Servizi > Lavoro > Lavorare per il Comune > Bandi di gara e contratti > Bandi di gara > Bandi di servizi

Domande e risposte bando ispezione impianti termici

QUESITO 1

Domanda: In relazione al requisito di partecipazione di cui all’art. 7 punto 2 “Capacita Tecnica” del Disciplinare di gara che testualmente cita :”.. tutti i soggetti partecipanti alla procedura, a pena di esclusione, devono aver eseguito, nel triennio antecedente la pubblicazione del presente bando (2012-2013-2014), i medesimi servizi a quello oggetto del presente affidamento, in favore di Enti pubblici, di importo almeno pari a 30.000,00 euro annui IVA esclusa e comunque qualificato dal contraente pubblico come appalto di servizi”
In caso di società costituita da meno di tre anni, in considerazione del fatto che al punto 2 dell’art. 7 del disciplinare di gara non è preclusa la possibilità di usufruire dell’avvalimento ai sensi dell’art. 49 del d.lgs n. 163/2006 e ssmmii sul possesso dei predetti requisiti, si chiede se è consentito dimostrare il possesso del requisito di cui all’art.7 punto 2 Capacità Tecnica del Disciplinare di gara, usufruendo dell’avvalimento ai sensi dell’art49 49 del dlgs n. 163/2006 e ssmmii

Risposta: Ai sensi dell’art. 7, punto 2 "Capacità Tecnica", pag. 5 del disciplinare di gara testualmente si dice "L’eventuale impossibilità, per giustificati motivi, di dimostrare il possesso dei predetti requisiti, ivi compreso quello concernente la costituzione o l’inizio dell’attività da meno di 3 (tre) anni, dovrà essere comprovata in sede di presentazione della domanda a pena di esclusione. I soggetti partecipanti alla procedura potranno comunque provare il possesso del predetto requisito mediante altri documenti idonei"
Tali documenti saranno presentati nelle modalità indicate all’art. 9, punto 12, pag. 8 del disciplinare di gara che recita "Presentazione, ai sensi dell’art. 42 del d.lgs 163/06, dell’elenco dei principali servizi prestati negli ultimi tre anni (12-13-14) con l’indicazione degli importi, delle date e dei destinatari pubblici, unitamente ai certificati rilasciati e vistati dagli enti medesimi".
In merito al quesito circa la possibilità di usufruire dell’avvalimento ai sensi dell’art. 49 del d.lgs n.163/2006 e ssmmii, si comunica che la stessa non è preclusa come da indicazioni contenute nell’errata corrige al disciplinare di gara.

QUESITO 2

Domanda: Gentili , l’art7 punto 1 del Capitolato prevede che i requisiti di ordine generale che devono possedere tutte le persone fisiche (Ispettori) partecipanti e/o incaricate sono:
- art. 38 d. lgs. 163/06;
- possesso di Partita I.V.A.; […]

Tale requisito è richiesto solo per i liberi professionisti? Per le aziende che utilizzano verificatori dipendenti e non in possesso di partita iva, quale requisito è richiesto?

Risposta: In caso di ispettori incaricati e dipendenti della struttura tecnica del concorrente, il possesso della P.IVA è richiesto solo alla società concorrente (cfr. art. 7 disciplinare di gara).

QUESITO 3

Domanda: Tra i documenti di gara viene riportato un unico Modello B, è necessario usare lo stesso modello per gli ispettori incaricati e gli Amministratori della Società o vi è un altro Modello B riferito solamente agli ispettori/coordinatore?

Risposta: Sono presenti due Modelli B, il primo "Modello B" per gli amministratori della società, il secondo "Modello B Ispettori/coordinatore" va compilato per ognuno degli ispettori e per il coordinatore tecnico, barrando la casellina corrispondente se ispettore o coordinatore tecnico.

QUESITO 4

Domanda: E’ previsto un modello da utilizzare per la presentazione dell’offerta economica?

Risposta: No, trattandosi di gara aperta col criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa come indicato in premessa al bando, è sufficiente formulare la propria offerta economica come meglio specificatoindicato all’art. 9 punto 2 Busta Telematica offerta economica, pag. 9 del disciplinare di gara.

QUESITO 5

Domanda: Il modello "Autorizzazione Paesi Black List " riguarda le Società che hanno sede in stati esteri soggetti a restrizione, per le imprese che hanno sede in Italia è necessaria comunque la produzione del modello?

