Servizi > Tributi > IUC - Imposta Unica Comunale

TARI 2017

La TARI è diretta a finanziare integralmente i costi di gestione del servizio rifiuti come spazzamento e lavaggio strade, raccolta e trasporto dei rifiuti, raccolta differenziata, trattamento e smaltimento degli stessi, oltre ai costi amministrativi di riscossione.

Quali soggetti interessa e quali immobili riguarda
La TARI deve essere pagata da chiunque possegga, occupi o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani, con esclusione delle aree scoperte non operative e delle aree comuni condominiali di cui all’art. 1117 del Codice Civile. Sono esclusi balconi/terrazzi.

COME SI DIVIDE

  • Utenza domestica: abitazioni, box, cantine, depositi.
    La tariffa è composta da una parte fissa da moltiplicare per i mq, e da una parte variabile stabilita in base al numero dei componenti del nucleo familiare.
  • Utenza non domestica: imprese, attività artigiane e/o professionali, negozi, pubblici esercizi, ecc.
    La tariffa è composta da una parte fissa e da una parte variabile, entrambe da moltiplicare per i mq. Le tariffe sono differenziate in 30 categorie in base all’attività svolta nei locali e/o aree scoperte.

COME E’ COMPOSTA

  • Parte fissa è diretta a finanziare i costi fissi del servizio rifiuti: spazzamento e lavaggio strade, costi amministrativi, costi per la riscossione ed il contenzioso.
  • Parte variabile è diretta a finanziare i costi variabili del servizio di gestione dei rifiuti, ovvero i costi legati alla produzione di rifiuti vera e propria: raccolta e trasporto, raccolta differenziata, trattamento e smaltimento.
  • Tributo per l’Esercizio delle Funzioni di Tutela, Protezione ed Igiene dell’Ambiente: sulla TARI si applica inoltre il Tributo per l’Esercizio delle Funzioni di Tutela, Protezione ed Igiene dell’Ambiente pari al 5% della tassa complessivamente dovuta (parte fissa più parte variabile).
  • A differenza della TARES non viene più richiesta la maggiorazione di € 0,30 al mq in favore dello Stato.

DICHIARAZIONI
Ai fini della dichiarazione TARI restano valide le superfici dichiarate o accertate a fini della tariffa di igiene ambientale (TIA) e della Tassa sui rifiuti e servizi (TARES).

SCADENZE 2017

  • 31 marzo 2017: acconto TARI 2017, CON TARIFFE ANNO 2016
  • 30 giugno 2017: prima rata conguaglio TARI 2017
  • 30 settembre 2017: seconda rata conguaglio TARI 2017
PDF - 334.8 Kb
Deliberazione coefficienti e tariffe TARI anno 2017
PDF - 171.1 Kb
Denuncia cessazione utenza attività
PDF - 74.7 Kb
Dichiarazione TARI domestica -inizio-cessaz.-variaz.
PDF - 235.3 Kb
Denuncia inizio occupazione utenza attività
Data ultima modifica: 20 ottobre 2017

La TARI è diretta a finanziare integralmente i costi di gestione del servizio rifiuti come spazzamento e lavaggio strade, raccolta e trasporto dei rifiuti, raccolta differenziata, trattamento e smaltimento degli stessi, oltre ai costi amministrativi di riscossione.

Quali soggetti interessa e quali immobili riguarda
La TARI deve essere pagata da chiunque possegga, occupi o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani, con esclusione delle aree scoperte non operative e delle aree comuni condominiali di cui all’art. 1117 del Codice Civile. Sono esclusi balconi/terrazzi.

COME SI DIVIDE

  • Utenza domestica: abitazioni, box, cantine, depositi.
    La tariffa è composta da una parte fissa da moltiplicare per i mq, e da una parte variabile stabilita in base al numero dei componenti del nucleo familiare.
  • Utenza non domestica: imprese, attività artigiane e/o professionali, negozi, pubblici esercizi, ecc.
    La tariffa è composta da una parte fissa e da una parte variabile, entrambe da moltiplicare per i mq. Le tariffe sono differenziate in 30 categorie in base all’attività svolta nei locali e/o aree scoperte.

COME E’ COMPOSTA

  • Parte fissa è diretta a finanziare i costi fissi del servizio rifiuti: spazzamento e lavaggio strade, costi amministrativi, costi per la riscossione ed il contenzioso.
  • Parte variabile è diretta a finanziare i costi variabili del servizio di gestione dei rifiuti, ovvero i costi legati alla produzione di rifiuti vera e propria: raccolta e trasporto, raccolta differenziata, trattamento e smaltimento.
  • Tributo per l’Esercizio delle Funzioni di Tutela, Protezione ed Igiene dell’Ambiente: sulla TARI si applica inoltre il Tributo per l’Esercizio delle Funzioni di Tutela, Protezione ed Igiene dell’Ambiente pari al 5% della tassa complessivamente dovuta (parte fissa più parte variabile).
  • A differenza della TARES non viene più richiesta la maggiorazione di € 0,30 al mq in favore dello Stato.

DICHIARAZIONI
Ai fini della dichiarazione TARI restano valide le superfici dichiarate o accertate a fini della tariffa di igiene ambientale (TIA) e della Tassa sui rifiuti e servizi (TARES).

SCADENZE 2017

  • 31 marzo 2017: acconto TARI 2017, CON TARIFFE ANNO 2016
  • 30 giugno 2017: prima rata conguaglio TARI 2017
  • 30 settembre 2017: seconda rata conguaglio TARI 2017

  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Per informazioni: info@comune.cinisello-balsamo.mi.it
    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022