Servizi > Lavoro > Lavorare per il Comune > Bandi di gara e contratti > Bandi di gara > Bandi di forniture

Domande e risposte relative alla gara

Qui di seguito puoi formulare la tua domanda.
A breve verrà pubblicata insieme alla risposta.

1. La SOA può sostituire le dimostrazioni di capacità tecnico-professionali ed economico-finanziarie richieste alle imprese concorrenti?

Non è richiesto ai concorrenti il possesso dell’attestazione SOA, che attiene alla sola esecuzione di lavori pubblici. I concorrenti devono presentare tutti i documenti previsti nel disciplinare e negli altri elaborati di gara, redatti conformemente alle disposizioni riportate.

2. Per la gara d’appalto può bastare la dichiarazione di un solo istituto bancario?

Come riportato al punto 10 dell’art. 6 del disciplinare di gara e per espressa previsione normativa dell’art. 41 c. 1 del D. Lgs. 163/06 (sostituito dall’art. 2, comma 1, lett. l), d.lgs. n. 152 del 2008) è riportato: “…Negli appalti di forniture o servizi, la dimostrazione della capacità finanziaria ed economica delle imprese concorrenti può essere fornita mediante uno o più dei seguenti documenti:
a) dichiarazione di almeno due istituti bancari o intermediari autorizzati ai sensi del D. Lgs. 385/1993;

In ottemperanza al principio di cui all’articolo 41 c. 3 del D. Lgs. 163/06 l’operatore economico che presenti una sola referenza bancaria ha l’onere di dimostrare giustificati motivi in merito all’impossibilità di rispettare la previsione normativa e presentare qualsiasi altro documento a supporto della capacità economico-finanziaria che sia considerato idoneo dalla stazione appaltante.

3. Nel Disciplinare di gara, pag. 11, paragrafo 2 "Busta tecnica" quando si chiede che gli Elaborati tecnici vengano resi in plichi separatamente rilegati significa che ciascuno plico (per ciascun parco) deve essere messo in una busta chiusa opportunamente sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura, oppure i 13 plichi possono semplicemente essere rilegati con una spirale o qualcosa di similare e tutti e 13 i plichi contenuti in un’unica busta nr. 2?

A pagina 5 (art. 5 “modalità di presentazione delle offerte”) del disciplinare è chiesta (a pena di esclusione) la presentazione di un plico sigillato e controfirmato contenente tre buste (1, 2 e 3) anch’esse sigillate e controfirmate.
Il paragrafo “b. busta n. 2 elaborati tecnici” (pag. 11 del disciplinare) riporta che all’interno della busta n. 2 “elaborati tecnici” devono essere inseriti gli elaborati elencati da 1 a 9 (cfr. pagine da 11 a 15) in un’unica copia e in plichi separatamente rilegati. In particolare al punto 1) si chiede che ogni singolo progetto - per un totale di 13 plichi separati - sia composto almeno dagli elementi indicati nello stesso paragrafo (cfr. pag. 11 e 12 del disciplinare).

4. Nel Disciplinare di Gara, pag. 12, si richiedono Copia conforme della Certificazione di qualità UNI ISO 9001 e 14001 del produttore degli elementi ludici e fitness. Devono essere inseriti i certificati 13 volte, in ogni singolo plico di ogni singolo parco, oppure si può creare un singolo PLICO con le certificazioni e restano valide per tutti e 13 i parchi?

A pagina 11 del disciplinare al punto 1) progetto è richiesto che ogni singolo progetto (per un totale di 13 plichi separati) debba essere composto almeno dagli elementi elencati nello stesso punto 1) (cfr. pagg. 11 e 12).

5. Nel Disciplinare di Gara pag. 15 si dice che i Campioni vanno inseriti nella Busta nr. 2 "Elaborati tecnici". Il plico con i campioni può essere imballato e consegnato separatamente dagli Elaborati (tipo Progetti, Relazioni, Proposte aggiuntive, Certificazioni) oppure si deve fare un plico unico con Campioni e documenti Cartacei relativi alle 13 aree?

A pagina 5 del disciplinare (art. 5 “modalità di presentazione delle offerte”) è chiesta (a pena di esclusione) la presentazione di un plico sigillato e controfirmato contenente tre buste (1, 2 e 3) anch’esse sigillate e controfirmate. All’interno della busta 2 “elaborati tecnici” (cfr. pagine da 11 a 15 del disciplinare) devono essere contenuti tutti gli elementi elencati da 1) a 9), compreso quindi il materiale di cui al punto 7) campioni.