Risposta: Per le società aventi sede in un paese non "black list" (quale l’italia) non è necessario produrre alcuna documentazione.

QUESITO 6

Domanda: Avvalimento : nel caso in cui una Impresa debba inserire i documenti relativi all’avvilimento che si riferiscono alla capacitò tecnica di cui al punto 2 del disciplinare, gli stesi possono essere inseriti alla voce "elenco servizi"?

Risposta: In caso di avvalimento è necessario produrre la documentazione di cui all’art. 49 del d. lgs. 163/06 al quale si rimanda per il testo integrale.

QUESITO 7

Domanda: PassOE : è necessaria la produzione del PASSOE, in caso di risposta positiva il documento può essere inserito unitamente al versamento del contributo ANAC?

Risposta: No, il PassOE non è necessario.

QUESITO 8

Domanda: Dove va inserita la documentazione di avvilimento di cui all’art. 49 del codice dei contratti pubblici?

Risposta: La documentazione relativa all’avvalimento, contenente le informazioni di cui all’art. 49 del d. lgs. 163/06 deve essere inserita nella "busta" telematica relativa alla documentazione amministrativa.

QUESITO 9

Domanda: Per le imprese che partecipano singolarmente o per i consorzi di imprese che abbiano il possesso dei requisiti di ordine generale e speciale previsto dal bando e dal disciplinare sia chiede se sia derogabile per gli ispettori il "possesso della Partita IVA", ciò in quanto i dipendenti ispettori e gli altri soggetti che collaborano nelle forme riconosciute dalla legge, non necessariamente possiedono l’iscrizione alla partita IVA, anzi tale requisito risulta non pertinente per tale tipologia di contributori all’attività delle imprese.

Risposta: Si precisa che in caso di ispettori incaricati e dipendenti della struttura tecnica del concorrente, il possesso della P.IVA è richiesto solo alla società concorrente (cfr. art. 7 disciplinare di gara). si veda al riguardo anche la sezione "domande e risposte" dedicata alla presente procedura presente sul sito internet comunale.

QUESITO 10

Domanda: Per i soggetti (imprese e consorzi di imprese) che partecipano direttamente alla gara e che possiedono il requisiti della qualità ISO EN 9001 complessivamente come impresa sia chiede se sia derogabile la richiesta del requisito del possesso per ogni singolo ispettore. Ciò in ragione del fatto che la certificazione ISO EN 9001 non può essere assegnata a singoli operatori che collaborano in maniera continuativa o per i singoli dipendenti dell’impresa, nonchè per il fatto che, per la natura stessa della norma, la certificazione ISO 9001 viene assegnata principalmente ad imprese (o consorzi) che hanno struttura articolata (direzione aziendale, responsabile della qualità, ecc.), mentre del tutto episodica appare tale certificazione nel caso di professionisti operanti singolarmente.

Risposta: Si precisa che il possesso del requisito UNI EN ISO 9001 non è obbligatorio, come meglio specificato al punto 2) del comunicato "errata corrige" presente tra i documenti di gara ed è un requisito facoltativo, eventualmente posseduto dalla società, al quale non è attribuito alcun punteggio in fase di valutazione delle offerte.

QUESITO 11

Domanda: Con riferimento al Capitolato Tecnico, art. 4, si chiede di chiarire relativamente agli importi unitari correlati alle ispezioni, il numero di ispezioni e l’importo a base d’asta.

Risposta: In riferimento al vostro quesito si precisa che l’appalto comprende per ciascuna stagione termica 2015/2015 e 2015/2016 un numero presunto di ispezioni pari a 700 impianti, suddiviso in circa 500 impianti con potenza inferiore a 35 kw e 200 impianti con potenza superiore o ugale a 35 kw. L’importo a base d’asta è di € 160.000,00 Iva inclusa. ( cfr. art. 4, pag 4 del Capitolato tecnico).

QUESITO 12

Domanda: In caso di RTI ( Raggruppamento Temporaneo di Imprese) il pagamento delle competenze può essere fatto per ogni soggetto componente il raggruppamento, ognuno per la sua parte spettante? Il pagamento al solo mandatario del RTI (sia esso un professionista, od un imprenditore) di tutte le spettanze, creerebbe un grave danno economico ai componenti con lunghissimi tempi per il recupero delle somme dovute. La fatturazione separata, risolverebbe il problema senza aggravio alcuno per la S. A.

Risposta: La fatturazione separata è ammessa in caso di RTI.

