STORYTELLING FOTOGRAFICO

Titolo dell’attività: STORYTELLING FOTOGRAFICO: L’arte di narrare se stessi attraverso la fotografia

L’attività è garantita a tutte le classi e prevede un rimborso/donazione indicativo di 10 euro ad alunno da definirsi rispetto al numero complessivo degli alunni della classe

Destinatari: Scuola Primaria, Scuola Secondaria di Primo grado

Classi: classi seconde, terze, quarte per la scuola Primaria; classi prime, seconde per la scuola Secondaria di primo grado

Numero massimo di alunni a incontro: Gruppo classe

Numero di incontri e durata: Tre incontri della durata di un’ora ciascuno

Dove: a scuola

Descrizione dell’attività: Il laboratorio artistico/esperienziale ARTLAB™ è un progetto di valorizzazione di sé e degli altri.
Le caratteristiche dei laboratori esperienziali ARTLAB™ derivano dalla metodologia dell’Arteterapia. Le peculiarità sono la speciale qualità della relazione che il conduttore instaura con i bambini, la particolare atmosfera che crea nei laboratori, l’attenzione con cui vengono offerti i materiali artistici e la cura con cui vengono progettate e proposte le attività. Il metodo ARTLAB™ pone l’attenzione, con il termine “esperienziale”, alla globalità di quanto il bambino andrà scoprendo nel corso delle attività proposte.

Conoscere e raccontare sé stessi attraverso le immagini “foto-biografiche”, costruendo un itinerario visivo di parole, testi e fotografie (storytelling fotografico). Offrire ai bambini e ragazzi l’occasione di riflettere su se stessi come singoli e come partecipanti al gruppo classe attraverso l’uso della tecnica del ritratto fotografico con particolare attenzione al concetto di identità personale e comunitaria.
Sperimentare l’uso dell’arte per rielaborare la propria immagine (PHOTO-COLLAGE). Partendo da pochi semplici elementi quali immagini, forbici, colla, carte colorate, tempera è possibile costruire un proprio personaggio inventato, attribuendogli particolarità, caratteristiche e gusti.

Obiettivi: L’itinerario visuale si propone di lavorare sulla costruzione della propria immagine attraverso il linguaggio fotografico, ponendo l’attenzione sulle diversità e pecurialità corporee di ognuno.
L’obiettivo è condurre i soggetti verso maggiore consapevolezza di se stessi all’interno del gruppo classe, incentivare sicurezza, autostima individuale e sensibilità di genere, ottenendo comprensione ed accettazione nel rapporto con gli altri. Stimolare i ragazzi a comprendere il potere fluido della fotografia come mezzo di comunicazione efficace ed immediato. Offrire agli insegnanti di altre discipline (Italiano, storia, geografia, arte e immagine, scienze) materiale per ulteriori attività interdisciplinari. Avvicinare gli adulti alle percezioni che i ragazzi intuiscono di loro stessi.

Inoltre, da un punto di vista sociale, il percorso proposto rappresenta uno stimolo per la produzione di un’immagine collettiva partendo dal singolo individuo. Questo significa per i partecipanti, affinare e trovare strategie per realizzare un lavoro d’insieme fluido e cooperativo, passaggio chiave nella costruzione di un’identità sociale condivisa.

Note: A fine anno su richiesta, esiste la possibilità di organizzare un evento aperto alle famiglie dei bambini, nel quale sarà possibile mostrare l’iter percorso dai ragazzi.
L’attività prevede anche (scelta facoltativa) la realizzazione di un libro cartaceo, che potrà essere stampato e consegnato ad ognuno degli alunni (1 copia per ognuno) partecipanti al laboratorio (costo ed impaginazione da quantificare).

Attività realizzata da: Associazione Lyceum - L’attività sarà condotta da Raffaella Barbato esperta di laboratori esperienziali.

Per eventuali approfondimenti: https://lyceum.it/corsi-e-master/corsi-per-bambini/storytelling-fotografico/



ESEMPIO DI STORITTELING FOTOGRAFICO