6. Il requisito relativo al conseguimento del fatturato di 300.000,00 annui per il triennio 2010-2011-2012 può essere dimostrato tramite avvalimento?

Ai sensi dell’art.49 del D.LGs.163/06 e ss.mm.ii. è possibile ricorrere all’istituto dell’avvalimento per dimostrare il possesso del requisito di capacità economica relativa al fatturato.

7. Il modello G di presa visione: se un’azienda ha già partecipato alla precedente gara da Voi annullata, puo’ utilizzare il modello G già ritirato visto che le condizioni tecniche della gara non sono cambiate?

Come specificato nel bando di gara, al quale si rimanda per maggiori dettagli, non saranno ritenuti validi i documenti, di qualsiasi tipo, recanti una data anteriore a quella di pubblicazione del presente bando.

8. Il pagamento di euro 35,00 dell’autorità per la vigilanza sui contratti pubblici deve essere ripetuto anche per le aziende che avevano già partecipato alla gara precedente poi da voi annullata?

Come specificato nel bando di gara, al quale si rimanda per maggiori dettagli, non saranno ritenuti validi i documenti, di qualsiasi tipo, recanti una data anteriore a quella di pubblicazione del presente bando.

9. Per effettuare il sopralluogo c’è una scadenza?

L’effettuazione di sopralluoghi e accertamenti preliminari è disciplinato dall’art. 17 del Capitolato d’appalto.

10. Dichiarazione del punto 13 del disciplinare: che importo minimo è richiesto?

Al punto 13 del Disciplinare (art. 5) è richiesta la presentazione di una “Dichiarazione riportante l’elenco dei principali servizi prestati negli ultimi tre anni (2010-2011-2012) con l’indicazione degli importi, delle date e dei destinatari (pubblici o privati) dei servizi stessi;”;

11. Sono accettate anche le fatture di fornitura giochi e arredi?

Ai sensi dell’art. 42 del d. lgs. 163/06 la dimostrazione delle capacità tecniche dei concorrenti, se trattasi di servizi e forniture prestate a favore di amministrazioni o enti pubblici, sono provate da certificati rilasciati e vistati dalle amministrazioni o dagli enti medesimi; se trattasi di servizi e forniture prestati a privati, l’effettuazione effettiva della prestazione è dichiarata da questi o, in mancanza, dallo stesso concorrente. (cfr. punto 13 art. 5 del Disciplinare).

12. E’ forse la specifica del quarto punto del punto 11?

Ai sensi dell’art. 5 punto 11 del Disciplinare è richiesta la presentazione di una Dichiarazione sottoscritta ai sensi del d.p.r. 445/2000 che attesti:
- il bilancio dell’impresa relativo all’ultimo esercizio;
- il fatturato globale della Società realizzato negli ultimi tre anni (2010-2011- 2012);
- di aver conseguito nel triennio 2010-2011-2012 un fatturato globale non inferiore a Euro 600.000,00 (seicentomila/00) IVA esclusa annui;
- di aver conseguito nel triennio 2010-2011-2012 un fatturato riferito ai soli servizi identici a quelli oggetto del presente appalto non inferiore a Euro 300.000,00 (trecentomila/00) IVA esclusa annui.
Nel caso di Consorzi o Raggruppamenti Temporanei di concorrenti, il requisito si intende posseduto con riferimento alla sommatoria dei requisiti delle imprese partecipanti al consorzio o al RTI;

13. In una ATI costituita da due imprese è possibile che la mandante abbia i requisiti maggiori?

Ai sensi dell’art. 275 c. 2 del DPR. 210/07 …”la mandataria in ogni caso deve possedere i requisiti ed eseguire le prestazioni in misura maggioritaria.”.

14. Modello D: se non si è soggetti all’obbligo di assunzione si può modificare il modello in tal senso?

I soggetti non rientranti nelle categorie di cui all’art. 3 della l. 68/1999 sono esenti dalla compilazione del modello d; si chiede di presentare comunque tale modello indicando "non soggetto".

15. Relativamente alla dichiarazione del punto 13 del disciplinare vengono accettati anche certificati classificati come lavori e non come servizi, ma attinenti sempre alla stessa tipologia?

Al punto 13 del Disciplinare (art. 5) è richiesta la presentazione di una Dichiarazione riportante l’elenco delle principali prestazioni effettuate negli ultimi tre anni (2010-2011-2012) con l’indicazione degli importi, delle date e dei destinatari (pubblici o privati) dei servizi stessi;”;

16. L’elenco può riferirsi anche a servizi di manutenzione del verde in generale di aree gioco o solo/anche di posa giochi?