QUESITO 13

Domanda: In caso di partecipazione, come capogruppo o come mandante, da parte di liberi professionisti, e dunque non iscritti alla camera di commercio, è ammesso come requisito analogo l’iscrizione ai relativi ordini professionali?

Risposta: Sì, in caso di liberi professionisti è ammessa l’iscrizione agli ordini professionali di categoria al posto dell’iscrizione alla CCIAA.

QUESITO 14

Domanda: All’art. 7 (requisiti professionali degli ispettori) viene richiesto “il possesso di attestazione di idoneità tecnica rilasciata dall’ENEA ecc…” . Dal momento che dal 27/06/2013 è in vigore il DPR 74/2013 (da cui poi “deriva” la d.g.r. Lombardia n. X/1118 ) le ispezioni devono eseguite con le nuove disposizioni, che allargano e modificano il campo di applicazione del servizio e introducono i nuovi rapporti di ispezione e di controllo, si richiede se è sufficiente il possesso dell’attestato ENEA, “precedente versione”, ai sensi di Legge 10/91 e D. Lsg 192/2005 più attestazione di partecipazione ad un corso di aggiornamento singolarmente riconosciuto da Ente Locale Regione Lombardia, oppure se è necessario l’attestato di partecipazione, e superamento con profitto di un corso di abilitazione, ai sensi del nuovo DPR 74/2013.

Risposta: E’ sufficiente l’attestato ENEA già posseduto. In caso di possesso del nuovo attestato può essere presentato quest’ultimo e verrà considerato nell’attribuzione del punteggio di cui all’art. 11, punto e) pag. 11 del disciplinare di gara.

QUESITO 15

Domanda: Si chiede se una ditta che esegue manutenzione di impianti termici e/o vendita di combustibile al di fuori del territorio di Cinisello Balsamo può essere ammessa alla gara anche se tale eventualità è espressamente esclusa dal DPR 74/2013.

Risposta: Ai sensi dell’art. 8 del Capitolato della presente gara, fermo restando quanto espresso dal DPR 74/2013 non possono partecipare alla presente procedura i fornitori/ venditori di energia per impianti termici situati nel territorio di Cinisello Balsamo; una ditta che esegue manutenzione di impianti termici al di fuori del territorio del comune di Cinisello Balsamo può invece essere ammessa alla gara.

QUESITO 1

Domanda: In relazione al requisito di partecipazione di cui all’art. 7 punto 2 “Capacita Tecnica” del Disciplinare di gara che testualmente cita :”.. tutti i soggetti partecipanti alla procedura, a pena di esclusione, devono aver eseguito, nel triennio antecedente la pubblicazione del presente bando (2012-2013-2014), i medesimi servizi a quello oggetto del presente affidamento, in favore di Enti pubblici, di importo almeno pari a 30.000,00 euro annui IVA esclusa e comunque qualificato dal contraente pubblico come appalto di servizi”
In caso di società costituita da meno di tre anni, in considerazione del fatto che al punto 2 dell’art. 7 del disciplinare di gara non è preclusa la possibilità di usufruire dell’avvalimento ai sensi dell’art. 49 del d.lgs n. 163/2006 e ssmmii sul possesso dei predetti requisiti, si chiede se è consentito dimostrare il possesso del requisito di cui all’art.7 punto 2 Capacità Tecnica del Disciplinare di gara, usufruendo dell’avvalimento ai sensi dell’art49 49 del dlgs n. 163/2006 e ssmmii

Risposta: Ai sensi dell’art. 7, punto 2 "Capacità Tecnica", pag. 5 del disciplinare di gara testualmente si dice "L’eventuale impossibilità, per giustificati motivi, di dimostrare il possesso dei predetti requisiti, ivi compreso quello concernente la costituzione o l’inizio dell’attività da meno di 3 (tre) anni, dovrà essere comprovata in sede di presentazione della domanda a pena di esclusione. I soggetti partecipanti alla procedura potranno comunque provare il possesso del predetto requisito mediante altri documenti idonei"
Tali documenti saranno presentati nelle modalità indicate all’art. 9, punto 12, pag. 8 del disciplinare di gara che recita "Presentazione, ai sensi dell’art. 42 del d.lgs 163/06, dell’elenco dei principali servizi prestati negli ultimi tre anni (12-13-14) con l’indicazione degli importi, delle date e dei destinatari pubblici, unitamente ai certificati rilasciati e vistati dagli enti medesimi".
In merito al quesito circa la possibilità di usufruire dell’avvalimento ai sensi dell’art. 49 del d.lgs n.163/2006 e ssmmii, si comunica che la stessa non è preclusa come da indicazioni contenute nell’errata corrige al disciplinare di gara.

