Servizi e progetti > Tempo al Centro > Le politiche dei tempi urbani

Cinisello Balsamo - Città della Cultura e dell’Università

POLITICA 1 - IL CONTESTO, I PROBLEMI, LE OPPORTUNITA’

Cinisello Balsamo ha visto in questi anni la riqualificazione di edifici di pregio e rilevanza artistico - culturale: ville ristrutturate e nuove costruzioni che saranno destinate ad attività culturali, attrattori urbani e sovra-urbani. Il Museo della Fotografia, Il Centro di Documentazione Storica, la Scuola di Musica, il nuovo Centro Culturale, il Centro di Alta Formazione dell’Università Milano Bicocca a Villa Forno, sono istituzioni d’eccellenza di importanza strategica per la città, che confermano per Cinisello Balsamo un ruolo, sempre più rilevante, di città caratterizzata da un’ampia offerta culturale. Centrale è, dunque, il consolidamento di un’identità nuova legata all’offerta di spazi, attrezzature e servizi connessi alla cultura che valorizzano il tempo libero, il tempo di studio e formazione di cittadini e cittadine, studenti e studentesse, city users, visitatori.

Il Centro Culturale S. Pertini, la cui inaugurazione è prevista nel 2011, è una struttura che si presta alla polifunzionalità di destinazioni e funzioni d’uso. Quest’ ultimo insieme al Museo della Fotografia, Villa Ghirlanda, Piazza Gramsci, possono essere considerati un medesimo cronotopo urbano, un unico sistema attrattore del centro cittadino, spazio animato da popolazioni residenti e temporanee in cui possono insediarsi una pluralità di pratiche. Nel Centro Culturale sarà trasferita la biblioteca comunale, attualmente situata in Villa Ghirlanda, che con le sue 63,5 ore di apertura settimanale al pubblico, potrà svolgere una funzione di presidio e animazione dell’edificio, oltre che disporre di nuovi e più ampi spazi da dedicare ai suoi fruitori. Rimane tuttora aperta la questione di quali servizi di pubblico interesse verranno insediati nel centro culturale, e di quali tipologie di eventi, manifestazioni, iniziative vi saranno organizzati. Il Centro Culturale avrà orari d’apertura ampi, incluso il fine settimana. Le proposte emergenti sono orientate all’ubicazione di una libreria e altri servizi commerciali collaterali alla formazione e alla promozione di eventi culturali di risonanza di pubblico, soprattutto nel fine settimana e nella fascia oraria tardo pomeridiana e serale. Numerose le proposte in corso di valutazione da parte dell’amministrazione comunale sull’eventuale apertura domenicale, con orario ampio, del Centro Culturale tra cui anche un possibile coinvolgimento delle associazioni culturali del territorio a cui verrebbero destinati spazi in gestione, interni all’edificio. Tra le associazioni, anche le numerose associazioni giovanili e quelle che si occupano degli anziani.

Il Centro offre l’opportunità di ripensare la Calendarizzazione programmata, a seconda delle stagioni e della fasce orarie, di manifestazioni e iniziative culturali, a partire dalle attuali abitudini di partecipazione agli eventi; è inoltre occasione per pensare ad un’offerta culturale variegata, integrata e di qualità, destinata a diversi target di cittadini/cittadine, coordinata con l’offerta didattica dell’Università, de-sincronizzata rispetto agli orari di lavoro, dei corsi universitari, degli impegni di cura, delle incombenze burocratiche. È un edificio che può rendere più attrattivo tutto il centro cittadino attraverso un’offerta culturale che valorizzi il tempo libero degli abitanti della città. Di fronte al centro è ubicata Villa Ghirlanda, che diventerà la sede della Scuola Civica di Musica. Attualmente gli eventi hanno un forte caratterizzazione stagionale: si concentrano soprattutto subito dopo la pausa estiva ( settembre/ottobre) e nei mesi di maggio e giugno.

