NUTRIMENTI – NUTRIRE E ARRICCHIRE LA PROPRIA MENTE

Titolo dell’attività: NUTRIMENTI – NUTRIRE E ARRICCHIRE LA PROPRIA MENTE

L’attività si può svolgere solo in presenza ed è a disponibilità limitata, prevede un rimborso/donazione indicativo di 12 euro ad alunno da definirsi rispetto al numero complessivo degli alunni della classe

Destinatari: Scuola dell’Infanzia e scuola Primaria

Classi:,grandi dell’infanzia e tutte le classi della primaria

Numero massimo di alunni a incontro: gruppo classe

Numero di incontri e durata:
- 8 incontri (della durata di 1 ora ciascuno per la scuola primaria e di 40 minuti per la scuola dell’infanzia);
- 2 incontri di verifica e valutazione in classe, in apertura e a chiusura del percorso.
Si consigliano inoltre 2 incontri rivolti ai genitori dei bambini coinvolti nel progetto: un incontro di presentazione e uno di restituzione della durata di 1 ora ciascuno.
La distribuzione delle ore viene pianificata in accordo con i docenti. Le attività in classe e di formazione insegnanti, previste in presenza, possono proseguire online in caso di necessità.

Dove: in classe

Descrizione dell’attività: NutriMenti è un progetto per nutrire e arricchire la propria mente a cura di Altisensi – Filosofia per la creatività.
Il Progetto vuole educare alla lentezza necessaria per sviluppare un pensiero autonomo, creativo e critico che impari ad interrogarsi su questioni filosofi che fondamentali per la natura umana (esistenziali, politiche, etiche
e morali, ecologiche). Si mira ad abituare a sostare nella domanda senza accettare risposte preconfezionate, evitando di seguire acriticamente dettami provenienti dall’esterno per orientare il proprio modo di pensare, essere e agire. Si intende educare all’attesa dell’altro, al rispetto dei tempi e modi di espressione altrui per crescere attraverso il confronto e la cooperazione piuttosto che attraverso lo scontro e la competizione.
A tal fine si predispone uno spazio accogliente e familiare, un luogo di ascolto sincero in cui ogni bambino, con i peculiari modi e tempi, si sente sicuro e libero di dar voce alla propria interiorità raccontando esperienze ed esprimendo idee, pensieri, sogni, emozioni, ipotesi fantastiche. Il pensiero creativo è il medium che permette al gruppo di conoscersi, condividersi, crescere insieme percorrendo vie originali e sperimentando il potere liberatorio della parola. Gli alunni sviluppano atteggiamenti empatici e cooperativi, accrescono la stima nelle proprie capacità, imparano a comunicare i propri pensieri nella fiducia di saperli ascoltati.
Le attività, a carattere ludico e creativo, prevedono una didattica attiva laboratoriale che valorizzi il dialogo, il confronto, lo scambio e la condivisione in una modalità paritaria e inclusiva di partecipazione e di cooperazione.
I laboratori utilizzano pretesti differenti a seconda dell’età degli alunni (oggetti, parole, immagini, brani musicali, storie, fiabe, poesie, fatti di attualità, brani filosofici…) a partire dai quali i bambini esprimono e comunicano al gruppo pensieri, sentimenti, idee sia attraverso attività espressive, sia attraverso il linguaggio verbale in forma sempre più articolata.
La curiosità, l’attenzione, l’interesse e la motivazione vengono sollecitati attraverso attività di problem-posing e problem-solving e attraverso forme di narrazione autobiografica o fantastica che mettono al centro dell’attività il bambino e i suoi interessi.
Il percorso è caratterizzato da flessibilità. Le attività vengono pianificate tenendo conto del livello di partenza della classe, delle esigenze che via via emergono e in sinergia con gli insegnanti.
Gli ‘imprevisti’ emersi spontaneamente da parte degli alunni vengono valorizzati come occasioni di apprendimento significativo, legato cioè agli interessi e agli stati emotivi e motivazionali del bambino stesso. Non vi è dunque un percorso prestabilito e uniforme per tutte le classi, ma si è aperti a costruire innesti ah hoc per ogni classe. I contenuti dei laboratori sono semplici pretesti per sviluppare una forma mentis di tipo filosofico.

Obiettivi:

Gli obiettivi si distinguono in acquisizione di competenze cognitive (allenamento del pensiero divergente e del linguaggio), comunicativo-relazionali (allenamento al dialogo cooperativo), socio-affettive (empatia e autostima).
Competenze cognitive: l’allenamento del pensiero divergente
I bambini migliorano la produzione ideativa spontanea sia a livello linguistico che grafico. Apportano contributi originali ai temi proposti, evitando ripetizioni e omologazione sia a livello linguistico che grafico.
Avanzano ipotesi per spiegare i fenomeni posti alla loro attenzione.
Risolvono problemi immaginativi o reali posti alla loro attenzione.
Individuano autonomamente problemi e ideano soluzioni originali, anche attraverso il confronto coi compagni.
Competenze cognitive: l’ampliamento del linguaggio
I bambini arricchiscono il patrimonio lessicale attivando la conoscenza delle principali relazioni di significato tra le parole (somiglianze, differenze, appartenenza a un campo semantico). Esplorano campi semantici acquisendo dimestichezza con le sfumature lessicali.
Elaborano narrazioni a partire dalla propria esperienza personale o dalla propria immaginazione, organizzando i racconti in modo chiaro, logicamente consequenziale e arricchendo con particolari descrittivi e informativi il discorso.
Si esprimono in modo chiaro e preciso fornendo spiegazioni ed esempi e rispondendo in modo pertinente ed esaustivo alle domande altrui.
Competenze comunicative e relazionali: il dialogo cooperativo
I bambini partecipano attivamente alle attività proposte, apportando il proprio contributo personale.
Rispettano i turni di parola, prestano ascolto ai compagni, rispettano eventuali silenzi dell’altro senza commenti o forzature.
Analizzano e apportano critiche costruttive alle proposte altrui. Sostengono e argomentano le proprie posizioni, si sforzano di comprendere i punti di vista altrui e rivalutano in base ad essi le proprie posizioni.
Competenze socio-affettive: empatia e autostima
I bambini riflettono sulla diversa intensità delle emozioni a partire dall’esplorazione di ambiti lessicali e semantici.
Esprimono i propri sentimenti al resto del gruppo. Ascoltano le esperienze dei compagni, le comprendono empaticamente senza giudicarle. Elaborano risposte empatiche nei confronti dei vissuti raccontati dai compagni.
Obiettivi per annualità

Attività ideata e realizzata da: Associazione Altisensi

Per eventuali approfondimenti: https://www.altisensi.it/


 

NOVITA’