QUESITO 2

Domanda: Gentili , l’art7 punto 1 del Capitolato prevede che i requisiti di ordine generale che devono possedere tutte le persone fisiche (Ispettori) partecipanti e/o incaricate sono:
- art. 38 d. lgs. 163/06;
- possesso di Partita I.V.A.; […]

Tale requisito è richiesto solo per i liberi professionisti? Per le aziende che utilizzano verificatori dipendenti e non in possesso di partita iva, quale requisito è richiesto?

Risposta: In caso di ispettori incaricati e dipendenti della struttura tecnica del concorrente, il possesso della P.IVA è richiesto solo alla società concorrente (cfr. art. 7 disciplinare di gara).

QUESITO 3

Domanda: Tra i documenti di gara viene riportato un unico Modello B, è necessario usare lo stesso modello per gli ispettori incaricati e gli Amministratori della Società o vi è un altro Modello B riferito solamente agli ispettori/coordinatore?

Risposta: Sono presenti due Modelli B, il primo "Modello B" per gli amministratori della società, il secondo "Modello B Ispettori/coordinatore" va compilato per ognuno degli ispettori e per il coordinatore tecnico, barrando la casellina corrispondente se ispettore o coordinatore tecnico.

QUESITO 4

Domanda: E’ previsto un modello da utilizzare per la presentazione dell’offerta economica?

Risposta: No, trattandosi di gara aperta col criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa come indicato in premessa al bando, è sufficiente formulare la propria offerta economica come meglio specificatoindicato all’art. 9 punto 2 Busta Telematica offerta economica, pag. 9 del disciplinare di gara.

QUESITO 5

Domanda: Il modello "Autorizzazione Paesi Black List " riguarda le Società che hanno sede in stati esteri soggetti a restrizione, per le imprese che hanno sede in Italia è necessaria comunque la produzione del modello?

Risposta: Per le società aventi sede in un paese non "black list" (quale l’italia) non è necessario produrre alcuna documentazione.

QUESITO 6

Domanda: Avvalimento : nel caso in cui una Impresa debba inserire i documenti relativi all’avvilimento che si riferiscono alla capacitò tecnica di cui al punto 2 del disciplinare, gli stesi possono essere inseriti alla voce "elenco servizi"?

Risposta: In caso di avvalimento è necessario produrre la documentazione di cui all’art. 49 del d. lgs. 163/06 al quale si rimanda per il testo integrale.

QUESITO 7

Domanda: PassOE : è necessaria la produzione del PASSOE, in caso di risposta positiva il documento può essere inserito unitamente al versamento del contributo ANAC?

Risposta: No, il PassOE non è necessario.

QUESITO 8

Domanda: Dove va inserita la documentazione di avvilimento di cui all’art. 49 del codice dei contratti pubblici?

Risposta: La documentazione relativa all’avvalimento, contenente le informazioni di cui all’art. 49 del d. lgs. 163/06 deve essere inserita nella "busta" telematica relativa alla documentazione amministrativa.

QUESITO 9

Domanda: Per le imprese che partecipano singolarmente o per i consorzi di imprese che abbiano il possesso dei requisiti di ordine generale e speciale previsto dal bando e dal disciplinare sia chiede se sia derogabile per gli ispettori il "possesso della Partita IVA", ciò in quanto i dipendenti ispettori e gli altri soggetti che collaborano nelle forme riconosciute dalla legge, non necessariamente possiedono l’iscrizione alla partita IVA, anzi tale requisito risulta non pertinente per tale tipologia di contributori all’attività delle imprese.

Risposta: Si precisa che in caso di ispettori incaricati e dipendenti della struttura tecnica del concorrente, il possesso della P.IVA è richiesto solo alla società concorrente (cfr. art. 7 disciplinare di gara). si veda al riguardo anche la sezione "domande e risposte" dedicata alla presente procedura presente sul sito internet comunale.

