Servizi > Il Pertini > Attività > Gruppi di lettura

Gruppo di lettura "Se una notte d’inverno un viaggiatore…"

sabato 18 Dicembre 2021
gruppo di lettura
16:30 Il Pertini . piano -1 . sala incontrie online

l romanzo Il commesso di Bernard Malamud, pubblicato negli Stati Uniti nel 1957, racconta la storia di Morris Bober, un ebreo immigrato dalla Russia zarista e umile commerciante in difficoltà che resiste con dignità e coraggio agli anni che passano senza venire mai meno ai suoi principi, ai valori di onestà e rispetto per gli altri. Dopo aver subito un furto nel suo negozio assume, per farsi aiutare, un giovane sbandato di origini italiane: Frank Alpine, deciso a riscattarsi e a diventare un uomo onesto e degno di stima, è aiutato in questo percorso dalla figlia di Morris, Helen, di cui si innamora. La vicenda, intrecciata intorno alla vita di questi tre personaggi, intorno ai loro pensieri e alle loro emozioni, è raccontata con ritmo e con stile ironico.
Con una scrittura povera di abbellimenti, fluida e ironica Malamud descrive una situazione di degrado, di difficoltà non solo economica e sociale, ma anche spirituale. I due protagonisti maschili, uno ebreo e l’altro cristiano, rappresentano i due modi diversi con cui le due religioni si approcciano al peccato: se il più giovane ricerca la redenzione attraverso un diverso stile di vita fatto di buone azioni, l’uomo maturo, invece, crede che non esista il perdono, ma che di fronte a Dio occorra dimostrare il proprio pentimento. L’autore, anch’egli ebreo, attraverso le parole di Frank, esprime una critica nei confronti degli ebrei e la sua ironia non si manifesta solo nelle parole, ma per tutto il romanzo è lì, nascosta, fino allo “schiaffo” conclusivo. Nel procedere della narrazione l’autore ci porta a sperare, a credere che grazie alle buone azioni del commesso la situazione si sarebbe sistemata ma, improvvisamente, ci sorprende con un finale circolare, a confermare che alla sofferenza e al pentimento non si può sfuggire.

Bernard Malamud, nato nel 1914 a New York da genitori ebrei russi immigrati in cerca di fortuna e diventati poi proprietari di un piccolo negozio a Brooklyn, assimila nell’infanzia gli umori e i ritmi dello jiddish, la lingua parlata dagli ebrei aschenaziti. Studia al City College e poi alla Columbia University; insegna in Oregon e Vermont e viaggia in Europa, soggiornando anche in Italia. Malamud traspone umori jiddish nel suo linguaggio narrativo: alle impressioni infantili è legato il suo mondo urbano dagli scenari tetri e tuttavia aperti sull’arcano, popolato di piccoli borghesi, artisti, rabbini, proletari, emarginati. Esordisce nel 1952 con il romanzo Il naturale, inizialmente quasi ignorato e poi oggetto di una trasposizione cinematografica piuttosto infedele. La sua opera è abbastanza varia e si situa tra i poli opposti del tragico e del miracoloso. Il suo romanzo del 1966 L’uomo di Kiev, sull’antisemitismo nell’impero russo, ha vinto il National Book Award e il Premio Pulitzer.

Per la partecipazione on-line viene utilizzata la piattaforma Meet di Google
Link per il collegamento: https://meet.google.com/zvh-xnxe-atq

Per informazioni: 02 66 023 504 - ilpertini@comune.cinisello-balsamo.mi.it

59674
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022