Servizi > Ambiente > Verde pubblico e privato

Ambrosia artemisiifolia - Cos’è e come contrastarne la diffusione

Il genere Ambrosia, della famiglia delle Asteraceae (=Compositae) comprende piante erbacee spontanee, annue o perenni, ad impollinazione anemofila, per la maggior parte originarie del continente americano, ma ormai diffuse anche in Europa.

La specie più diffusa, l’Ambrosia artemisiifolia, è anche la più dannosa a causa delle allergie provocate dalle abbondanti quantità di polline che produce: è stato stimato che una pianta di Ambrosia possa produrre più di un miliardo di granuli di polline e che, durante la fioritura, la concentrazione dei pollini nell’aria possa raggiungere i due milioni di granuli per metro cubo. In America il suo polline sarebbe responsabile del 40% dei casi di "pollinosi".

JPEG - 16.2 Kb
Ambrosia artemisiifolia ad inizio fioritura

Dalle aree dei comuni lombardi nella quale l’ambrosia si è inizialmente diffusa, come la provincia di Varese e i comuni ad ovest di Milano (dove l’allergia provocata da questa pianta riguarda il 6-8% della popolazione) l’ambrosia si è successivamente espansa nella regione, ed ora risulta presente anche nelle provincie di Como, Bergamo, Cremona, Brescia e Pavia.

I luoghi preferenziali di crescita dell’ambrosia sono i bordi stradali, le aree incolte, gli argini, le massicciate ferroviarie, i margini di campi coltivati, le aree abbandonate e semi-abbandonate, e come infestante nei campi di barbabietola, di soia e di girasole.

JPEG - 9.2 Kb
Ambrosia artemisiifolia

L’Ambrosia artemisiifolia è una pianta monoica, annuale, che si propaga per seme.

Plantula: con cotiledoni carnosi, claviformi, con picciolo evidente, le prime foglie vere divise in 3-5 segmenti a terminazione ottusa.

Radice: fibrosa, non strisciante, debolmente fittonante.

Fusto: verde, peloso, molto ramificato, alto 30 - 100 cm.

Foglie: le inferiori opposte, le superiori alterne, variamente pelose (lunghe da 3 a 10 cm), pennate e con lamina divisa in numerose lacinie.

Fiori: verdastri sono portati da racemi terminali (lunghi 8-15 cm) che si estendono sopra le foglie della pianta. La formazione dei fiori è stimolata dall’allungarsi delle notti e nelle nostre zone la fioritura, con conseguente dispersione di polline, ha inizio verso la metà di luglio.

Per limitare i casi di pollinosi da ambrosia il Servizio Prevenzione Sanitaria della Direzione Generale Sanità della Regione Lombardia in data 29/3/99 ha emesso l’ordinanza " Disposizioni contro la diffusione della pianta "Ambrosia" nella Regione Lombardia al fine di prevenire la patologia allergica ad essa collegata." (decreto n.25522).

Recependo le disposizioni regionali, il nostro Comune ha emesso Ordinanza Sindacale n.129, di seguito allegata.

SI INVITANO AGRICOLTORI, PROPRIETARI E CONDUTTORI DI AREE A VERDE AD ESEGUIRE, TRA GIUGNO ED ENTRO I PRIMI VENTI GIORNI DI AGOSTO, PERIODICI INTERVENTI DI MANUTENZIONE E PULIZIA CHE PREVEDANO ALMENO 3 SFALCI DELL’ERBA

1° sfalcio: terza decade di giugno

2° sfalcio: terza decade di luglio

3° sfalcio: seconda decade di agosto

4° sfalcio: prima decade di settembre

PDF - 367.5 Kb
O.S. 129/2014

Il genere Ambrosia, della famiglia delle Asteraceae (=Compositae) comprende piante erbacee spontanee, annue o perenni, ad impollinazione anemofila, per la maggior parte originarie del continente americano, ma ormai diffuse anche in Europa.

La specie più diffusa, l’Ambrosia artemisiifolia, è anche la più dannosa a causa delle allergie provocate dalle abbondanti quantità di polline che produce: è stato stimato che una pianta di Ambrosia possa produrre più di un miliardo di granuli di polline e che, durante la fioritura, la concentrazione dei pollini nell’aria possa raggiungere i due milioni di granuli per metro cubo. In America il suo polline sarebbe responsabile del 40% dei casi di "pollinosi".

JPEG - 16.2 Kb
Ambrosia artemisiifolia ad inizio fioritura

Dalle aree dei comuni lombardi nella quale l’ambrosia si è inizialmente diffusa, come la provincia di Varese e i comuni ad ovest di Milano (dove l’allergia provocata da questa pianta riguarda il 6-8% della popolazione) l’ambrosia si è successivamente espansa nella regione, ed ora risulta presente anche nelle provincie di Como, Bergamo, Cremona, Brescia e Pavia.

I luoghi preferenziali di crescita dell’ambrosia sono i bordi stradali, le aree incolte, gli argini, le massicciate ferroviarie, i margini di campi coltivati, le aree abbandonate e semi-abbandonate, e come infestante nei campi di barbabietola, di soia e di girasole.

JPEG - 9.2 Kb
Ambrosia artemisiifolia

L’Ambrosia artemisiifolia è una pianta monoica, annuale, che si propaga per seme.

Plantula: con cotiledoni carnosi, claviformi, con picciolo evidente, le prime foglie vere divise in 3-5 segmenti a terminazione ottusa.

Radice: fibrosa, non strisciante, debolmente fittonante.

Fusto: verde, peloso, molto ramificato, alto 30 - 100 cm.

Foglie: le inferiori opposte, le superiori alterne, variamente pelose (lunghe da 3 a 10 cm), pennate e con lamina divisa in numerose lacinie.

Fiori: verdastri sono portati da racemi terminali (lunghi 8-15 cm) che si estendono sopra le foglie della pianta. La formazione dei fiori è stimolata dall’allungarsi delle notti e nelle nostre zone la fioritura, con conseguente dispersione di polline, ha inizio verso la metà di luglio.

Per limitare i casi di pollinosi da ambrosia il Servizio Prevenzione Sanitaria della Direzione Generale Sanità della Regione Lombardia in data 29/3/99 ha emesso l’ordinanza " Disposizioni contro la diffusione della pianta "Ambrosia" nella Regione Lombardia al fine di prevenire la patologia allergica ad essa collegata." (decreto n.25522).

Recependo le disposizioni regionali, il nostro Comune ha emesso Ordinanza Sindacale n.129, di seguito allegata.

SI INVITANO AGRICOLTORI, PROPRIETARI E CONDUTTORI DI AREE A VERDE AD ESEGUIRE, TRA GIUGNO ED ENTRO I PRIMI VENTI GIORNI DI AGOSTO, PERIODICI INTERVENTI DI MANUTENZIONE E PULIZIA CHE PREVEDANO ALMENO 3 SFALCI DELL’ERBA

1° sfalcio: terza decade di giugno

2° sfalcio: terza decade di luglio

3° sfalcio: seconda decade di agosto

4° sfalcio: prima decade di settembre

PDF - 367.5 Kb
O.S. 129/2014
2651
2652
Ambrosia artemisiifolia ad inizio fioritura Ambrosia artemisiifolia

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022