RISCOPRIAMO LA CHIESETTA DI S. EUSEBIO

Titolo dell’attività: RISCOPRIAMO LA CHIESETTA DI S. EUSEBIO

L’attività è gratuita, a disponibilità limitata ed è realizzabile solo in presenza

Destinatari: scuola primaria e secondaria di I grado

Classi: terze, quarte e quinte della primaria; prime della secondaria di I grado

Numero massimo di alunni: gruppo classe

Dove: presso la chiesetta di S. Eusebio

Numero incontro e durata: un incontro di 2 ore

Descrizione dell’attività: I partecipanti all’attività verranno guidati a scoprire e conoscere l’edificio più antico di Cinisello Balsamo, risalente presumibilmente al X/XI secolo, attraverso l’analisi dei suoi elementi architettonici, artistici e storici. Questo luogo di culto, prima pagano e poi cristiano, sorgeva all’incrocio del cardo e decumano, secondo la centuriazione romana. Al suo interno vi sono affreschi del XIV/XV secolo, tra cui la famosa “Madonna del Latte”, particolarmente venerata anche in passato e a cui sono dedicati numerosi ex-voto, visibili nella sagrestia. Sono inoltre presenti lapidi, forse di martiri, con iscrizioni e simboli che rimandano ad una primitiva comunità cristiana che qui si riuniva e seppelliva i suoi morti. Legata alla chiesetta è la leggenda della regina Teodolinda, alla quale si deve la conversione dei Longobardi al cristianesimo, che da Monza, di nascosto, sarebbe venuta qui a pregare.
Verrà valutata la possibilità di organizzare una restituzione alla cittadinanza coinvolgendo direttamente gli studenti per renderli protagonisti dell’evento.

Obiettivi:

  • Promuovere la conoscenza dei principali edifici storico-artistici della propria città
  • Rafforzare il legame con il territorio di appartenenza scoprendo le sue radici storiche
  • Recuperare la memoria storica e promuovere l’importanza della tutela dei siti più significativi della città
  • Incrementare il senso civico attraverso un’opera di promozione culturale e di valorizzazione
  • Riflettere sull’importanza della chiesetta come testimonianza cristiana di una comunità, attraverso i secoli
  • Organizzare la restituzione al territorio dei risultati del lavoro attraverso l’utilizzo di vari linguaggi e strumenti

Attività ideata e realizzata da: Amici del Pertini e di Villa Ghirlanda


 

NOVITA’