che dalla predetta durata massima del Re.I. devono essere, comunque, sottratte le mensilità di Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA), eventualmente già erogate al nucleo familiare.
Il progetto viene predisposto in collaborazione con i servizi sociali del Comune, che operano in rete con gli altri servizi territoriali (es. centri per l’impiego, ASST/ATS, scuole, etc.), nonché con soggetti privati attivi nell’ambito degli interventi di contrasto alla povertà, con particolare riferimento agli enti no profit. Il progetto coinvolge tutti i componenti del nucleo familiare e prevede l’identificazione degli obiettivi che si intendono raggiungere, dei sostegni di cui il nucleo necessita, degli impegni da parte dei componenti il nucleo a svolgere specifiche attività (es. attivazione lavorativa, frequenza scolastica, tutela della salute, etc.). Il progetto è definito sulla base di una valutazione globale delle problematiche e dei bisogni da parte dei servizi, insieme al nucleo.

Iter della domanda
→ La domanda va presentata da un componente del nucleo familiare all’ufficio Protocollo presso il Sportello Polifunzionale "Punto in Comune".
→ Il Comune raccoglie la domanda, verifica i requisiti di cittadinanza e residenza e la invia all’Inps entro 10 giorni lavorativi dalla ricezione e nel rispetto dell’ordine cronologico di presentazione.
→ L’Inps, entro i successivi 5 giorni verifica il possesso dei requisiti e, in caso di esito positivo, riconosce il beneficio.
Il versamento del beneficio è condizionato all’avvenuta sottoscrizione del Progetto Personalizzato e decorre dal mese successivo alla richiesta. Il beneficio economico viene erogato mensilmente attraverso una Carta di pagamento elettronica (Carta Re.I);

Carta Re.I.
La Carta Re.I., completamente gratuita, funziona come una normale carta di pagamento elettronica:
→ deve essere usata solo dal titolare
→ dà diritto a uno sconto del 5% sugli acquisti nei negozi e nelle farmacie convenzionate, con l’eccezione degli acquisti di farmaci e del pagamento di ticket
→ può essere utilizzata negli ATM Postamat per controllare il saldo e la lista movimenti
→ può essere usata per prelevare contante entro un limite mensile non superiore alla metà del beneficio massimo attribuibile. Permette inoltre:

  • gli acquisti in tutti i supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie abilitati al circuito Mastercard
  • il pagamento delle bollette elettriche e del gas presso gli uffici postali

Progetto di attivazione sociale e lavorativa
→ I Comuni devono avviare i Progetti personalizzati di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa, che vengono costruiti insieme al nucleo familiare sulla base di una valutazione multidimensionale finalizzata a identificarne i bisogni, tenuto conto delle risorse e dei fattori di vulnerabilità, nonché dell’eventuale presenza di fattori ambientali e di sostegno.
→ La valutazione è organizzata in un’analisi preliminare (da svolgere entro 1 mese dalla richiesta del Re.I.), rivolta a tutti i beneficiari.
→ Se in fase di analisi preliminare emerge che la situazione di povertà è prioritariamente connessa alla mancanza di lavoro, il Progetto Personalizzato è sostituito dal Patto di servizio o dal programma di ricerca intensiva di occupazione (previsti dal Dlgs. 150/2015, art. 20)
→ il Progetto deve essere sottoscritto da tutti i componenti del nucleo familiare.
Disposizione transitoria
Il Re.I. può essere richiesto nelle modalità di cui all’art. 9 del decreto legislativo 147/2017 dal 1 Dicembre 2017. Per coloro che presentano la domanda del Re.I. nel mese di dicembre 2017, l’ISEE dovrà essere ripresentato entro il 30 marzo 2018.

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Per informazioni: info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022