Servizi > Tributi > Imposte anni precedenti > IMU 2013

Ravvedimento operoso IMU 2013

E’ possibile pagare l’IMU dopo il termine, usufruendo del ravvedimento operoso.
Per usufruire del ravvedimento operoso è necessario che la violazione non sia già stata constatata e comunque che non siano iniziati accessi, ispezioni, verifiche o altre attività di accertamento di cui si sia a conoscenza.

Il ravvedimento operoso permette al contribuente di rimediare spontaneamente, entro le scadenze sotto riportate, ai tardivi od omessi pagamenti, beneficiando in tal modo di una consistente riduzione delle sanzioni amministrative previste (la sanzione ordinaria è pari al 30% dell’importo da pagare).

I contribuenti possono usufruire dell’istituto del ravvedimento operoso, secondo le modalità di seguito indicate:

Ravvedimento sprint: entro 14 giorni dalla scadenza dell’acconto o del saldo, pagando la sanzione ridotta pari allo 0,2% per ogni giorno di ritardo (esempio 3gg di ritardo 0,2x3= 0,6% dell’importo) + gli interessi legali.

Ravvedimento breve: dal 15° giorno al 30° giorno dopo la scadenza dell’acconto o del saldo, pagando la sanzione ridotta pari al 3,00% dell’importo + gli interessi legali.

Ravvedimento lungo: dal 31° giorno dopo la scadenza dell’acconto o del saldo ed entro un anno dalla scadenza dell’acconto o del saldo, pagando la sanzione ridotta pari al 3,75% dell’importo + gli interessi legali.

Il ravvedimento operoso per l’IMU dovrà essere pagato esclusivamente mediante apposito modello F24, in banca oppure in posta.
Per l’anno d’ imposta 2012 distinguendo la quota da pagare allo Stato e la quota da pagare al Comune.
Per l’abitazione principale e pertinenze si dovrà pagare solo la quota riservata al Comune.

Nel modello F24 si dovranno indicare i seguenti codici tributo:

- abitazione principale e pertinenze: quota Comune codice 3912, quota Stato nessuna;

- altri fabbricati (altri appartamenti, negozi, uffici, ecc.): quota Comune codice 3918, quota Stato codice 3919;

- terreni agricoli: quota Comune codice 3914, quota Stato codice 3915;

- aree fabbricabili: quota Comune codice 3916, quota Stato codice 3917.

Per l’anno d’imposta 2013 il codice da utilizzare per gli altri fabbricati è solo quello del Comune 3918.

Il codice ente identificativo del Comune di Cinisello Balsamo da inserire nel modello F24 è invece C707.

Il totale del versamento deve essere calcolato come segue:

IMPOSTA + SANZIONE RIDOTTA + INTERESSI:

Imposta = importo non pagato;

Sanzione ridotta = secondo quanto indicato sopra;

Interessi = sono conteggiati in base ai giorni di ritardo, decorrenti dalla scadenza di legge fino alla data di effettivo versamento.

Il tasso applicato è pari al 2,5% annuo dal 01/01/2013 con maturazione giorno per giorno, dalla data di scadenza del termine di pagamento alla data di versamento.

È possibile eseguire il pagamento con F24 secondo le seguenti modalità di compilazione:

■barrare la casella “Ravv”. La casella deve essere barrata con riferimento a tutti gli importi interessati dal ravvedimento operoso, ovvero imposta, sanzioni e interessi;

■barrare “Acconto” o “Saldo” a seconda del caso;

■indicare il codice tributo che individua il versamento interessato;

■indicare il periodo di imposta che si intende regolarizzare;

■indicare, come nel caso del versamento ordinario, il numero di immobili e le altre informazioni richieste.

Informazioni e saldo IMU 2013

Data ultima modifica: 14 maggio 2020
  • Via XXV aprile, 4 20092 Cinisello Balsamo

    Centralino 02660231

    Posta certificata: comune.cinisellobalsamo@pec.regione.lombardia.it

    Codice Fiscale 01971350150
    Partita Iva 00727780967
    Codice Catastale: C707

    Sito registrato al Tribunale di Monza n. 2022