Ufficio Europa, progetti complessi e fundraising
Servizi > Ufficio Europa, progetti complessi e fundraising > Agenzia Eurodesk Cinisello Balsamo > Opportunità per i giovani > Scambi internazionali > Esperienze passate

Icitizen 2.0 - I racconti dei ragazzi

Dal 7 al 13 Marzo si è tenuto uno scambio internazionale in Ungheria nella piccola cittadina di Liptód dove l’associazione Ungherese Fiatalok ha ospitato un gruppo di circa 40 ragazzi provenienti da diversi paesi europei quali, Italia Croazia, Lituania, Portogallo, Repubblica Ceca e Ungheria.

Durante la settimana i partecipanti si sono confrontati sul tema del digitale e sull’utilizzo buono e consapevole di internet tramite workshop e attività con l’obiettivo di favorire lo scambio di buone pratiche tra i giovani per quanto riguarda la creazione di contenuti internet in modo consapevole.

Il gruppo Italiano era formato da 5 ragazzi tra i 18 e i 24 anni, ecco qui i racconti della loro esperienza.

Giulia, 23 anni
"Durante la settimana a Liptòd ho capito che cose meravigliose possono accadere se ci si butta senza paura, ed una strada per comunicare la si trova sempre. Giovani dai 16 anni in su- e Miklòs- sono riusciti ad abbattere barriere linguistiche e differenze culturali per ritrovarsi a condividere un’esperienza unica, che va oltre tali barriere. Un’esperienza che ti fa capire come alla fine di tutto sia facile condividere ed andare d’accordo, quando ci si trova tra giovani aperti al dialogo, con grandi sogni e speranze, che possiedono una grande voglia di conoscersi, viaggiare e di continuare a collaborare e lavorare insieme.

Una delle cose più belle di questa esperienza è stata sentirmi dire: "Hai abbattuto tutti gli stereotipi che avevo sugli italiani". Esperienze immersive come lo Youth Exchange mirano ad una conoscenza più profonda di diverse culture. Infatti, oltre lo stereotipo si arriva alla conoscenza più vera, e la conoscenza è un balsamo contro l’odio ed una strada verso il sentirsi, sempre di più, cittadini europei e del mondo.

Il lavoro svolto sul tema del digitale e sulla consapevolezza nel suo uso ha creato interessanti dibattiti che mi hanno permesso di conoscere più a fondo il lato “buono” e quello “cattivo” del web, per imparare a farne un uso consapevole ad a proteggersi dalle minacce. Inoltre, mi sento arricchita poiché le attività svolte a Liptòd mi hanno dato la possibilità di intraprendere dialoghi stimolanti con ragazzi della mia età, competenti, intelligenti e curiosi.

Lo Youth Exchange mi ha dato la possibilità di trovarmi a contatto con quattro culture diverse allo stesso momento. Ciò mi ha permesso di scoprire un’infinità di cose e di visitare diversi paesi attraverso le parole ed i racconti dei giovani provenienti da quella nazione. Scoprire nuove cose, come: cibi, modi di pensare, educazione, balli tipici, musica, parole e molto altro, ha stimolato la mia curiosità e spinto al viaggio alla scoperta dei diversi paesi."

Elena, 19 anni
"Non avevo mai partecipato a nessun Youth Exchange e il sapere di stare andando in un villaggio nella campagna ungherese senza conoscere nessuno un po ’mi spaventava, ma ad oggi ripartirei subito.
Il tema dello scambio era l’uso consapevole di internet, affrontato con attività divertenti ma allo stesso tempo interessanti e che, alla fine, portavano sempre a spunti di riflessione da parte di tutti, facendomi capire come le cose siano differenti ma allo stesso tempo simili nei diversi paesi europei.
Attività tramite le quali ho avuto modo di conoscere persone stupende con cui parlare e confrontarmi, che mi hanno fatto capire che, nonostante avessimo abitudini diverse e culture differenti, alla fine eravamo tutti ragazzi tra i 16 e 24 anni con gli stessi sogni, le stesse ambizioni e paure. "

Riccardo, 18 anni
"Dopo la pandemia avevo finalmente deciso di partecipare ad un progetto Erasmus, non solo per le attività proposte ma anche per conoscere nuove persone di culture diverse. L’esperienza si è rilevata ricca di emozioni che mi hanno reso più socievole e dinamico nei rapporti con gli altri. Sono tornato cambiato da questa esperienza e allo stesso tempo stupito di come grazie all’inglese si possa comunicare senza più barriere linguistiche. Consiglio fortemente a tutti di fare un esperienza del genere almeno una volta nella propria vita."

Kamil, 21 anni
"Sono partito grazie all’agenzia Eurodesk in un scambio in Ungheria per discutere sulle tematiche di internet e per me, che era la prima volta che partecipavo a uno scambio, ero particolarmente agitato di non sapere chi avrei conosciuto, con chi avrei parlato, una volta arrivato.
Grazie alle attività di icebreaking ,di conoscenza, la tensione e l’ansia che sentivamo fra di noi stava scomparendo e, dopo neppure qualche ora, era diventata quasi nulla.
Assurdo come nonostante la nostra barriera linguistica siamo riusciti tutti quanti a poter essere cosi aperti e socievoli l’uno con l’altra, come se fossimo amici da molti anni, non degli estranei che la settimana prima non si conoscevano.
In questo scambio, ovviamente, ci siamo divertiti molto ma non sono mancati i momenti seri che usavamo per affrontare temi importanti come: l’uso consapevole di internet, i suoi pregi e difetti, la sicurezza e gestione dei propri dati, della sua pericolosità ma anche della sua necessità e di come ogni paese tutela e gestisci i crimini informatici.
I momenti migliori però, secondo me, arrivavano nelle serate culturali in cui team di ciascun paese facevano una presentazione delle proprie culture, usanze, piatti tipici, danze e tradizioni e sono stati proprio questi momenti che mi hanno fatto notare come, nonostante le nostre origini, siamo comunque dei ragazzi che in questa età vogliono divertirsi e cercare di godersi appieno ogni secondo di esperienze come questa.
Dopo una settimana a fare amicizia con queste stupende persone il momento degli addii è stato uno dei più duri, anche se probabilmente non ci vedremo più, tutte le persone che ho conosciuto, avranno sempre un posto speciale nei miei pensieri.
Se avessi saputo che questo era quello che mi aspettava in uno scambio avrei cominciato a farli molto prima perché non riesco a enfatizzare abbastanza quanto sia stato incredibile."

Sara, 24 anni
“Il mio primo Youth Exchange.
Non mi era mai capitata l’occasione di poter partecipare ad uno scambio di giovani, avevo solo sentito parlare di questa opportunità o letto/ascoltato racconti dei partecipanti. Non nego che questi mi hanno molto incuriosita e non vedevo l’ora di poter partecipare ad un’esperienza simile.
Finalmente, a Marzo, ho trovato il progetto che faceva per me e sono partita per una settima alla scoperta di Liptod, piccola cittadina ungherese.
É stata un’esperienza fantastica che mi ha regalato molte emozioni, tutti i partecipanti, provenienti da diversi paesi europei, erano socievoli e con tanta voglia di mettersi in gioco.
Sono tornata a casa con una visione diversa dei progetti Erasmus, non vedo l’ora di poter partecipare ad un altro Youth Exchange.
Consiglio a tutti di fare un’esperienza così!”





Data ultima modifica: 14 aprile 2022
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Numero Verde 800397469

    WhatsApp 366.6229188

    Segnalazioni del cittadino

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022