Servizi > Salute > Comunicazioni

Coronavirus: DPCM e Ordinanze

Aggiornamento del 25 ottobre 2020

Il Decreto della Presidenza del Consiglio del 24 ottobre contiene nuove disposizioni urgenti per la prevenzione della diffusione del Covid-19, valide dal 26 ottobre al 24 novembre.

BAR E RISTORANTI
• Le attività dei servizi di ristorazione (bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00.
• Resta invece consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti.
• Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi.
• Resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonché fino alle ore 23,00 (in Lombardia) la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.
• Restano aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro.
• Sono consentite le attività delle mense e del catering continuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, nei limiti e alle condizioni di cui al periodo precedente.

PRIMO CICLO DELLA SCUOLA IN PRESENZA, DAD ALLE SUPERIORI
• L’attività didattica ed educativa per il primo ciclo di istruzione -
materna, elementari e medie - e per i servizi educativi per l’infanzia
continuerà a svolgersi in presenza.
• Le scuole superiori adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata.

STOP A PALESTRE E PISCINE
• Sono sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza, nonché centri culturali, centri sociali e centri ricreativi. E’ consentita l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere svolta all’aperto mantenendo il distanziamento sociale.

ATTIVITA’ SPORTIVE
Sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive degli sport individuali e di squadra; restano consentititi soltanto gli eventi e le competizioni sportive di carattere nazionale.
Lo svolgimento degli sport di contatto, come individuati con provvedimento del Ministro per le politiche giovanili e lo sport è sospeso, sono altresì sospese l’attività sportiva dilettantistica di base, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto, anche se aventi carattere ludico-amatoriale.
Si possono svolgere attività di allenamento all’aperto per gli sport agiti in forma individuale, di squadra e di contatto, purché realizzati in forma individuale.
Sono sospese le attività presso le Scuole di Danza.

CINEMA E TEATRI
Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto.

DISCOTECHE
Restano comunque sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso.

SALE GIOCHI
Sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo e casinò.

FIERE E CONGRESSI
• Sono vietate le sagre, le fiere e gli altri analoghi eventi.
• Restano consentite le manifestazioni fieristiche di carattere nazionale e internazionale, previa adozione di Protocolli validati dal Comitato tecnicoscientifico e secondo misure organizzative adeguate alle dimensioni ed alle caratteristiche dei luoghi e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro
• Sono sospesi i convegni, i congressi e gli altri eventi, ad eccezione di quelli che si svolgono con modalità a distanza

CHIUSURA STRADE E PIAZZE
Delle strade o piazze nei centri urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento, può essere disposta la chiusura al pubblico, dopo le ore 21,00, fatta salva la possibilità di accesso, e deflusso, agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private.

INGRESSI FLESSIBILI NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI
• Le pubbliche amministrazione dispongono una differenziazione dell’orario di ingresso del personale, fatto salvo il personale sanitario e socio sanitario, nonché quello impegnato in attività connessa all’emergenza o in servizi pubblici essenziali.
È raccomandata la differenziazione dell’orario di ingresso del personale anche da parte dei datori di lavoro privati.
• È raccomandata la differenziazione dell’orario di ingresso del personale anche da parte dei datori di lavoro privati.

STOP A PARCHI DIVERTIMENTI
• Sono sospese le attività dei parchi tematici e di divertimento;
• è consentito l’accesso di bambini e ragazzi a luoghi destinati allo
svolgimento di attività ludiche, ricreative ed educative, anche non formali,
al chiuso o all’aria aperta, con l’ausilio di operatori cui affidarli in custodia
e con obbligo di adottare appositi protocolli di sicurezza predisposti in
conformità alle linee guida del Dipartimento per le politiche della famiglia.

STOP A CONCORSI PUBBLICI E PRIVATI
• Sono sospese procedure concorsuali pubbliche e private, ad
esclusione dei casi in cui venga effettuata la valutazione dei candidati
esclusivamente su basi curriculari e/o in maniera telematica. Dalla
sospensione sono esclusi quelli per il personale sanitario e per quello
della protezione civile.
• Sono salve le procedure in corso e quelle per le quali esistono specifici
protocolli organizzativi validati dal Comitato tecnico scientifico.

MASCHERINA RACCOMANDATA IN CASA TRA NON CONVIVENTI (RACCOMANDAZIONE)
• SI raccomanda l’uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie anche all’interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi. È fatto obbligo di mantenere una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro”
• Sarebbe raccomandato, inoltre, “non ricevere in casa persone diverse dai conviventi, salvo che per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità e urgenza”.

INGRESSI CONTINGENTATI NEI LOCALI PUBBLICI
È fatto obbligo nei locali pubblici e aperti al pubblico, nonché in tutti gli esercizi commerciali di esporre all’ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale medesimo, sulla base dei protocolli e delle linee guida vigenti.

RACCOMANDATO NON SPOSTARSI SE NON PER MOTIVI DI LAVORO, STUDIO, SALUTE, NECESSITA’
È fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi.

DISPOSIZIONI DI REGIONE LOMBARDIA

Ad integrazione del DPCM, in Lombardia rimangono in vigore fino al 13 novembre prossimo alcune disposizioni, tra cui le principali sono:

LIMITAZIONI AGLI SPOSTAMENTI IN ORARIO NOTTURNO

In Regione Lombardia, dalle ore 23.00 alle ore 5.00 del giorno successivo, sono consentiti soltanto gli spostamenti motivati da esigenze lavorative, situazioni di necessità, situazioni di urgenza o motivi di salute. È consentito in ogni caso fare rientro presso il proprio domicilio, dimora o residenza. Per giustificare gli spostamenti sarà necessario esibire una autodichiarazione.