Fondamentale per l’offerta di servizi culturali è la biblioteca comunale. Luogo molto frequentato da studenti/studentesse e persone in pensione, fruito da numerosi cittadini/e, la biblioteca è uno dei servizi di eccellenza, soprattutto per l’ampia fascia oraria di apertura al pubblico che si estende dal lunedì al venerdì fino alle 23:00.

Accanto alla digitalizzazione dei servizi, l’amministrazione comunale, sta riflettendo sull’eventuale attivazione di una rete wifi, ad accesso libero che copra l’area del centro culturale, che sarà anche la nuova sede della biblioteca comunale, e del centro cittadino. In coerenza con le precedenti politiche d’incentivazione dell’accesso ai servizi in rete, si vuole dotare la biblioteca di lettori di smart card che consentano l’utilizzo interattivo anche della Carta Regionale dei Servizi.

Fondamentale nella pianificazione di politiche temporali dedicate alla cultura è l’imminente presenza dell’Università di Milano Bicocca e del Centro di Alta Formazione a Villa Forno. Caratterizzata da un’offerta formativa specialistica (soprattutto master e dottorati di ricerca), l’Università sarà un luogo fortemente attrattivo che porterà in città numerosi city users, tra docenti studenti/studentesse e personale impiegato; come cronotopo sarà contraddistinto da regimi orari ben definiti. Pertanto, risulterebbe strategico pianificare un’offerta culturale correlata ai tempi liberi da seminari e lezioni. L’Università sarà portatrice di stili di vita diversi e innovativi per la città e consentirà di sviluppare una nuova percezione della città e della sua relazione con il territorio del Nord Milano. L’Università pone inoltre il problema di dotare i luoghi circostanti di servizi di vicinato che migliorino il tempo di permanenza delle popolazioni temporanee presso la zona universitaria di Cinisello Balsamo, e rispondano alle loro esigenze temporali. Altra questione di rilevanza sarà il collegamento e la relazione dell’università con le altre zone del comune, specie con il centro cittadino.

OBIETTIVI E FINALITA’ DELLA POLITICA 1 AMBITI DI INTERVENTO PREVISTI DALLA LEGGE 28 / 2004 (art.4) SETTORI E UFFICI DEL COMUNE COINVOLTI ATTORI DEL TERRITORIO CONNESSIONE CON ALTRI STRUMENTI DI PROGRAMMAZIONE
Definizione e promozione di un’offerta culturale integrata ed adeguata ai bisogni dei differenti target di cittadini/e e ai loro vincoli temporali Rivitalizzazione degli spazi urbani Ufficio Tempi Associazioni culturali PEG
Creazione, sviluppo e coordinamento della sinergia tra le associazioni culturali, giovanili, l’Università e il Centro Culturale nella gestione e organizzazione di eventi in un’ottica d’integrazione dell’offerta culturale complessiva della città Accessibilità e fruibilità temporale ai servizi di pubblico interesse Cultura Associazioni giovanili Piano di Zona
Erogazione di un’offerta di qualità del tempo libero delle famiglie e del tempo di formazione degli studenti in un’ottica di de-sincronizzazione degli eventi e delle manifestazioni che rendano più attrattivo il Centro Storico Conciliazione dei tempi di vita e di lavoro e promozione delle pari opportunità Affari Costituzionali e Comunicazione Università di Milano Bicocca
Valorizzazione del Centro Culturale per implementare l’accessibilità spazio-temporale del Centro e dei suoi servizi e potenziamento della funzione di presidio del territorio che favorirà nuove pratiche del tempo libero e possibilità nuove di vivere il tempo a disposizione dei cittadini/cittadine in città Socio-educativo Associazioni del territorio che si occupano degli anziani
Incentivazione di forme più efficaci di coordinamento tra le associazioni culturali, giovanili e l’Università per la realizzazione di iniziative culturali rilevanti che mettano al centro il tempo dei giovani, degli studenti e delle persone in formazione
POLITICA 1 - IL CONTESTO, I PROBLEMI, LE OPPORTUNITA’