Al punto 13 (art. 5) è richiesta la presentazione di una Dichiarazione riportante l’elenco delle principali prestazioni mentre al punto 11 (art. 5) è richiesta una dichiarazione che attesti (… omissis…): di aver conseguito nel triennio 2010-2011-2012 un fatturato riferito ai soli servizi identici a quelli oggetto del presente appalto non inferiore a Euro 300.000,00 (trecentomila/00) IVA esclusa annui.

17. Per il modello E è possibile compilare solo la parte generale (dati identificativi impresa) e poi allegare un certificato o una visura del certificato della CCIAA facendo riferimento a questi per le notizie successive?

Si, è possibile.

18. In merito al punto 11 della documentazione amministrativa come ultimi 3 anni si possono tenere come riferimento il 2010-2011-2012 non avendo ancora a disposizione il bilancio del 2013?

Così come riportato al punto 11 dell’art. 5 del Disciplinare, è richiesta la presentazione di una dichiarazione attestante:
- il bilancio dell’impresa relativo all’ultimo esercizio;
- il fatturato globale della Società realizzato negli ultimi tre anni (2010-2011- 2012);
- di aver conseguito nel triennio 2010-2011-2012 un fatturato globale non inferiore a Euro 600.000,00 (seicentomila/00) IVA esclusa annui;
- di aver conseguito nel triennio 2010-2011-2012 un fatturato riferito ai soli servizi identici a quelli oggetto del presente appalto non inferiore a Euro 300.000,00 (trecentomila/00) IVA esclusa annui.

19. In caso di raggruppamento di imprese, le dichiarazioni di due istituti bancari devono essere rese per ogni impresa del raggruppamento o solo dalla capogruppo?

Ai sensi dell’art. 37 c. 8 è consentita la presentazione di offerte da parte di soggetti di cui all’art. 34 c. 1 lettere d) ed e) anche se non ancora costituiti. In questo caso l’offerta deve essere sottoscritta da tutti gli operatori economici che costituiranno il raggruppamento temporaneo e tutta la relativa documentazione da allegare all’offerta (in base al disciplinare di gara) dovrà essere riferita ai singoli operatori che intendono raggrupparsi. In caso di raggruppamento già costituito, l’offerta sarà sottoscritta dalla mandataria e tutta la relativa documentazione da allegare farà riferimento a quest’ultima.

20. All’art. 2 del Disciplinare di Gara "Caratteristiche della Gara" c’è scritto che l’Offerta Economica vale max. 25 (venticinque) punti mentre all’art. 7 "Criteri di Valutazione" si indica che "b" è il valore della proposta economica: punti massimi 20 (venti). Quale punteggio max per l’offerta economica dobbiamo prendere in considerazione per fare le nostre valutazioni?

I criteri di valutazione delle offerte sono quelli riportati all’art. 7 del Disciplinare di gara e precisamente:

- “a”: valore della proposta tecnica punti massimi 70 (settanta)
- “b” valore della proposta economica punti massimi 20 (venti)
- “c” valore dei servizi aggiuntivi punti massimi 5 (cinque)
- “d” valore delle certificazioni di qualità punti massimi 5 (cinque)

e non quanto erroneamente riportato all’art. 2 del Disciplinare.

21. Vi chiediamo gentilmente l’importo complessivo della gara da indicare nella polizza di fidejussione assicurativa.

La cauzione provvisoria (art. 5 punto 8 del disciplinare) deve essere presentata ai sensi dell’art. 75 del d. lgs. n. 163/06 mediante versamento in contanti o in titoli del debito pubblico o garantiti dallo Stato oppure mediante fidejussione bancaria o assicurativa o rilasciata dagli intermediari finanziari iscritti nell’elenco speciale di cui all’art. 107 del d. lgs. 385/1993; l’importo deve essere pari a Euro 7.537,22 corrispondenti al 2% dell’importo dei lavori a base d’asta (pari a Euro 376.860,88 iva esclusa); tale importo può essere ridotto del 50% per le concorrenti in possesso di certificazioni del sistema di qualità conforme alle norme europee della serie UNI CEI ISO 9000;
Come riportato nel bando di gara, l’importo complessivo della gara (compresi oneri per la sicurezza e manutenzione) Euro 427.398,10 (IVA 22% esclusa) così suddivisi:
- Prezzo di gara, soggetto a ribasso: Euro 376.860,88 iva 22% esclusa;
- Oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza non soggetti a ribasso: Euro 7.537,22 iva 22% esclusa;
- Importo per la manutenzione non soggetto a ribasso: Euro 43.000,00 iva 22% esclusa.

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it
    .

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022