Servizi > Pagine giovani > Eurodesk - Opportunità di Mobilità Europea > Volontariato all’estero > I Volontari Raccontano > ESC in Danimarca - Sara e Sasha

Aggiornamenti di Sasha dalla Danimarca

Dopo tre mesi a Nykøbing Falster posso dire che mi sono già successe molte cose.
Quando ci si appresta a fare questo genere di progetto si deve prendere parte a una sorta di corso di formazione con altri ragazzi provenienti da altri paesi che, con altre associazioni o agenzie di supporto, si apprestano a intraprendere la “strada dei volontari” come ho fatto io. I ragazzi che ho conosciuto erano arrivati in Danimarca da almeno un mese, mentre io ero arrivato solo una settimana prima. Ci hanno spiegato cosa significa essere volontari e far parte del Corpo Europeo di Solidarietà, quali sono i principali dubbi e le paure che affliggono chi parte e come affrontarli, farci conoscere meglio la loro cultura e conoscerci tra di noi per creare una rete di volontari e amici per aiutarci, se necessario, durante questa esperienza e, soprattutto, una volta tornati nei rispettivi paesi di provenienza rimanere in contato per originare una catena di contatti interstatale nell’Unione Europea che possa avvicinare i diversi governi per un futuro più radioso.
Devo dire che per me è stato molto speciale, l’ultimo giorno di corso coincideva con il mio compleanno siamo rimasti svegli fino a mezzanotte facendo giochi di gruppo, ascoltando musica e ballando e gli altri ragazzi mi hanno fatto una sorpresa comprando una torta e delle candeline per festeggiare a tutti insieme. È stato molto emozionante oltre che inaspettato. Ho trascorso del tempo di qualità in loro compagnia e lo dimostra il fatto che alcuni di loro siano già venuti a trovarmi.
Ambientarmi non è stata un’impresa semplicissima, ma è stata addolcita dallo staff dell’organizzazione ospitante e dai ragazzi con cui entro in contatto ogni giorno al lavoro. Le mie mansioni consistono nel vendere i biglietti o abbonamenti per entrare nello skatepark dove vendo anche snack e bibite. Ogni talvolta ci sono degli eventi come concerti (di qualunque genere musicale) o openday free lavoro come “barista”.
Il centro in cui lavoro è stato concepito come luogo sicuro dove noi abbiamo lo scopo di far sentire i ragazzi, le ragazze e i rispettivi genitori al sicuro, in cui poter stare al caldo, attorniati da amici e persone gentili e disponibili. Sono contento che i ragazzi con cui ho a che fare apprezzino l’impegno che metto in quello che faccio e ricambino nel migliore dei modi, aprendosi con me. Spesso giochiamo a ping-pong, a UNO, calcio balilla o comunque passiamo il tempo parlando insieme; questo mi aiuta molto a non pensare a casa e a capire meglio la cultura danese.
Ho iniziato il corso di danese. Il concetto di scuola insegnamento è completamente differente da quello in Italia: non esiste la lezione frontale e si lavora molto di più in gruppo ognuno dei quali lavora per conto suo, l’insegnante a turno si muove tra i gruppi per aiutare e spiegare quando non si capisce qualcosa. Gli orari scolastici, come anche quelli lavorativi, sono molto comodi e flessibili in base ai propri bisogni e impegni e nessuno si fa dei problemi a cambiare il turno con gli altri, sono sempre tutti molto ben disposti.
Questo esperimento mi spinge anche a provare nuove soluzione culinarie e a cercare attività da fare durante il mio tempo libero o da dedicarmi ad alcuni aspetti di me che volevo cambiare
In questi primi mesi ho riscontrato alcune difficoltà, come quando si inizia qualcosa di nuovo, ma pian piano ho travato e troverò la soluzione per tutto grazie anche alle belle persone che ho incontrato venendo qui.

Data ultima modifica: 11 febbraio 2020
52060
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it
    .

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022