Cinisello Balsamo ha visto in questi anni la riqualificazione di edifici di pregio e rilevanza artistico - culturale: ville ristrutturate e nuove costruzioni che saranno destinate ad attività culturali, attrattori urbani e sovra-urbani. Il Museo della Fotografia, Il Centro di Documentazione Storica, la Scuola di Musica, il nuovo Centro Culturale, il Centro di Alta Formazione dell’Università Milano Bicocca a Villa Forno, sono istituzioni d’eccellenza di importanza strategica per la città, che confermano per Cinisello Balsamo un ruolo, sempre più rilevante, di città caratterizzata da un’ampia offerta culturale. Centrale è, dunque, il consolidamento di un’identità nuova legata all’offerta di spazi, attrezzature e servizi connessi alla cultura che valorizzano il tempo libero, il tempo di studio e formazione di cittadini e cittadine, studenti e studentesse, city users, visitatori.

Il Centro Culturale S. Pertini, la cui inaugurazione è prevista nel 2011, è una struttura che si presta alla polifunzionalità di destinazioni e funzioni d’uso. Quest’ ultimo insieme al Museo della Fotografia, Villa Ghirlanda, Piazza Gramsci, possono essere considerati un medesimo cronotopo urbano, un unico sistema attrattore del centro cittadino, spazio animato da popolazioni residenti e temporanee in cui possono insediarsi una pluralità di pratiche. Nel Centro Culturale sarà trasferita la biblioteca comunale, attualmente situata in Villa Ghirlanda, che con le sue 63,5 ore di apertura settimanale al pubblico, potrà svolgere una funzione di presidio e animazione dell’edificio, oltre che disporre di nuovi e più ampi spazi da dedicare ai suoi fruitori. Rimane tuttora aperta la questione di quali servizi di pubblico interesse verranno insediati nel centro culturale, e di quali tipologie di eventi, manifestazioni, iniziative vi saranno organizzati. Il Centro Culturale avrà orari d’apertura ampi, incluso il fine settimana. Le proposte emergenti sono orientate all’ubicazione di una libreria e altri servizi commerciali collaterali alla formazione e alla promozione di eventi culturali di risonanza di pubblico, soprattutto nel fine settimana e nella fascia oraria tardo pomeridiana e serale. Numerose le proposte in corso di valutazione da parte dell’amministrazione comunale sull’eventuale apertura domenicale, con orario ampio, del Centro Culturale tra cui anche un possibile coinvolgimento delle associazioni culturali del territorio a cui verrebbero destinati spazi in gestione, interni all’edificio. Tra le associazioni, anche le numerose associazioni giovanili e quelle che si occupano degli anziani.

Il Centro offre l’opportunità di ripensare la Calendarizzazione programmata, a seconda delle stagioni e della fasce orarie, di manifestazioni e iniziative culturali, a partire dalle attuali abitudini di partecipazione agli eventi; è inoltre occasione per pensare ad un’offerta culturale variegata, integrata e di qualità, destinata a diversi target di cittadini/cittadine, coordinata con l’offerta didattica dell’Università, de-sincronizzata rispetto agli orari di lavoro, dei corsi universitari, degli impegni di cura, delle incombenze burocratiche. È un edificio che può rendere più attrattivo tutto il centro cittadino attraverso un’offerta culturale che valorizzi il tempo libero degli abitanti della città. Di fronte al centro è ubicata Villa Ghirlanda, che diventerà la sede della Scuola Civica di Musica. Attualmente gli eventi hanno un forte caratterizzazione stagionale: si concentrano soprattutto subito dopo la pausa estiva ( settembre/ottobre) e nei mesi di maggio e giugno.

