Servizi > Commercio e Suap

Contributi per attività commerciali, artigianali di servizi, esistenti o di nuova apertura

L’Amministrazione Comunale con atto n. 115 del 9.07.2020, ha approvato la partecipazione al progetto regionale “Distretti della ricostruzione”, promuovendo la pubblicazione del presente bando rivolto sia alle attività già presenti nel Distretto Urbano del Commercio, che ai nuovi imprenditori interessati ad investire sul territorio del DUC.

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE
• Essere MPMI ai sensi dell’allegato 1 del Reg. UE n. 651/2014;
• Essere iscritte al Registro delle Imprese e risultare attive;
• Disporre di una unità locale collocata all’interno dell’ambito territoriale del Distretto del Commercio che soddisfi almeno una delle seguenti condizioni:
◦ Svolgere attività di ristorazione, somministrazione o vendita diretta al dettaglio di beni o servizi,
con vetrina su strada o situata al piano terreno degli edifici;
◦ Fornire servizi tecnologici innovativi di logistica, trasporto e consegna a domicilio alle imprese del commercio, della ristorazione, del terziario e dell’artigianato che coprano in tutto o in parte il territorio del Distretto del Commercio;
• Non sussistano per alcuno dei soggetti di cui all’art. 85 del D.Lgs. 6 settembre 2011 n. 159 (c.d. Codice delle leggi antimafia) cause di divieto, di decadenza, di sospensione di cui all’art. 67 del citato D.Lgs.;
• In caso di inquadramento degli aiuti nell’ambito del Reg. UE n. 1407/2013 “De minimis”, non rientrare nel campo di esclusione di cui all’art. 1 del suddetto Regolamento;
• In caso di inquadramento degli aiuti nell’ambito del “Quadro temporaneo” di cui alla Comunicazione C(2020) 1863 della Commissione Europea, non essere in difficoltà, secondo la definizione di cui all’art. 2 comma 18 del Regolamento (UE) 651/2014, alla data del 31/12/2019.

NUOVE ATTIVITA’
Per l’avvio di nuove attività, ricadenti comunque nelle sopracitate caratteristiche, devo sussistere le seguenti
caratteristiche:
• avere unità locale all’interno del perimetro del DUC;
• essere in locali "fronte strada" o “a piano terreno di edifici”;
• i nuovi imprenditori non devono avere cause di divieto, di decadenza, di sospensione di cui all’art. 67
del D.Lgs. 6 settembre 2011 n. 159 (c.d. Codice delle leggi antimafia) e comunque devono avviare l’attività che soddisfi i requisiti sopra previsti entro il 19 ottobre 2020 e comunque prima dell’erogazione del contributo economico da parte del Comune.

SOGGETTI DESTINATARI
I soggetti destinatari del contributo sono Micro e Piccole Medie Imprese del commercio, dell’artigianato e dei servizi.
In particolare, potranno rientrare come beneficiari del contributo le seguenti attività:
• Esercizi commerciali di vicinato;
• Artigianato di servizio;
• Pubblici esercizi con attività di somministrazione alimentare e/o bevande;
• Servizi tecnologici innovativi di logistica, trasporto e consegna a domicilio alle imprese del commercio, della ristorazione, del terziario e dell’artigianato che coprano in tutto o in parte il territorio del Distretto del Commercio.
Ciascun richiedente (persona fisica o giuridica) potrà presentare una sola istanza di contributo. Tale limite si applica anche alle società costituite o controllate, in maniera diretta o indiretta, secondo quanto stabilito dalla vigente legislazione societaria.
I soggetti devono essere in possesso, all’atto della presentazione della domanda:
- dei requisiti morali previsti per l’esercizio della specifica attività così come previsti dalla legge 204/1985 come modificata dall’art. 74 del D.Lgs. 59/2010

DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALL’ISTANZA DI CONTRIBUTO

  • progetto d’impresa
  • curriculum professionale (per le nuove attività)
  • ipotesi di fatturato annuo e conto economico (per le nuove attività)
  • allegato A -Istanza
  • allegato B -Antiriciclaggio
  • allegato C -Tracciabilità
  • allegato D -Budget
    In caso di incompletezza della documentazione allegata ovvero qualora emergesse la necessità di chiarimenti,
    verranno richieste le opportune integrazioni, con indicazione dei termini entro cui adempiere, pena
    l’esclusione della domanda.
    Le fatture quietanzate relative all’investimento complessivamente ammesso saranno conservate agli atti
    presso gli uffici comunali.

PROCEDURA DI SELEZIONE
Procedura automatica, ai sensi dell’art. 4 del D.Lgs. 123/98. Le domande in possesso dei requisiti di ammissibilità formale sono finanziate in ordine cronologico di ricezione, fino ad esaurimento della dotazione finanziaria.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE
1.La richiesta di contributo dovrà essere redatta sull’apposito modello allegato A (istanza di partecipazione al contributo), compilata in ogni parte e sottoscritta dal richiedente, unitamente alla documentazione prevista al successivo art. 9.
2.La richiesta di contributo dovrà essere inoltrata esclusivamente tramite Posta elettronica certificata (PEC) entro e non oltre il giorno 19 ottobre 2020 al seguente indirizzo: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it
La presentazione dell’istanza comporta l’automatica accettazione di tutte le condizioni e obblighi previsti dal Bando Pubblico.

Data ultima modifica: 11 settembre 2020
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022