Servizi e progetti > Tempo al Centro

Governare il tempo

Il tempo è un bene personale, invisibile e prezioso, posseduto da ognuno di noi in quantità limitata, è una risorsa non rinnovabile e non sostituibile da surrogati alternativi, condiziona i nostri comportamenti, influenza gli stili di vita, organizza la routine quotidiana, scandisce la vita… Ma il tempo, insieme alla dimensione privata ne ha una “pubblica”, fortemente influenzata dai cambiamenti sociali.

Nella società attuale in continua trasformazione, le connessioni tra il tempo di vita personale e il tempo di vita sociale si sono moltiplicate: obblighi, scadenze, sollecitazioni, proposte, opportunità… Il mutamento del mercato del lavoro, la moltiplicazione delle tipologie dei contratti e degli orari, hanno reso i momenti della giornata tanto flessibili quanto imprevedibili.

Il "nostro tempo” è un tempo frammentato, diluito, “nomade” che si sposta e attraversa lo spazio della città, da sempre sede di incontri, relazioni, conflitti. Un luogo in cui le traiettorie di uomini e donne si intrecciano ora in modo passeggero e transitorio, ora in modo duraturo, abitudinario e consolidato.

L’immagine stessa delle città risulta modificata: corriamo freneticamente per le strade e, spostandoci da un luogo all’altro oberati dagli impegni lavorativi e familiari, “consumiamo” il tempo che vorremmo disponibile per gli interessi personali, affettivi, culturali.

-  Ecco che governare il tempo diventa il compito importante di ogni amministrazione che ha a cuore il benessere dei propri cittadini e cittadine.

Gli indirizzi politici attraverso i quali avviene il governo del tempo urbano sono contenuti in uno specifico documento strategico di programmazione degli orari per il territorio cittadino: il Piano Territoriale degli Orari (PTO).

Il PTO è previsto dalla L. 53 / 2000 che obbliga i comuni al di sopra dei 30.000 abitanti ad approvare un piano che coordini i sistemi orari che agiscono sul territorio urbano al fine di:

migliorare la qualità della vita
favorire le pari opportunità tra uomini e donne
favorire la conciliazione dei tempi per cittadini e cittadine

Le politiche temporali dei Comuni hanno trovato nuovo slancio in seguito ai finanziamenti erogati dalla Regione Lombardia in attuazione della L.R 28 / 2004 "Politiche regionali per l’amministrazione e i coordinamenti dei tempi della città". Essi hanno consentito ai Comuni di disporre di risorse finanziarie per la realizzazione di progetti sperimentali.

L’Amministrazione comunale ha approvato, in data 22 marzo 2007 il primo Piano Territoriale degli Orari (PTO) per Cinisello Balsamo con validità 2007 - 2009, con il quale ha programmato iniziative e progetti che hanno inciso sugli orari della città fino a tutto il 2009.

Il tempo è un bene personale, invisibile e prezioso, posseduto da ognuno di noi in quantità limitata, è una risorsa non rinnovabile e non sostituibile da surrogati alternativi, condiziona i nostri comportamenti, influenza gli stili di vita, organizza la routine quotidiana, scandisce la vita… Ma il tempo, insieme alla dimensione privata ne ha una “pubblica”, fortemente influenzata dai cambiamenti sociali.

Nella società attuale in continua trasformazione, le connessioni tra il tempo di vita personale e il tempo di vita sociale si sono moltiplicate: obblighi, scadenze, sollecitazioni, proposte, opportunità… Il mutamento del mercato del lavoro, la moltiplicazione delle tipologie dei contratti e degli orari, hanno reso i momenti della giornata tanto flessibili quanto imprevedibili.

Il "nostro tempo” è un tempo frammentato, diluito, “nomade” che si sposta e attraversa lo spazio della città, da sempre sede di incontri, relazioni, conflitti. Un luogo in cui le traiettorie di uomini e donne si intrecciano ora in modo passeggero e transitorio, ora in modo duraturo, abitudinario e consolidato.

L’immagine stessa delle città risulta modificata: corriamo freneticamente per le strade e, spostandoci da un luogo all’altro oberati dagli impegni lavorativi e familiari, “consumiamo” il tempo che vorremmo disponibile per gli interessi personali, affettivi, culturali.

-  Ecco che governare il tempo diventa il compito importante di ogni amministrazione che ha a cuore il benessere dei propri cittadini e cittadine.

Gli indirizzi politici attraverso i quali avviene il governo del tempo urbano sono contenuti in uno specifico documento strategico di programmazione degli orari per il territorio cittadino: il Piano Territoriale degli Orari (PTO).

Il PTO è previsto dalla L. 53 / 2000 che obbliga i comuni al di sopra dei 30.000 abitanti ad approvare un piano che coordini i sistemi orari che agiscono sul territorio urbano al fine di:

migliorare la qualità della vita
favorire le pari opportunità tra uomini e donne
favorire la conciliazione dei tempi per cittadini e cittadine

Le politiche temporali dei Comuni hanno trovato nuovo slancio in seguito ai finanziamenti erogati dalla Regione Lombardia in attuazione della L.R 28 / 2004 "Politiche regionali per l’amministrazione e i coordinamenti dei tempi della città". Essi hanno consentito ai Comuni di disporre di risorse finanziarie per la realizzazione di progetti sperimentali.

L’Amministrazione comunale ha approvato, in data 22 marzo 2007 il primo Piano Territoriale degli Orari (PTO) per Cinisello Balsamo con validità 2007 - 2009, con il quale ha programmato iniziative e progetti che hanno inciso sugli orari della città fino a tutto il 2009.

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022