Servizi e progetti > Sport > Eventi e manifestazioni > Anno 2013

Sport e Benessere

Invito incontri “Sport e Benessere”.

La nostra società pone la persona sotto pressione in merito al raggiungimento dei risultati e alla necessità di garantire adeguati livelli di performance.

In questa situazione lo sport e gli sportivi non sono un’eccezione, anzi, sempre più i giovani che svolgono attività sentono di dover raggiungere determinati risultati, di dover garantire prestazioni di alto livello e di dover costruire un’immagine psicologica e fisica adeguata ai canoni che l’ambiente esterno propone e, in una certo qual modo, impone. Lo sport ci offre infinite possibilità per migliorarci, questa situazione, però ha anche alcuni “effetti indesiderati”.

1. Esasperazione della dinamica competitiva che porta a sviluppare un approccio allo sport principalmente legato alla performance, dove, in alcuni casi, si è disposti a rinunciare a parti importanti di sé stessi e delle proprie relazioni. La competitività è sicuramente una dinamica fondamentale e centrale nella vita e nello sport però, oltre alcuni limiti, produce delle situazioni di malessere alla persona, ai micro-gruppi e alla comunità nel suo complesso (PRIMO INCONTRO: lunedì 18 febbraio 2013 – dalle ore 19.00 alle ore 20.30 - presso la sede di Anffas Onlus di via Gran Sasso 52);

2. La gestione dello stress, stante quanto brevemente descritto, assume un ruolo di forte importanza nella crescita delle persone. Una corretta interpretazione degli eventi e delle dinamiche stressogene rende possibile un miglior e più equilibrato sviluppo dello sportivo e in questo modo anche della persona (SECONDO INCONTRO: mercoledì 27 febbraio 2013 – dalle ore 19.00 alle ore 20.30 - presso la sede di Anffas Onlus di via Gran Sasso 52);

In questa direzione appare interessante sottolineare come chi allena sportivi a livello dilenttantistico abbia una forte responsabilità, soprattutto se lavora con i giovani. Fare sport è anche occasione per sviluppare competenze chiave per la persona. Riuscire a competere in maniera sane e leale, permette di sviluppare anche buoni livelli di collaborazione sia all’interno di una squadra, sia in seno al proprio contesto lavorativo e familiare. Saper gestire lo stress prima di una gara pone le basi per cui un giovane, oltre ottenere migliori risultati sportivi, sappia controllarsi meglio in prossimità di un esame o di un compito e possa così ottenere buoni effetti per la sua vita.

In questi due incontri vogliamo ragionare insieme su quali sono le competenze e gli approcci che permettono di facilitare gli sportivi nella gestione delle dinamiche descritte. Per fare questo vi saranno presentati alcuni temi come lo stress, le diverse visioni di competizioni, le modalità di relazione e di comunicazione, in funzione dei risultati. Saranno, inoltre, realizzate delle attività che permetteranno una sperimentazione diretta di queste dinamiche.

L’obiettivo finale sarà quello che ogni partecipante possa tornare alla propria attività più consapevole rispetto ai temi trattati durante i due incontri e con qualche strumento in più che gli permetterà di porre maggiore attenzione alle competenze che possono aiutare i giovani sportivi a gestire con più attenzione lo stress, le dinamiche competitive e la costruzione dell’immagini che gli atleti stessi, anche non professionisti, hanno di sé.

In considerazione di quanto sopra, lo scrivente Servizio Sport desidera sottoporre alla vostra attenzione ed INVITARVI A PARTECIPARE al un percorso di analisi e riflessione, assolutamente gratuito, aprendo alla gradita ed auspicata condivisione e presenza di insegnanti, docenti e genitori (giungendo ad un fattivo confronto tra le diverse figure educative). A fini organizzativi, dovendo predisporre spazi e materiali, è per noi necessario conoscere il numero dei partecipanti. Vi chiediamo di comunicare presenze e adesioni, entro il 15 febbraio 2013, scrivendo o telefonando ai recapiti indicati in calce. Sperando d’essere riusciti a comunicare il valore e l’importanza del percorso che vi proponiamo, siamo oltremodo convinti che risponderete numerosi al nostro invito.

