Area Stampa > Comunicati Stampa > 2013 > Dicembre 2013

Regalami un attrezzo: gli studenti dell’ASP Mazzini partono per la Tanzania dove costruiranno un’autofficina

Una raccolta di attrezzi usati ma funzionanti per rendere indipendente una comunità africana, grazie al lavoro di 9 studenti ed una studentessa italiani che costruiranno un’autofficina in Tanzania. E’ questo l’obiettivo dell’iniziativa di solidarietà “Regalami un attrezzo”, presentata oggi a Cinisello Balsamo: grazie alla solidarietà dei cinisellesi sarà possibile regalare gli strumenti di lavoro a chi, una volta imparato il mestiere, potrà utilizzarli a beneficio di tutto il villaggio.

IL VIAGGIO- Nove studenti ed una studentessa, frequentanti il terzo, il quarto e il quinto anno del corso di operatore meccanico dell’Associazione scuole professionali Mazzini di Cinisello Balsamo, il 15 dicembre, accompagnati dagli insegnanti, partiranno per il “Villaggio della Gioia”, fondato da padre Fulgenzio, che si trova a Dar es Salaam, in Tanzania. Inizialmente nata con lo scopo di fornire una casa a bambini di strada, la struttura si è sviluppata nel tempo fino a divenire una vera e propria comunità (case famiglia, asilo, scuola elementare, orto, frutteto, fattoria, ostello, ecc.). Le scuole superiori sono state inaugurate nel gennaio 2013. Gli studenti del Mazzini avranno l’opportunità di aiutare la comunità a riparare auto, motoveicoli e altri mezzi meccanici come, ad esempio, gruppi elettrogeni, biciclette, motoseghe, impianti elettrici ed elettronici, con l’obiettivo di offrire a chi ne ha bisogno le proprie competenze e conoscenze.
Con l’uso di attrezzature specifiche, gli studenti saranno in grado di individuare anomalie di funzionamento e di intervenire, eseguire operazioni di manutenzione e controllo nel rispetto della norme della sicurezza. Non solo, ma trasmetteranno concretamente le proprie conoscenze ai ragazzi, adulti e volontari africani che vivono nel Villaggio della Gioia, per permettere loro di mantenere, in futuro, i mezzi, le attrezzature e gli impianti. Metteranno in piedi una vera e propria autofficina, che darà la possibilità alla comunità di essere completamente autonoma. Il progetto rientra nell’ambito di “Talenti al lavoro”, l’iniziativa della Provincia di Milano che finanzia attività di volontariato in Italia e all’estero svolte dagli studenti dei corsi professionali.

LA RACCOLTA ATTREZZI- Per aiutare gli studenti e gli abitanti del villaggio, fino al 14 dicembre sarà possibile per chiunque (officine meccaniche, elettrauto, ferramenta ma anche privati cittadini) portare attrezzi usati purché funzionanti, (che a volte vengono dimenticati nelle cantine e nei magazzini), alla sede dell’Asp Mazzini, in via De Sanctis 6 a Cinisello. L’iniziativa è stata chiamata “Regalami un attrezzo” proprio per sottolinearne il valore educativo: non una generica raccolta fondi, ma un’azione specifica a favore di una comunità lontana. Chi vorrà potrà regalare anche attrezzi nuovi.

“L’Amministrazione comunale sostiene volentieri questa campagna – dichiara il sindaco di Cinisello Balsamo Siria Trezzi – per la valenza educativa che potrà avere sia sui giovani direttamente impegnati nella costruzione dell’officina sia sugli altri studenti del Centro Mazzini che sono comunque parte attiva nella raccolta di attrezzi. Rivolgo un appello alla cittadinanza perché risponda con generosità a questa iniziativa di solidarietà “.
“Non solo il centro di formazione professionale Mazzini organizza corsi in diversi settori con l’obiettivo di facilitare l’inserimento nel mondo del lavoro di giovani, adulti disoccupati e persone in difficoltà occupazionale – commenta Marcello Mariani, presidente dell’Asp Mazzini – ma punta alla crescita umana delle persone proponendo loro esperienze che vadano oltre le lezioni in aula e le attività di laboratorio”.
“Il nostro progetto – spiega Pierangelo Gervasoni, direttore dell’Asp Mazzini - ha diversi obiettivi di tipo sociale, formativo e interculturale: in primo luogo, educare i giovani alla solidarietà, mettendo i nostri studenti nella condizione di conoscere, attraverso l’esperienza diretta, persone che vivono in condizioni difficili. L’attività di volontariato e di scambio intende, inoltre, sviluppare negli studenti l’attenzione verso il prossimo”.

Data ultima modifica: 18 dicembre 2013
23695
23696
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it
    .

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022