LIMITAZIONI ALLE APERTURE DELLE GRANDI STRUTTURE DI VENDITA E DEI CENTRI COMMERCIALI NEI FINE SETTIMANA

Nelle giornate di sabato e domenica è disposta la chiusura delle grandi strutture di vendita nonché degli esercizi commerciali al dettaglio presenti all’interno dei centri commerciali. Questa disposizione non si applica alla vendita di generi alimentari, alimenti e prodotti per animali domestici, prodotti cosmetici e per l’igiene personale, per l’igiene della casa, piante e fiori e relativi prodotti accessori, nonché alle farmacie, alle parafarmacie, alle tabaccherie e rivendite di monopoli.

DIVIETO CONSUMO DI ALCOLICI IN LUOGHI PUBBLICI

Il consumo di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione nelle aree pubbliche compresi parchi, giardini e ville aperte al pubblico è sempre vietato.

DIDATTICA A DISTANZA

A partire dal 26 ottobre, le scuole secondarie di secondo grado e le istituzioni formative professionali di secondo grado devono realizzare le proprie attività attraverso la didattica a distanza per l’intera classe, se ci sono già le condizioni di effettuarla e salvo eventuali bisogni educativi speciali. Agli altri istituti viene fortemente raccomandato di adoperarsi nel più breve tempo possibile per poter svolgere anch’essi la didattica a distanza.
Sono escluse le attività di laboratorio, che possono essere svolte in presenza.
Ai dirigenti degli istituti scolastici si raccomanda inoltre di differenziare gli ingressi a scuola.

Alle Università è raccomandata la promozione della didattica a distanza quanto più possibile.

LINK UTILI

Per approfondimenti sui provvedimenti del Governo si rimanda alle pagine dedicate:

http://www.governo.it/it/coronavirus-misure-del-governo
http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus

Per scoprire tutte le misure e i servizi attivati da Regione Lombardia per affrontare l’emergenza Coronavirus vai alla pagina dedicata.

ULTERIORI DISPOSIZIONI VALIDE SUL NOSTRO TERRITORIO

Con Ordinanza sindacale, per ragioni di prevenzione e cura della salute pubblica, vengono disposte le seguenti integrazioni alle specifiche prescrizioni in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica dal COVID-19, valide dal 3 Giugno e sino a nuova disposizione, sul territorio del comune di Cinisello Balsamo:

PARCHI PUBBLICI - APERTI MA CON ALCUNE LIMITAZIONI

Parco di Villa Ghirlanda
E’ consentita l’apertura al pubblico dall’8 giugno, dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00, nel rispetto delle prescrizioni di sicurezza previste nelle linee guida della citata Ordinanze regionali.

Parco Ariosto
E’ consentita l’apertura al pubblico dalle ore 14.00 alle ore 19.00 e del bar, nel rispetto delle prescrizioni di sicurezza previste nelle linee guida della citata Ordinanze regionali per l’esercizio delle attività di cui trattasi.
Sono inoltre previste le seguenti prescrizioni.
• chiusura al pubblico del campo di basket;
• è vietato il gioco delle carte ai tavoli per le quali non è possibile una disinfezione ad ogni turno;
• il campo di bocce è aperto a far data dal 8 Giugno 2020, nel rispetto delle prescrizioni di sicurezza previste in tema di distanziamento sociale e dei protocolli di riferimento, l’accesso è consentito esclusivamente ai soci iscritti ai tornei, con tenuta obbligatoria del registro dei partecipanti alle attività ed ai tornei, per i 14 giorni successivi all’annotazione dei presenti.

Area dei marchigiani
E’ consentita l’apertura al pubblico dalle ore 14.00 alle ore 19.00 e del bar, nel rispetto delle prescrizioni di sicurezza previste nelle linee guida della citata Ordinanze regionali per l’esercizio delle attività di cui trattasi.
Sono inoltre previste le seguenti prescrizioni.
• è vietato il gioco delle carte ai tavoli per le quali non è possibile una disinfezione ad ogni turno (es. carte da gioco)

Parco Nigozza

L’apertura dei citati giardini parchi e aree verdi comunali resta condizionato al rigoroso rispetto del divieto di ogni forma di assembramento e della distanza di sicurezza interpersonale di un metro.

Divieto di utilizzo delle aree attrezzate per il gioco dei bambini in tutti i luoghi cittadini per impossibilità di sanificazione ad ogni utilizzo.

Restano chiusi al pubblico
Parco Tiziano Verga;
Parco di Villa Forno;
L’area verde recintata sita in via Mariani (coop. Agricola)

VILLA GHIRLANDA SILVA
E’ consentita l’apertura delle sale di Villa Ghirlanda alle sole celebrazioni dei matrimoni, da effettuarsi nel rispetto delle prescrizioni di sicurezza e dei protocolli previsti.

CENTRO CULTURALE IL PERTINI aperto con orario ridotto e con ingressi su prenotazione

SANZIONI AMMINISTRATIVE
Le violazioni alla presente Ordinanza sono punite secondo quanto previsto dall’art. 7 bis del D.Lgs n. 267 del 18/08/2000 da euro 75,00 a euro 450,00.

Data ultima modifica: 26 ottobre 2020
53708
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022