Area Stampa > Comunicati Stampa > 2015 > Febbraio 2015

Un anno di attività della Polizia locale. Un corpo efficiente e moderno per rispondere alle nuove esigenze del territorio

Un numero significativo di interventi sul territorio cittadino (15.816 di cui il 75% legati alla sicurezza stradale) e un trend decisamente positivo del numero di incidenti negli ultimi dieci anni, che sono diminuiti del 56%. E’ quanto emerge dal bilancio delle attività del 2014 della Polizia Locale, un settore complesso e variegato che in questi anni ha “ritoccato” la sua organizzazione per adattarla alle sempre nuove esigenze della realtà cittadina e garantire il regolare svolgimento della vita e la sicurezza dei cittadini.

Il Corpo - costituito da 59 unità (di cui un comandante, un vicecomandante, 2 commissari capo, 8 commissari e 47 agenti) - è oggi organizzato su un esiguo numero di amministrativi e un consistente gruppo operativo, articolato per aree di intervento: Tutela del Territorio, Polizia amministrativa, Pronto intervento, a cui si aggiunge la Direzione e il Coordinamento.

Dei 15.816 interventi, 11.920 attengono all’ambito della Sicurezza stradale con azioni preventive, presidi fissi su strada oppure operazioni di repressione vere e proprie volte a colpire comportamenti difformi. I restanti 3.896 interventi sono invece attribuibili a problematiche di Sicurezza urbana come le operazioni di polizia ambientale, edilizia o commerciale che nella maggior parte dei casi derivano da esposti dei cittadini o da rilievo dagli operatori.
Esaminando i dati relativi all’attività del Nucleo di Quartiere, il 57% riguarda problematiche di convivenza civile, legate al fenomeno dell’immigrazione o all’uso degli spazi comuni; il 30% degli interventi sono riferiti a fenomeni di degrado o incuria del territorio; infine il 13% degli interventi attiene a problematiche di allarme sociale, legate a reati. In particolare gli interventi più numerosi si sono registrati nei quartieri Crocetta (907), dove si conta il maggior numero di abbandono di veicoli per strada (49), e a Sant’Eusebio (180) dove i problemi più emergenti hanno riguardato la presenza di nomadi: nel corso del 2014 sono stati eseguiti 69 interventi.
Si aggiungono gli interventi legati alla violenza di genere: 72 su casi specifici e un importante lavoro di educazione con gli studenti degli istituti cittadini su temi quali lo stalking e il bullismo.
La sezione di Polizia Giudiziaria ha fatto registrare un totale di 102 reati accertati così suddivisi: 67% contro la persona o i beni; 17% contro i pubblici ufficiali; 11% abusi edilizi; 5% norme sull’immigrazione e polizia amministrativa.
Infine, l’unità operativa che si occupa dell’ambito commerciale e annonario, nel corso del 2014, ha emanato 138 sanzioni, con il rinvenimento di 662 chilogrammi di alimentari e 1501 oggetti, a cui si aggiungono 68 ispezioni alle attività legate al gioco d’azzardo.

Per quanto riguarda l’ambito della Sicurezza stradale, il numero di incidenti registrati nel 2014 è di 570, inferiore di 34 unità rispetto al 2013. Dato che è progressivamente diminuito nell’ultimo decennio - nel 2005 erano 1016 - parallelamente al numero dei feriti. Tuttavia è da sottolineare che alla condotta più attenta e consapevole dei conducenti si contrappone una maggiore distrazione dei pedoni che fa registrare un picco di persone coinvolte che passa dall’8% nel 2005 ai 18% del 2015. Una delle probabili cause di distrazione registrata a livello “internazionale” riguarda l’utilizzo del cellulare da parte dei pedoni, questo potrebbe essere anche il riflesso sulla realtà cittadina. Il fenomeno andrà monitorato e analizzato nel corso del tempo.
La causa principale degli incidenti è dovuta a comportamenti irregolari: cambi di direzione o di corsia o altre manovre errate che incidono per il 68%; mentre il 32% degli incidenti è legato alla velocità.
Le violazioni accertate al Codice della Strada sono state 29.797, in prevalenza legate a velocità (il 78%), di cui solo lo 0,8% ha costituito motivo di ricorso alla Prefettura (190 ricorsi) o al Giudice di Pace (51 ricorsi).
Tra i principali reati al Codice della strada si evidenziano 17 omissioni di soccorso, 20 guide in stato di ebbrezza, 4 guide sotto l’effetto di stupefacenti e 35 guide senza patente.

Altrettanto significativo l’impegno sul fronte della prevenzione e sulla educazione dei giovani utenti della strada, attraverso corsi di educazione stradale per gli studenti, dalle materne alle superiori: 546 gli studenti coinvolti attraverso 50 incontri in 24 scuole.

“Il bilancio delle attività della Polizia Locale è decisamente confortante e dimostra l’impegno costante e la professionalità del corpo, quest anno impegnato anche nella revisione dei Regolamenti. La riorganizzazione ha permesso di rendere l’attività più efficiente e più corrispondente alle nuove esigenze del territorio. Apprezzabile anche la collaborazione con le altre Forze dell’Ordine in occasione di operazioni notturne straordinarie, volte ad intensificare la lotta all’illegalità”. E’ il commento del sindaco Siria Trezzi e il vicesindaco con delega alla Sicurezza Luca Ghezzi.

Data ultima modifica: 3 febbraio 2015
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Per informazioni: info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022