Invito incontri “Sport e Benessere”.

La nostra società pone la persona sotto pressione in merito al raggiungimento dei risultati e alla necessità di garantire adeguati livelli di performance.

In questa situazione lo sport e gli sportivi non sono un’eccezione, anzi, sempre più i giovani che svolgono attività sentono di dover raggiungere determinati risultati, di dover garantire prestazioni di alto livello e di dover costruire un’immagine psicologica e fisica adeguata ai canoni che l’ambiente esterno propone e, in una certo qual modo, impone. Lo sport ci offre infinite possibilità per migliorarci, questa situazione, però ha anche alcuni “effetti indesiderati”.

1. Esasperazione della dinamica competitiva che porta a sviluppare un approccio allo sport principalmente legato alla performance, dove, in alcuni casi, si è disposti a rinunciare a parti importanti di sé stessi e delle proprie relazioni. La competitività è sicuramente una dinamica fondamentale e centrale nella vita e nello sport però, oltre alcuni limiti, produce delle situazioni di malessere alla persona, ai micro-gruppi e alla comunità nel suo complesso (PRIMO INCONTRO: lunedì 18 febbraio 2013 – dalle ore 19.00 alle ore 20.30 - presso la sede di Anffas Onlus di via Gran Sasso 52);

2. La gestione dello stress, stante quanto brevemente descritto, assume un ruolo di forte importanza nella crescita delle persone. Una corretta interpretazione degli eventi e delle dinamiche stressogene rende possibile un miglior e più equilibrato sviluppo dello sportivo e in questo modo anche della persona (SECONDO INCONTRO: mercoledì 27 febbraio 2013 – dalle ore 19.00 alle ore 20.30 - presso la sede di Anffas Onlus di via Gran Sasso 52);

In questa direzione appare interessante sottolineare come chi allena sportivi a livello dilenttantistico abbia una forte responsabilità, soprattutto se lavora con i giovani. Fare sport è anche occasione per sviluppare competenze chiave per la persona. Riuscire a competere in maniera sane e leale, permette di sviluppare anche buoni livelli di collaborazione sia all’interno di una squadra, sia in seno al proprio contesto lavorativo e familiare. Saper gestire lo stress prima di una gara pone le basi per cui un giovane, oltre ottenere migliori risultati sportivi, sappia controllarsi meglio in prossimità di un esame o di un compito e possa così ottenere buoni effetti per la sua vita.

In questi due incontri vogliamo ragionare insieme su quali sono le competenze e gli approcci che permettono di facilitare gli sportivi nella gestione delle dinamiche descritte. Per fare questo vi saranno presentati alcuni temi come lo stress, le diverse visioni di competizioni, le modalità di relazione e di comunicazione, in funzione dei risultati. Saranno, inoltre, realizzate delle attività che permetteranno una sperimentazione diretta di queste dinamiche.

L’obiettivo finale sarà quello che ogni partecipante possa tornare alla propria attività più consapevole rispetto ai temi trattati durante i due incontri e con qualche strumento in più che gli permetterà di porre maggiore attenzione alle competenze che possono aiutare i giovani sportivi a gestire con più attenzione lo stress, le dinamiche competitive e la costruzione dell’immagini che gli atleti stessi, anche non professionisti, hanno di sé.

In considerazione di quanto sopra, lo scrivente Servizio Sport desidera sottoporre alla vostra attenzione ed INVITARVI A PARTECIPARE al un percorso di analisi e riflessione, assolutamente gratuito, aprendo alla gradita ed auspicata condivisione e presenza di insegnanti, docenti e genitori (giungendo ad un fattivo confronto tra le diverse figure educative). A fini organizzativi, dovendo predisporre spazi e materiali, è per noi necessario conoscere il numero dei partecipanti. Vi chiediamo di comunicare presenze e adesioni, entro il 15 febbraio 2013, scrivendo o telefonando ai recapiti indicati in calce. Sperando d’essere riusciti a comunicare il valore e l’importanza del percorso che vi proponiamo, siamo oltremodo convinti che risponderete numerosi al nostro invito.

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022