Servizi > Ambiente > Rifiuti, raccolta differenziata, igiene urbana

Compostaggio domestico

Raccogliere i rifiuti in modo differenziato significa prima di tutto contenere i costi legati allo smaltimento e contribuire in maniera tangibile ed efficace all’impatto che ogni persona ha sul territorio in cui vive.

Anche attraverso la pratica del compostaggio si contribuisce alla riduzione dei rifiuti immessi nell’ambiente.
Il “compost” domestico, cioè il prezioso fertilizzante ottenuto grazie ai rifiuti domestici mediante il procedimento chimico della degradazione batterica, può essere utilizzato per la coltivazione del giardino o dell’orto di casa.
La tecnica per riciclare questi rifiuti si chiama appunto "compostaggio" e può avvenire in impianti industriali (a seguito della raccolta differenziata dei rifiuti organici) oppure nell’orto o nel giardino di famiglia.
Pertanto, per effettuare il compostaggio è innanzitutto necessario disporre di un giardino o di uno spazio privato idoneo, pertinente alla propria abitazione.
Questo sistema permette di riciclare gli scarti organici di casa mediante la compostiera, una specifica attrezzatura adibita alla differenziazione dei rifiuti organici, da cui deriverà il fertilizzante.
I rifiuti “compostabili” sono: i residui delle verdure, le bucce, i fondi di the e caffè, gli avanzi di cibo di origine animale e i cibi cotti (anche se, preferibilmente, in piccole quantità), rametti di piccole dimensioni, erba, foglie secche, fiori appassiti, trucioli di legno non trattato, carta e cartone.
Questi rifiuti andranno conferiti nell’apposita compostiera, prestando attenzione a miscelarli e a mantenere la giusta umidità e la corretta ossigenazione.

In questo modo si avrà un doppio vantaggio: si produrranno meno rifiuti e si ricaverà da essi un prezioso concime.

COSA COMPORTA ADERIRE AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO:

- PARTECIPAZIONE AL CORSO DI COMPOSTAGGIO e ritiro della compostiera in comodato d’uso

- LA VISITA DUE VOLTE ALL’ANNO DI UN TECNICO incaricato dal Settore Ambiente ed Ecologia per la verifica della qualità del prodotto e del buon andamento della pratica

- LA POSSIBILITA’ DI OTTENERE UNO SCONTO sulla tariffa di igiene ambientale per chi effettua correttamente il compostaggio domestico

- L’OBBLIGO DI RESTITUZIONE DELLA COMPOSTIERA in caso di cessazione della pratica, e di comunicazione al Settore Ambiente ed Ecologia di eventuali variazioni di indirizzo o nominativo.

Per informazioni:
Ufficio Ecologia 02.66023.444/415

Raccogliere i rifiuti in modo differenziato significa prima di tutto contenere i costi legati allo smaltimento e contribuire in maniera tangibile ed efficace all’impatto che ogni persona ha sul territorio in cui vive.

Anche attraverso la pratica del compostaggio si contribuisce alla riduzione dei rifiuti immessi nell’ambiente.
Il “compost” domestico, cioè il prezioso fertilizzante ottenuto grazie ai rifiuti domestici mediante il procedimento chimico della degradazione batterica, può essere utilizzato per la coltivazione del giardino o dell’orto di casa.
La tecnica per riciclare questi rifiuti si chiama appunto "compostaggio" e può avvenire in impianti industriali (a seguito della raccolta differenziata dei rifiuti organici) oppure nell’orto o nel giardino di famiglia.
Pertanto, per effettuare il compostaggio è innanzitutto necessario disporre di un giardino o di uno spazio privato idoneo, pertinente alla propria abitazione.
Questo sistema permette di riciclare gli scarti organici di casa mediante la compostiera, una specifica attrezzatura adibita alla differenziazione dei rifiuti organici, da cui deriverà il fertilizzante.
I rifiuti “compostabili” sono: i residui delle verdure, le bucce, i fondi di the e caffè, gli avanzi di cibo di origine animale e i cibi cotti (anche se, preferibilmente, in piccole quantità), rametti di piccole dimensioni, erba, foglie secche, fiori appassiti, trucioli di legno non trattato, carta e cartone.
Questi rifiuti andranno conferiti nell’apposita compostiera, prestando attenzione a miscelarli e a mantenere la giusta umidità e la corretta ossigenazione.

In questo modo si avrà un doppio vantaggio: si produrranno meno rifiuti e si ricaverà da essi un prezioso concime.

COSA COMPORTA ADERIRE AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO:

- PARTECIPAZIONE AL CORSO DI COMPOSTAGGIO e ritiro della compostiera in comodato d’uso

- LA VISITA DUE VOLTE ALL’ANNO DI UN TECNICO incaricato dal Settore Ambiente ed Ecologia per la verifica della qualità del prodotto e del buon andamento della pratica

- LA POSSIBILITA’ DI OTTENERE UNO SCONTO sulla tariffa di igiene ambientale per chi effettua correttamente il compostaggio domestico

- L’OBBLIGO DI RESTITUZIONE DELLA COMPOSTIERA in caso di cessazione della pratica, e di comunicazione al Settore Ambiente ed Ecologia di eventuali variazioni di indirizzo o nominativo.

Per informazioni:
Ufficio Ecologia 02.66023.444/415

4388

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022