Fondamentale per l’offerta di servizi culturali è la biblioteca comunale. Luogo molto frequentato da studenti/studentesse e persone in pensione, fruito da numerosi cittadini/e, la biblioteca è uno dei servizi di eccellenza, soprattutto per l’ampia fascia oraria di apertura al pubblico che si estende dal lunedì al venerdì fino alle 23:00.

Accanto alla digitalizzazione dei servizi, l’amministrazione comunale, sta riflettendo sull’eventuale attivazione di una rete wifi, ad accesso libero che copra l’area del centro culturale, che sarà anche la nuova sede della biblioteca comunale, e del centro cittadino. In coerenza con le precedenti politiche d’incentivazione dell’accesso ai servizi in rete, si vuole dotare la biblioteca di lettori di smart card che consentano l’utilizzo interattivo anche della Carta Regionale dei Servizi.

Fondamentale nella pianificazione di politiche temporali dedicate alla cultura è l’imminente presenza dell’Università di Milano Bicocca e del Centro di Alta Formazione a Villa Forno. Caratterizzata da un’offerta formativa specialistica (soprattutto master e dottorati di ricerca), l’Università sarà un luogo fortemente attrattivo che porterà in città numerosi city users, tra docenti studenti/studentesse e personale impiegato; come cronotopo sarà contraddistinto da regimi orari ben definiti. Pertanto, risulterebbe strategico pianificare un’offerta culturale correlata ai tempi liberi da seminari e lezioni. L’Università sarà portatrice di stili di vita diversi e innovativi per la città e consentirà di sviluppare una nuova percezione della città e della sua relazione con il territorio del Nord Milano. L’Università pone inoltre il problema di dotare i luoghi circostanti di servizi di vicinato che migliorino il tempo di permanenza delle popolazioni temporanee presso la zona universitaria di Cinisello Balsamo, e rispondano alle loro esigenze temporali. Altra questione di rilevanza sarà il collegamento e la relazione dell’università con le altre zone del comune, specie con il centro cittadino.

OBIETTIVI E FINALITA’ DELLA POLITICA 1 AMBITI DI INTERVENTO PREVISTI DALLA LEGGE 28 / 2004 (art.4) SETTORI E UFFICI DEL COMUNE COINVOLTI ATTORI DEL TERRITORIO CONNESSIONE CON ALTRI STRUMENTI DI PROGRAMMAZIONE
Definizione e promozione di un’offerta culturale integrata ed adeguata ai bisogni dei differenti target di cittadini/e e ai loro vincoli temporali Rivitalizzazione degli spazi urbani Ufficio Tempi Associazioni culturali PEG
Creazione, sviluppo e coordinamento della sinergia tra le associazioni culturali, giovanili, l’Università e il Centro Culturale nella gestione e organizzazione di eventi in un’ottica d’integrazione dell’offerta culturale complessiva della città Accessibilità e fruibilità temporale ai servizi di pubblico interesse Cultura Associazioni giovanili Piano di Zona
Erogazione di un’offerta di qualità del tempo libero delle famiglie e del tempo di formazione degli studenti in un’ottica di de-sincronizzazione degli eventi e delle manifestazioni che rendano più attrattivo il Centro Storico Conciliazione dei tempi di vita e di lavoro e promozione delle pari opportunità Affari Costituzionali e Comunicazione Università di Milano Bicocca
Valorizzazione del Centro Culturale per implementare l’accessibilità spazio-temporale del Centro e dei suoi servizi e potenziamento della funzione di presidio del territorio che favorirà nuove pratiche del tempo libero e possibilità nuove di vivere il tempo a disposizione dei cittadini/cittadine in città Socio-educativo Associazioni del territorio che si occupano degli anziani
Incentivazione di forme più efficaci di coordinamento tra le associazioni culturali, giovanili e l’Università per la realizzazione di iniziative culturali rilevanti che mettano al centro il tempo dei giovani, degli studenti e delle persone in formazione

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022