centro di documentazione storica
STORIA DEL CDS

Il Centro Documentazione Storica è stato fondato nel giugno 1994, per volontà dell’Amministrazione Comunale, al fine di attivare studi e ricerche sul territorio di Cinisello Balsamo e dell’Alto milanese, sollecitare la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale cittadino e promuoverne la conoscenza su tutto il territorio nazionale.
Nel corso del suo primo decennio d’attività il CDS ha sviluppato diversi indirizzi di ricerca, che si sono andati via via consolidando sia per esplicite indicazioni del Comitato Scientifico di controllo, sia alla luce del favore concordato dal pubblico e dagli studiosi esterni che hanno fornito il loro appoggio e contributo culturale fungendo da comitato scientifico per:

- La storia locale e la disamina delle fonti archivistiche e fotografiche
- la storia sociale e la raccolta delle fonti orali
- la catalogazione dei beni culturali mobili e immobili
- la sezione di studio sui giardini storici e sul paesaggio

L’attività scientifica del CDS è stata coordinata e diretta dal professor Roberto Cassanelli, in seguito dalla dottoressa Gabriella Guerci e ora dalla dottoressa Laura Sabrina Pelissetti.
Le linee generali dell’attività scientifica promossa dal Centro sono da sempre definite da un comitato di gestione, che dal 2006 è così composto:
Professoressa Lionella Scazzosi - Docente di Restauro Architettonico - Facoltà di Architettura Civile - Politecnico di Milano
Prof. Maria Grazia Meriggi - Docente di storia contemporanea - Università di Bergamo.

E’ importante sottolineare che l’attività è stata caratterizzata, fin dagli inizi, da una grande attenzione alla dimensione locale ma non localistica degli studi, con apertura verso l’esterno ed in particolare la realtà metropolitana: a tal fine si è sempre cercata, e trovata, la collaborazione con le Università, le Soprintendenze ed i Musei milanesi, gli Enti pubblici (Provincia di Milano e Regione Lombardia), le Associazioni e i privati.

Nel primo periodo le attività del Centro Documentazione Storica sono state indirizzate soprattutto allo studio delle fonti per la storia locale, alla valorizzazione delle "figure" di spicco della storia cinisellese e delle emergenze monumentali e architettoniche cittadine. L’attenzione per i beni mobili ed immobili si è espressa attraverso una campagna di catalogazione, i cui risultati sono confluiti in una pubblicazione sui beni culturali a Cinisello Balsamo e un volumetto di didattica del territorio per i bambini delle scuole elementari.

Nel corso degli ultimi anni, particolare importanza ha inoltre assunto lo studio dei giardini storici e il paesaggio: tema relazionato al luogo che da sempre ospita il CDS - villa Ghirlanda Silva, dotata di un parco secolare - e che ha suscitato grande interesse nel pubblico (specialistico e non) facendo di Cinisello Balsamo un polo di raccolta, studio e divulgazione intorno al patrimonio paesaggistico, dapprima lombardo e recentemente di tutta la penisola o addirittura di rilevanza europea.

Dall’anno 2002 il CDS ha attivato tre settori di studi (studi sul paesaggio, studi sociali, studi di storia contemporanea), attualmente impegnati nell’analisi interdisciplinare dell’area metropolitana milanese.
Le attività sono proseguite, sempre più numerose, le ricerche pure, sempre più approfondite. Il bacino di utenza si è allargato a comprendere - per alcune attività - l’intero territorio nazionale. Ma le finalità sono rimaste le stesse…
Recita l’art. 4 del Regolamento del Centro Documentazione Storica (C.C. 13/03/1995) «…il CDS si propone: a) di suscitare il più vivo interesse per i problemi inerenti alla tutela e alla conservazione del paesaggio, dei beni storici, artistici, archeologici ed architettonici e del carattere ambientale della città, specialmente in rapporto all’intenso sviluppo dell’urbanistica moderna; b) di stimolare i contributi e la collaborazione di tutte le iniziative, associazioni o istituzioni pubbliche e private sia in Italia che all’estero…». Propositi, questi, ampiamente soddisfatti dal recente convegno internazionale, appunto, sul tema del paesaggio. Convegno ideato per suscitare, appunto, il più vivo interesse per i problemi inerenti alla tutela e alla conservazione del paesaggio, del sito storico, inserendolo però in un “contesto” più ampio, di cui è parte integrante. Un contesto che per il parco di villa Ghirlanda Silva, sede del CDS, è la città. E’ la periferia metropolitana. E’ Cinisello Balsamo.
Per parlare di identità e di beni culturali a Cinisello Balsamo, oggi, è necessario “leggere” questa relazione: la relazione che intercorre tra il sito storico e il suo contesto. Significa leggere, studiare la complessità di un territorio urbanisticamente e socialmente in evoluzione, ma che mantiene un tracciato viario storico ed “ingloba”, nella sua continua trasformazione, alcune “isole” che conservano la loro identità, fisica e sociale, di beni culturali collettivi.
A questa lettura devono necessariamente concorrere i tre settori di studi del CDS: studi storici, sociali, del paesaggio. Settori che a partire dal 2004 hanno dato adito a ricerche, incontri, esposizioni e concorsi.
Fondamentale è infine l’impegno, da parte del CDS, nel coordinare l’attività sia con uffici interni al settore, sia con altri Settori Comunali o con Enti e Istituzioni esterni.
A tale scopo sono state promosse convenzioni, accordi di collaborazione e Reti di scambio e confronto di esperienze con altre realtà che condividono analoghi obiettivi.



Il sito web del Comune di Cinisello Balsamo è iscritto nel registro dei periodici (n. 2022) del Tribunale di Monza