QUESITO 10

Domanda: Per i soggetti (imprese e consorzi di imprese) che partecipano direttamente alla gara e che possiedono il requisiti della qualità ISO EN 9001 complessivamente come impresa sia chiede se sia derogabile la richiesta del requisito del possesso per ogni singolo ispettore. Ciò in ragione del fatto che la certificazione ISO EN 9001 non può essere assegnata a singoli operatori che collaborano in maniera continuativa o per i singoli dipendenti dell’impresa, nonchè per il fatto che, per la natura stessa della norma, la certificazione ISO 9001 viene assegnata principalmente ad imprese (o consorzi) che hanno struttura articolata (direzione aziendale, responsabile della qualità, ecc.), mentre del tutto episodica appare tale certificazione nel caso di professionisti operanti singolarmente.

Risposta: Si precisa che il possesso del requisito UNI EN ISO 9001 non è obbligatorio, come meglio specificato al punto 2) del comunicato "errata corrige" presente tra i documenti di gara ed è un requisito facoltativo, eventualmente posseduto dalla società, al quale non è attribuito alcun punteggio in fase di valutazione delle offerte.

QUESITO 11

Domanda: Con riferimento al Capitolato Tecnico, art. 4, si chiede di chiarire relativamente agli importi unitari correlati alle ispezioni, il numero di ispezioni e l’importo a base d’asta.

Risposta: In riferimento al vostro quesito si precisa che l’appalto comprende per ciascuna stagione termica 2015/2015 e 2015/2016 un numero presunto di ispezioni pari a 700 impianti, suddiviso in circa 500 impianti con potenza inferiore a 35 kw e 200 impianti con potenza superiore o ugale a 35 kw. L’importo a base d’asta è di € 160.000,00 Iva inclusa. ( cfr. art. 4, pag 4 del Capitolato tecnico).

QUESITO 12

Domanda: In caso di RTI ( Raggruppamento Temporaneo di Imprese) il pagamento delle competenze può essere fatto per ogni soggetto componente il raggruppamento, ognuno per la sua parte spettante? Il pagamento al solo mandatario del RTI (sia esso un professionista, od un imprenditore) di tutte le spettanze, creerebbe un grave danno economico ai componenti con lunghissimi tempi per il recupero delle somme dovute. La fatturazione separata, risolverebbe il problema senza aggravio alcuno per la S. A.

Risposta: La fatturazione separata è ammessa in caso di RTI.

QUESITO 13

Domanda: In caso di partecipazione, come capogruppo o come mandante, da parte di liberi professionisti, e dunque non iscritti alla camera di commercio, è ammesso come requisito analogo l’iscrizione ai relativi ordini professionali?

Risposta: Sì, in caso di liberi professionisti è ammessa l’iscrizione agli ordini professionali di categoria al posto dell’iscrizione alla CCIAA.

QUESITO 14

Domanda: All’art. 7 (requisiti professionali degli ispettori) viene richiesto “il possesso di attestazione di idoneità tecnica rilasciata dall’ENEA ecc…” . Dal momento che dal 27/06/2013 è in vigore il DPR 74/2013 (da cui poi “deriva” la d.g.r. Lombardia n. X/1118 ) le ispezioni devono eseguite con le nuove disposizioni, che allargano e modificano il campo di applicazione del servizio e introducono i nuovi rapporti di ispezione e di controllo, si richiede se è sufficiente il possesso dell’attestato ENEA, “precedente versione”, ai sensi di Legge 10/91 e D. Lsg 192/2005 più attestazione di partecipazione ad un corso di aggiornamento singolarmente riconosciuto da Ente Locale Regione Lombardia, oppure se è necessario l’attestato di partecipazione, e superamento con profitto di un corso di abilitazione, ai sensi del nuovo DPR 74/2013.

Risposta: E’ sufficiente l’attestato ENEA già posseduto. In caso di possesso del nuovo attestato può essere presentato quest’ultimo e verrà considerato nell’attribuzione del punteggio di cui all’art. 11, punto e) pag. 11 del disciplinare di gara.

QUESITO 15

Domanda: Si chiede se una ditta che esegue manutenzione di impianti termici e/o vendita di combustibile al di fuori del territorio di Cinisello Balsamo può essere ammessa alla gara anche se tale eventualità è espressamente esclusa dal DPR 74/2013.

Risposta: Ai sensi dell’art. 8 del Capitolato della presente gara, fermo restando quanto espresso dal DPR 74/2013 non possono partecipare alla presente procedura i fornitori/ venditori di energia per impianti termici situati nel territorio di Cinisello Balsamo; una ditta che esegue manutenzione di impianti termici al di fuori del territorio del comune di Cinisello Balsamo può invece essere ammessa alla gara.

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022