Politiche Sociali ed Educative > Welfare Generativo > Progetti Attivi > Tavolo Povertà > Progetti > Pasto sospeso

Progetto

Prendendo spunto dalla tradizionale pratica partenopea del “caffè sospeso” di prendere un caffè al bar e pagarne due, lasciando il secondo per chi arriva successivamente e non ha i soldi per pagarselo, il Tavolo Povertà ha lanciato questa iniziativa a valere sul territorio comunale.

Il progetto, partito a inizio 2016 grazie alla collaborazione di tre ristoranti/caffetterie (Osteria Barbagianni, Bar Biblyou e Filo di Aurora di Bresso), prevede che ogni avventore possa pagare uno o più piatti, o addirittura un pasto intero, da destinare ad un fondo in favore delle famiglie in difficoltà.

Il fondo accantonato è messo a disposizione degli enti aderenti al Tavolo Povertà che si sono "accreditati" per l’iniziativa. L’ente può segnalare una persona singola o interi nuclei al centro unico di prenotazione identificato nel Social Market, che provvederà a consegnare alle persone individuate uno o più ticket virtuali per la consumazione. La valutazione relativa all’appropriatezza della segnalazione è a cura dell’ente inviante.

Le persone individuate si recheranno presso uno dei ristoratori convenzionati e “pagheranno” il loro pasto consegnando il ticket apposito.

Il progetto ha i seguenti obbiettivi:
• Creare un momento conviviale per singoli e famiglie in difficoltà, riservando agli stessi momenti positivi e di aggregazione al di fuori dei tradizionali contesti di aiuto.
• Promuovere la coesione sociale e rafforzare i legami di prossimità e di solidarietà contro la solitudine e l’isolamento
• Offrire alle persone in difficoltà un concreto aiuto alimentare.

Data ultima modifica: 13 febbraio 2017

Prendendo spunto dalla tradizionale pratica partenopea del “caffè sospeso” di prendere un caffè al bar e pagarne due, lasciando il secondo per chi arriva successivamente e non ha i soldi per pagarselo, il Tavolo Povertà ha lanciato questa iniziativa a valere sul territorio comunale.

Il progetto, partito a inizio 2016 grazie alla collaborazione di tre ristoranti/caffetterie (Osteria Barbagianni, Bar Biblyou e Filo di Aurora di Bresso), prevede che ogni avventore possa pagare uno o più piatti, o addirittura un pasto intero, da destinare ad un fondo in favore delle famiglie in difficoltà.

Il fondo accantonato è messo a disposizione degli enti aderenti al Tavolo Povertà che si sono "accreditati" per l’iniziativa. L’ente può segnalare una persona singola o interi nuclei al centro unico di prenotazione identificato nel Social Market, che provvederà a consegnare alle persone individuate uno o più ticket virtuali per la consumazione. La valutazione relativa all’appropriatezza della segnalazione è a cura dell’ente inviante.

Le persone individuate si recheranno presso uno dei ristoratori convenzionati e “pagheranno” il loro pasto consegnando il ticket apposito.

Il progetto ha i seguenti obbiettivi:
• Creare un momento conviviale per singoli e famiglie in difficoltà, riservando agli stessi momenti positivi e di aggregazione al di fuori dei tradizionali contesti di aiuto.
• Promuovere la coesione sociale e rafforzare i legami di prossimità e di solidarietà contro la solitudine e l’isolamento
• Offrire alle persone in difficoltà un concreto aiuto alimentare.

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Per informazioni: info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022